GestoriCarburanti

Domenica, Oct 21st

Last update:08:01:15 AM GMT

Cari clienti mi mancherete

E-mail Stampa

"vi ringrazio per l’affetto dimostratomi in questi 7 anni e per i bellissimi momenti passati insieme ma devo salutarvi … il 03 luglio lascerò il distributore

A qualcuno dispiacerà, ad altri magari no ;-)ma volevo comunque ringraziarvi perché ognuno di voi, a suo modo, anche in questo mondo ormai triste e arido di cuore, in questi anni in cui ho avuto momenti lieti e giorni buii.. ha saputo darmi qualcosa: benevolenza, amicizia, allegria, affetto, cultura, sorrisi..e soprattutto tanta umanità e mi ha fatto capire quanto amo questo lavoro.

Per questo vi ricorderò tutti e vi terrò nel mio cuore, chi con affetto chi con allegria..e spero che lo stesso accada anche a voi".

Grazie di Cuore

Questo messaggio è stato scritto e affissio alla porta, definitivamente chiusa, da un collega al momento della fine della sua gestione.

Queste frasi, scritte con la mano del cuore,  sono finite nel commento apprezzato di un lettore del Corriere della sera a segnare la fine di una gestione , forse anche romantica, di un impianto che ha avuto la conduzione di un collega Gestore come Enzo La Rosa.
Grazie a te di cuore Enzo per averci ricordato l'ultimo dei valori rimasti di questo, ormai, triste lavoro.

Dal Corriere della Sera "una città mille domande"
Quel commosso addio ai clienti del benzinaio di piazza Bainsizza

"Caro Conti, vorrei segnalare un episodio che mi ha colpito molto al rientro delle ferie. Roma, piazza Bainsizza, quartiere Prati. Il gestore di un benzinaio lascia l' attività e per salutare e ringraziare i suoi clienti scrive una lettera nella quale si sofferma su quanto i frequentatori dell' impianto gli hanno trasmesso durante la sua esperienza di lavoro. Anche io mi fermavo spesso a quella stazione di servizio durante i miei spostamenti, non so il nome del simpatico benzinaio ma lo ringrazio per le sue parole che mi hanno fatto fermare non per un rifornimento ma per una riflessione".
Alessandro Renna

"Caro lettore, grazie alla foto che lei allega si può leggere, nel testo della lettera affissa sul distributore, che questo benzinaio ringrazia ogni singolo cliente per avergli fatto capire qualcosa di molto importante in sette anni di attività: «quanto amo il mio lavoro». E promette: «Vi ricorderò tutti con affetto e allegria, e così spero accada anche a voi». Questo spazio destinato al dialogo con i lettori ospita molto spesso proteste contro la scarsa qualità dei servizi offerti dalla nostra città. Ma il messaggio dell' ex benzinaio di piazza Bainsizza dimostra una nostra vecchia tesi: i romani sono assai migliori di chi li amministra e politicamente li rappresenta. Altrimenti non si spiegherebbe questo addio così struggente (sarebbe bastato un «andate tutti al diavolo, il traffico mi ha fatto impazzire»). Né si comprenderebbe l' ostinato attaccamento dei nostri concittadini per questa difficilissima città- Capitale. pconti@corriere.it"
Conti Paolo

Commenti (10)
  • fausto

    SEI UN GRANDE.................................

  • ipstation

    Personalmente quando mollero' tutto(e spero molto presto)i clienti che mi mancheranno si conteranno su una sola mano,specialmente dopo la promo estiva eni,gente che si serviva da mè da 15 anni sparita x 2 mesi,ora stanno tornando e ti dicono: ciao ,è un po' che non ci si vede è?come se non li avessi visti ai 2 eni a 1 km. da mè !!!
    Prima di fare questo lavoro avevo anchio un benzinaio di fiducia,l'avevo quasi sotto casa e mi rifornivo sempre e solo da lui,non mi importava piu' di tanto se costava 10 lire in + o in - che altrove e questo x quasi 20 anni !!! Ora io ritengo che la gente ,complice la crisi ,le tessere punti e gli iper,sia diventata solo opportunista.
    Il cliente vero è come i veri amici : ce ne sono pochissimi !!!

  • Paolo Matteucci  - 

    In passato, agli albori della mia carriera nel settore, la clientela affezionata era veramente "affezionata".
    Ora, come giustamente detto, abbiamo una maggioranza di opportunisti (premetto che ognuno con i suoi soldi ci fa quel che vuole) che poi si ripresentano sul PV per chiederti qualche punto in più sulla tessera o per farsi controllare le gomme o peggio per chiederti di segnare, perchè intanto quando hanno i soldi in tasca li vanno a spendere da un'altra parte, quando hanno bisogno sei loro amico.
    Personalmente anche io sono sul punto di mollare, sia per la situazione che ci accomuna, sia perchè il retista proprietario dell'impianto mi sta letteralmente maciullando i coglioni perchè secondo lui ci sta "rimettendo".
    Ma quando fino a non molti mesi fà guadagnava su tutta la sua rete, non esagero, almeno 250/300 mila euro al mese li ha forse spartiti con i Gestori?

  • Alex

    Questo dimostra che i benzinai sono delle persone meravigliose e che hanno un cuore grande,
    Sono qeste le raggioni per le quali le compagnie riescono a trattarci peggio degli schiavi , giustificando i loro gesti usando stupide frasi pre stampate, come strategie di mercato.

  • Max

    questa e' la lettera che prima o poi scrivero' anch'io...

  • mario ap ip

    questo xkè chi sta meglio se ne fotte di chi sta peggio , morte tua vita mia , un pò di unione quando ?
    o forse chi stà peggio siamo pochi ?

  • donato

    Anche io ho lasciato l'impianto a fine Agosto la mia clientela non sapeva nulla della mia decisione perchè avrebbe fatto di tutto per farmi desistere. Personalmente amavo il mio lavoro perchè quella clientela fissa che non guardava il prezzo ma mi riconosceva abilità e dedizione sincera in quello che facevo ancora oggi mi chiama e mi chiede di ritornare in campo perchè non riescono a rifornirsi da altre parti perchè dicono che manchi l'umanità dell'essere umano. Ribadisco la mia convinzione che i pochi che rimarranno saranno i benzivendoli è purtroppo ci sarà un intensificazione criminale della categoria dovuta al fatto che chi rileva le gestioni chiuse negli ultimi tempi lo fa unicamente per utilizzare queste come lavanderie. Ciao ragazzi vedo che i sindacati non alzano la voce e voi siete ancor di più allo sbando buona fortuna.

  • Gestore eni

    Donato,
    anche i benzivendoli vivranno poco se passeranno tutte le politiche delle petrolifere.
    Sono vere due cose:
    che il sindacato non alza ancora la voce e che noi Gestori non siamo una categoria coesa.
    Quando proporranno di fare il meno 10 con partecipazione allo sconto da parte del Gestore,ci saranno quelli pronti a firmare in cambio di una fattura a fine anno.
    Non c'è speranza se ci saranno benzivendoli disposti a svendersi per un piatto di lenticchie.
    Bisogna combattere contro le petrolifere e contro questi benzivendoli.

  • Christian Curti

    A distanza di anni rileggere questa lettera mi fa tornare indietro nel tempo e come dice il Gestore abbiamo lasciato il cuore..dico abbiamo perchè ero suo operaio dal primo giorno di apertura e fino alla fine abbiamo dato il massimo ma la socetà ha preferito selfizzare per poi abbondonare un impianto storico...tuttora sono un benzinaio ma quei tempi rimangono nel cuore! Onore a Enzo La Rosa e ha tutti i Gestori che stringoni i denti!

  • Christian Curti

    A tutti i Gestori perdonatemi ma l'h è partita da sola

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie