GestoriCarburanti

Domenica, Oct 21st

Last update:08:01:15 AM GMT

Un Gestore, 'nel mio sentire vedo UNA GRANDE MANIFESTAZIONE A ROMA'

E-mail Stampa

Dalle recenti dichiarazioni rese dall’amministratore delegato di ENI, Paolo Scaroni (vedi giornale web “Gestori Carburanti”), deve essere ineluttabilmente chiaro a tutti, anche ai più ottenebrati dalle logiche aziendali, quale è la soluzione finale che sta nella mente dei vertici della compagnia ex di Stato.

Visto che il margine sta diventando una variabile indipendente dal ciclo economico dell’impianto, lo si può tranquillamente – secondo i desideri aziendali - far tendere allo zero; ed è quello che sta succedendo con il sospingimento sempre più evidente, verso l’iperself-10.

D’altro canto aver scientemente creato una condizione di fuori mercato dei prezzi dei carburanti, mette i gestori della compagnia di fronte al lacerante interrogativo: fare i litri senza guadagno oppure morire di inedia sugli impianti senza clienti; ma lì bella e pronta c'è la trappola dell'iperself, nella quale adagiarsi ed andare alla propria eutanasia economica.

Ed a nulla vale domandarsi: visto che il compenso non sta più nel margine, come intende l'azienda provvedere alla remunerazione del gestore anche considerando che le attività collaterali sono presenti in pochi impianti, e quando esistono, in genere sono depauperate dalla crisi economica, e comunque falcidiate dagli affitti? Domanda vana, da tempo senza risposta.

La conclusione per i gestori sarà l'abbandono degli impianti per fallimento, di modo che possa concretizzarsi il progetto di ENI, di automazione totale in iperself, insomma la soluzione finale che si evince dalle parole di Scaroni.

Fin qua quanto rappresentato sul portale ENI.

Ma veramente vogliamo diventare le vittime sacrificali di un satrapo feroce che si ritiene investito del potere di disporre del futuro di migliaia di gestori e loro collaboratori, che a volte anche per decenni hanno curato impianti non loro con la stessa diligenza come lo fossero stati?

La risposta è scontata, ma per attrezzare una resistenza intelligente e proficua occorre realizzare una forte discontinuità con i comportamenti fin qui dimostrati a partire dalla ricerca di una compattezza anche sindacale, che eviti dietrologismi e contrapposizioni ideologiche all’interno della categoria.

Non dobbiamo dimenticare che la battaglia che si va ad intraprendere con l’ENI, riconosciutamente market leader del settore, avrà un forte potere di trascinamento nelle strategie degli altri marchi petroliferi.

Riguardo alla possibilità che il tavolo negoziale aperto presso il Ministero dello Sviluppo Economico, possa sortire risultati positivi, nutro seri dubbi, ancor di più dopo le recenti dichiarazioni di Scaroni; i negoziatori inviati da ENI con l’inprinting dello scaroni-pensiero, temo si eserciteranno in tattiche dilatorie senza cedimenti rispetto al pachetto preconfezionato inerente alle nuove tipologie contrattuali; possiamo avere qualche speranza solo nell’arbitrato e onestà intellettuale del sottosegretario Claudio De Vincenti.

Per il resto possiamo contare solo sulla robustezza del nostro carattere e sulla omogeneità del nostro rifiuto all’arbitrio e alla prevaricazione, costi quello che costi, a cominciare dalla dismissione di quei comportamenti di vile sottomissione che spesso ci portano a sottoscrivere e firmare proposte aziendali contrarie ai nostri interessi e quindi assolutamente irricevibili.

A questo dobbiamo aggiungere un impegno costante alla sensibilizzazione dei media e dell’opinione pubblica alla nostra causa.

Per quanto riguarda altre forme di lotta, sarei portato a ritenere, sempre in forza di quel principio di discontinuità col passato, cui ho accennato, che lo sciopero, anche di colore, non sia più efficace, non foss’altro che per la presenza ormai numerosa delle pompe bianche, nonché delle gestioni dirette di marchio o associate in partecipazione, portentose torri di guardia antisindacali e quindi antisciopero.

Nel mio sentire vedo UNA GRANDE MANIFESTAZIONE A ROMA, con i gestori AGIP/ENI che scendono da tutt’Italia (buona l’idea di Moreno Parin), pretendendo dai signori di Via Laurentina di essere ascoltati sui loro sacrosanti diritti di avere un FUTURO.

Sabatino D’Elia

gestore AGIP

Commenti (27)
  • antonio

    NON BISOGNA ADERIRE A IPERINCULATA 24 E BASTA

  • Gino  - Ma scherziamo!!!

    Come,neanche un commento....Ci stanno facendo la pelle e tutti zitti???
    Svegliaaaaa ci stanno fottendo,non si può più stare ad aspettare che ci risolva i problemi qualcuno,li dobbiamo risolvere noiiiii :upset :upset :upset

  • marco

    ditemi solo quando e ci saro'

  • MARCO

    ORA Cè LA TOTALERG CHE FA MEGA SCONTI TUTTO IL GIORNO POI DICONO DELLA ENI -10 SUL LISTINO COL LA LORO TESSERA

  • luki

    non serve manifestazioni
    disdetta a chi fà iper e promozioni
    no iper o simile
    no sconti vari
    no promozioni
    vedete come saltano teste marketing ed ad
    tutti a non firmare
    calano i pantaloni uuuuuuuuuuuuu se calano
    :grin :grin ;)

  • Francesco  - Se tutti la pensassimo allo stesso modo... Io dopo

  • lino q8

    luki ha ragione.......................................
    gli incontri con le Compagnie i nostri amati Sindacati,a nostra insaputa,li fanno!!!!!!!!!!!!!!
    sono venuto a sapere che nell'ultimo incontro con Q8,i nostri sindacati hanno chesto 1 euro a metro cubo di aumento( 0,001 a litro)
    e per risposta le Compagnie hanno chiesto di abbassare ancora il margine.
    Cari sindacati con quale diritto chiedete questa elemosina ? altro non è!!!!!! Minimo bisogna accettare il raddoppio di quello esistente se volete rappresentarci altrimenti statevene a casa.
    Scaroni, allora , ha le palle per esporsi in quello che hanno deciso ?
    ALLORA SE è STATA DECISA LA NOSTRA FINE ,BISOGNA MORIRE IN PIEDI !! CHIUDIAMO AD OLTRANZA ,BLOCCHIAMO IN PAESE.

  • Anonimo

    dovete gridare mettervi tutti d'accordo per prendere delle decisioni ma una volta per tutte basta soffrire...qui qualcuno ci rimette la pelle e voi stato e petrolieri guardate solamente a fate solo quello che vi interessa a voi e non hai cittadini. non so fino a quanto tirate.....

  • massimo

    è da tempo che dico che lentamente ci stanno facendo morire ma noi coglioni continiuamo a crederci che cambia. ribadisco che se tutti avessimo veramente le palle visto che lo sciopero nn serve serve solo ad incassare quello di una settimana in 2 gg la soluzione cè abbiamono noi il c oltello dalla parte del manico ma forse qualcuno pensa che è il manico che taglia invece è la lama.io è da mesi che dico invitiamo il cittadino a nn fare carburante per una settimana e noi dopo a rimanere a secco con impianto aperto solo cosi' riusciamo ad ottenere qualcosa. poi aggiungo i sindacati dopo che si era sventilato che c'era una diminuzione delle accise cosa nn avvenuta che c***o hanno fatto anche loro i c***i di roma e noi doppi coglioni che facciamo la tesssera svegliamoci che se vogliamo qui la vinciamo noi tuttu d'accordo a nn ordinare piu' carburante

  • ciccio

    intanto su 5 commenti 3 non faranno sciopero perche ancora una volta non capiamo che solo UNITI questa volta o si vince o si muore FACCIAMO vedere il futuro che ci aspetta E che aspetta ai clienti CHIUSURA TOTALE a tempo indeterminato carburanti solo alla GDO se anche questa volta non lo capiamo Gestori e sindacalisti MORIREMO tutti nel giro di pochi mesi con gioia di scaroni e seguaci

  • Gestore eni no h24

    l'unica probabile via d'uscita è solo ed unicamente l'unità e la coesione di noi Gestori. se questa non ci sarà chi prima e chi poi SE NE ANDRA' A CASA.
    pensate molto attentamente: tutti uniti si spegono i self service e si eroga carburante solo durante gli orari di lavoro e i turni festivi.
    in questo modo non si infrange nessuna legge e non si crea disagio agli automobilisti.
    si dovranno organizzare in ogni zona dei gruppi di Gestori che andranno a pizzicare il Gestore ignorante che accende il self.
    forse questa è l'unica via di scampo altrimenti addio Gestori.

  • GEST ENI

    CI SIAMO ANDATI A ROMA E VEDENDO LA PARTECIPAZIONE DEI Gestori SI PRESUME CHE SOLO IN CINQUANTA IN TUTTA ITALIA AVESSERO PROBLEMI,TROPPO POCHI.

  • ciccio

    CIsiamo andati a roma ma qualche anno fa e non certo con i problemi attuali PROVIAMO OGGI un azione di forza chiudendo i DIST (non solo i self proposta assurda )facciamo vedere i l FETURO che aspetta sia i gest che i clienti che facciano 30km alla GDO per 20euro di carburantee capiranno per cosa stiamo lottando FACCIAMO vedere aScaroni se i Gestori sono inutili E la cosa piu importante smettiamola anche da parte del sindacato di recriminare quello che si é fatto nel passato i Gestori stanno aspettando le VS decisioni VIVERE oMORIRE

  • GEST ENI

    MI SEMBRA CHE SIAMO ANDATI AD APRILE NON ANNI FA

  • Anonimo

    ciccio mi sono sbagliato con mesi non anni in ogni caso si parla sempre di dietrologia in ogni caso i tempi e i problemi sono cambiati inquesti ultimi MESI dobbiamo aspettare ANNI ?

  • gest.Eni

    Io condivido in pieno quello che ha detto il collega D'Elia.
    Spero che le proposte alternative avanzate da alcuni colleghi non siano un alibi per non partecipare alla lotta.
    E'POSSIBILE CHE NON SIA ANCORA CHIARO A TUTTI CHE CI VOGLIONO FARE LE SCARPE!!!!!!!
    ENI LO DICE CON LE PAROLE E I CON FATTI.
    BASTA ALIBI NASCONDENDOSI DIETRO ALLE ACCUSE AI SINDACATI.
    QUI C'E'IN BALLO LA NOSTRA SOPRAVVIVENZA.
    ADESSO,O DOPO SARA' TROPPO TARDI.
    SIAMO SOLO NOI GLI ARTEFICI DEL NOSTRO DESTINO.

  • Timpani

    Mi permetto di intervenire per due rapide cose: condivido molte delle cose dette da Sabatino D'Elia e non da pochi giorni. le iniziative a Roma sono in programma e piu' presto di quanto si creda.
    Per il Gestore LINO Q8: non so chi gl abbia riferito le cose relative all'incontro con la kupit: chi c'era ha visto e sentito che il confronto duro con l'azienda c'è stato e non riguardava neanche quei valori ridicoli pro litro. Non ha senso richiedere pochi spiccioli alle compagnie, è necessario, se esisterà una formadi contrattazione, andare su altri temi.

  • lino q8

    Caro Timpani,ti rispondo in ritardo scusami,mi è stato riferito da un tuo collega "fegica",sono curioso di capire quali sono gli "altri temi"
    grazie ,ciao

  • kazunori

    Ho avuto la fortuna di seguire il video con le dichiarazioni del sig scaroni(volutamente minuscolo)che dire innanzitutto poveretta sara' sua sorella :grin :grin e se ancora c'era qualche dubbio sulle strategie di mamma eni eccovi serviti :upset :upset Faremo tutti noi Gestori una brutta fine ma in questo momento sono felice perlomeno di non essere un Gestore eni alle dipendenze di questo pezzo di M...a. :sigh

  • kazunori

    Dimenticavo sig.Timpani mi permetto di dirle che il silenzio dei sindacati in questo ultimo periodo e' come si suol dire assordante,e qualsiasi iniziativa intenderanno prendere e' comunque tardiva,si doveva partire molto tempo fa.E lasciamo perdere colpa dei Gestori colpa del sindacato .e se si fa sciopero meta' rimarranno aperti etc etc ,un segnale forte bisognava comunque darlo.Invece di continuare a proclalmarli e poi sistematicamente revocarli :upset :upset :zzz :zzz

  • franca da mantova

    il sindacato a mantova aveva detto ai suoi gastori di non firmare h24, ma i Gestori hanno voluto fare di testa loro,sai vendono di più.
    oramai i Gestori firmano di tutto non hanno le palle di dire un no ai loro addetti commerciali

  • Gestore Eni Treviso  - A ROMA??? DAI, DAI

    E'STRETTAMENTE NECESSARIO SCENDERE A ROMA, BLOCCARE GLI INGRESSI DEGLI UFFICI ENI, FARSI RICEVERE, MA DOBBIAMO ESSERE NUMEROSI, TROPPI SUL WEB SCRIVONO E PUOI NON MUOVONO IL c**o. A TREVISO I PROBLEMI SONO ENORMI EPPURE GIA' QUI' RISPETTO AL DOVUTO SI E' IN TROPPO POCHI, BISOGNA TIRARE FUORI GLI ATTRIBUTI NON ESSERLO...!!!!
    MARCIAMO SU ROMA??? PRONTI QUA', RICORDATE CHE PER ORGANIZZARE BENE LE COSE CI VOGLIONO ALMENO DUE MESI DI PREPARATIVI. AVANTI

  • Lorenzo  - Bisogna agire

    cari amici,
    ognuno di noi ha una sua idea su quello che sarebbe meglio fare: sciopero sì, sciopero no!
    Ma tutti siamo tremendamente convinti che qualcosa vada fatto e subito!
    Intanto se siamo daccordo che il vero, primo grande problema è l'atteggiamento della dirigenza ENI, partiamo da lì.
    Quanti Gestori neo-h24 sono pentiti? Molti? tutti? Allora diano un segnale forte, aderendo finalmente ad uno sciopero di colore fatto bene. Si potrebbe cominciare col denunciare le pressioni per l'H24 e chiudere gli accettatori pre-pay (che so una settimana) e poi una giornata di sciopero di colore con manifestazione a ROMA davanti all'ingresso della compagnia.
    Se questa cede le altre le verranno dietro.
    In questo modo si ridurrebbe anche il problema di come resitere finanziariamente ad uno sciopero prolungato (molte gestioni saltano per aria per mancanza di credito non dimentichiamocelo).
    Ma occorre capire che la cosa va fatta e la deve fare la stragrande maggioranza... altrimenti tutti a casa!
    Sarebbe bene che questo blog, oltre a essere usato come valvola di sfogo servisse come tam tam per iniziative cocrete.
    E mi rivolgo anche al signor Timpani che "Gestori Carburant" lo legge con attenzione.
    Infine credo che sarebbe il caso di verificare con l'aiuto dei sindacati la possibilità ogni tanto di citare in giuzio le compagnie per abuso di posizione domninante. Tanto ai tavoli ci menano già per il c**o, vediamo se lo fanno davanti al giudice.
    Buon weekend a tutti.


  • Giancarlo TV  - re: A ROMA??? DAI, DAI
    Gestore Eni Treviso ha scritto:
    E'STRETTAMENTE NECESSARIO SCENDERE A ROMA, BLOCCARE GLI INGRESSI DEGLI UFFICI ENI, FARSI RICEVERE, MA DOBBIAMO ESSERE NUMEROSI, TROPPI SUL WEB SCRIVONO E PUOI NON MUOVONO IL c**o. A TREVISO I PROBLEMI SONO ENORMI EPPURE GIA' QUI' RISPETTO AL DOVUTO SI E' IN TROPPO POCHI, BISOGNA TIRARE FUORI GLI ATTRIBUTI NON ESSERLO...!!!!
    MARCIAMO SU ROMA??? PRONTI QUA', RICORDATE CHE PER ORGANIZZARE BENE LE COSE CI VOGLIONO ALMENO DUE MESI DI PREPARATIVI. AVANTI

    .

    Ma no dai ero io il fallito, voi eravate tutti bravi Gestori i conti li avevate aposto ecc. ecc.

    Non avete ancora capito niente, nel senso una scampagnata a Roma di mezza giornata o una al massimo non serva aun ca - - o, e lasciatemelo dire i vari : Parin, Finotto, Timpani, che dovrebbero " illuminarvi " sulla strada da seguire fanno solo proclami la storia INSEGNA SEMPRE ! ! !

  • Gestore Eni Treviso  - Sempre meglio che i tuoi consigli....

    Sempre meglio sentire i loro di consigli che i tuoi....!!! mi risulta che gli unici risultati tu li abbia portati a casa per merito di uno di loro, non certo per l'esserti crocifisso o messo in una bara (copione) davnti al municipio, o appoggiandoti alla Life!!!!
    Comunque ci sono almeno una trentina di colleghi della provincia di Treviso che ti hanno sentito ringraziare per il seguito che la Gisc e i loro iscritti ti hanno dato, quindi se hai voltato la faccia abbi almeno la decenza di non farcela più vedere...!!!!

    Se fossi poi al corrente di cosa ha prodotto realmente la discesa a Roma e altre iniziative avresti anche risparmiato di scrivere!

  • Flavio

    Ciao Giancarlo, è un piacere avere tue notizie ogni tanto. E forse hai anche ragione......

  • Giuseppe Pratola  - Gestori.... male comune

    Ciao a tutti,
    credo che il problema non sia di colore o compagnia, c'è una strategia alla selfizzazione degli impianti con il benestare del governo Monti et compagni di merende. Sulla pelle di noi Gestori.
    Nessuno a detto finore che ENI è per il 38% del tesoro, e solo in Italia un soggetto pubblico fa cponcorreza ai privati, si parla di parastato .... se fossi stato un Gestore ENI avrei chiesto l'assunzione dallo stato. Fin quando non ci sarà accordo tra le sigle sindacali e tra noi Gestori per una strategia comune i problemi saranno sempre gli stessi e noi staremo qui a piangerci addosso. Alcuni punti su cui tutti dovremmo essere d'accordo: minimo garantito per litro sotto il quale non si dovrebbe scendere MAI, campagne promozionali o scontistiche a carico esclusivo delle compagnie, rehgolarizzazione per le nuove aperture e non liberalizzazione selvaggia per garantire pochi personaggi o per dirla tutta pompe bianche per il riciclo dei soldi sporchi..... SEMPRE CON IL BENESTARE DI PERSONAGGI DA 40000 euro al mese e piu

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie