Gestire un distributore

Discussioni su qualsiasi argomento
Beppe

Gestire un distributore

Messaggioda Beppe » 18/09/2008, 21:15

Ciao a tutti, vorrei cambiare lavoro e non mi dispiacerebbe fare il gestore di un distributore di benzina. Ovviamente non so nulla di questa attività, nè come iniziare nè come fare per gestirlo.
Inoltre vi sarei grato se mi forniste, in via generale, quali e quanti sono i guadagni mensili di questo lavoro, le spese, se la gestione è per forza delle compagnie petrolifere o la gestione è privata, ecc... non so cos'altro mi possa servire come informazioni.
Lascio a voi tutta la libertà di darmi il maggior numero di informazioni possibili.
Se qualcuno fosse così gentile da darmi qualche informazione in merito a queste cose ne sarei enormemente grato.
Ciao Beppe


Ospite

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Ospite » 01/10/2008, 21:46

Ciao
per gestire una stazione di servizio oggi devi anticipare dei gran soldi e, se non hai altre attività collegate lascia perdere.Io gestisco una stazione insieme a mia moglie che vende circa 1.100.000 litri all'anno e devo dirti che a fatica riusciamo ad arrivare alla fine del mese. Non ne vale assolutamente la pena se consideri che lavori almeno 10 ore al giorno che devi combattere continuamente con una clientela sempre più arrogante e maleducata che attribuisce alla figura del gestore tutte le colpe del costo del carburante. Certo ci sono anche persone che comprendono la situazione e non danno quindi responsabilità al gestore ma ti assicuro che le conti sulle punta delle dita. Per quanto riguarda la compagnie petrolifere indipendentemente da quale essa si tu non conti assolutamente nulla sei solo un mezzo per far fare loro soldi. Per ottenere un qualsiasi rimborso devi diventare matto,in compenso di soldi te ne scuciono parecchi,vedi tramite campagne promozionali cali di giacenze buoni carburante ecc..
Se poi hai come me un retista come referente sei meno di nulla,considera che nel mio caso non mi riconoscono neppure quello che è scritto nero su bianco nel contratto nazionale tra sindacati e compagnia.
concludo dicendo che magari non tutti sono nelle mie condizioni ma ti garantisco che con una piccola media stazione di servizio oggi non ne vale veramente la pena troppi costi troppi compromessi e sopra tutto pochissimi guadagni.
Noi in due entrambi in regola in una gestione familiare riusciamo a mala pena a portare a casa 2500-2700 euri mensili applicando in pieno l'over price.
se vuoi un consiglio trovati un qualsiasi lavoro almeno avrai malattia pagata,ferie pagate (noi abbiamo 15gg ALL'ANNO) permessi vari tredicesima ecc..
Considera che noi abbiamo deciso di chiudere e cambiare lavoro perchè appunto non ne vale la pena.
Scusa il pessimismo ma non ti augurerei di vivere la nostra esperienza quello che ho potuto capire in questi 8 anni di gestione è che alla fine della fiera tu sei solo un esattore delle tasse e dell'iva per lo stato e un accumulatore di soldi per le compagnie mentre a te lasciano solamente le molliche.
Ciao e se vuoi qualche altra informazione fammi sapere.

Ospite

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Ospite » 03/10/2008, 9:30

..e come dare torto al collega ?!?!?
Purtroppo dal difuori, la nostra sembra una di quelle attività con la quale si posso fare soldi a palate, ma in realtà non è ASSOLUTAMENTE così , almeno non per la stragrande maggioranza degli impianti e soprattutto non se hai solo il carburante come fonte di rendita e non hai altri attività accessorie (bar lavaggio officina ecc. ecc.)
Oltre al danno, la beffa.
Ci becchiamo in continuazione gli insulti della gente che ci attribuisce la colpa dell'aumento dei prezzi (e come dargli torto visto la massiccia campagna mediatica fatta dai mass media pagati dalle compagnie petrolifere e dalla GDO) quando in realtà siamo penalizzati prima e più dei clienti, NOI GESTORI dall'impennata dei prezzi.
Io purtroppo non ho alternative, non ho un mestiere in mano e non saprei cos'altro andare a fare , quindi sono obbligato a cercare di stare a galla in questo settore dove si galleggia non più nell'acqua!

... un collega stufo

Ospite

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Ospite » 27/07/2009, 23:22

Io dopo dieci anni di gestione e il fegato spappolato sono diventato responsabile di un punto vendita a gestione diretta,lo spipendio è adeguato,lavoro 7,5 ore al giorno,se ho la febbre sto a casa,6 settimane di ferie l'anno,tredicesima e quattordicesima e ogni tanto qualche 500€ di premio se vinci i contest.
E se l'erogato cala non me ne frega un ................
Pensateci miei cari colleghi-excolleghi
Saluti a tutti

P.A.B.
Messaggi: 34
Iscritto il: 04/03/2009, 15:59
Contatta:

Re: Gestire un distributore

Messaggioda P.A.B. » 28/07/2009, 0:00

Questo signor Beppe ha fatto la domanda nel settembre 2008 che gli rispondi adesso? è gia scappato!! :D

Carlo

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Carlo » 21/08/2010, 19:04

Salve a tutti. Volevo rispondere anch'io a Beppe se possibile.
Io ho preso in gestione un distributore di benzina il primo ottobre dell'anno scorso. Dopo circa un anno spero di poterlo ricedere anche se con dispiacere perché il posto è meraviglioso e il lavoro è appassionante specie come nel mio caso l'impianto è dotato di officina, ponte elevatore, lavaggio ecc..
Il problema purtroppo caro Beppe è come ha spigato il signore collega nel primo messaggio. Per la società tu sei solo un numero non di più. Io ho dovuto spendere un sacco di soldi prima per prenderlo in gestione e poi per allestirlo praticamente la società da me ha incassato e basta. Chiaramente come diceva il collega nel discorso dei cali, sto ancora aspettando che questi mi vengono accreditati nelle mie casse e il risultato è che prima della fine dell'anno non me li accreditano e ti assicuro che sono diversi, parecchi soldi. Poi c'è un altra cosa. Quando presi questo distributore, il vecchio gestore s'era stufato di starci mandando così tutto a ballodole. Io con l'aiuto di mio padre (il signore gliene renda merito) che per fortuna è in pensione abbiamo fatto un lavoro straordinario riprendendo non solo i vecchi clienti ma addirittura ci siamo aggiudicati clienti statali, tipo carabinieri, municipio, forestale ecc..
Questi clienti qui pagano con la carta di credito della società, quindi significa che quei sodi non vengono diretti nelle tue casse ma prima passano nelle casse della società e loro a sua volta dovrebbero bonificarteli nelle tue casse nel giro di 2 o 3 giorni al massimo. Ieri mi sono accorto che era dal 2 di questo mese che non mi avevano più bonificato niente e sono una marea di soldi quello che ci avanzo da loro.
Scusa la parola ma immaginati l'incazzatura. Devo controllare anche se la società mi bonifica o no.
Poi c'è anche tutto quello che ha scritto il collega sul fatto dei clienti e roba varia.
Un saluto a te e a tutti quelli che combattono come me.

Ospite

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Ospite » 02/02/2011, 2:07

ma ke state dicendo...io gestisco un impianto della Esso a Napoli con bar,lavaggio e gommista riesco ad erogare circa 9 milioni di litri l'anno ma lavoro anche 16 ore al giorno apro alle 6 e chiudo alle 21 orario continuo...ci vuole la voglia e l'impegno nel fare le cose altrimenti toglietevi da mezzo e lasciate il posto a ki vuole veramente lavorare...

Avatar utente
un collega stufo
Moderatore
Messaggi: 342
Iscritto il: 17/09/2008, 16:54
telefono: 0
Località: Bologna
Contatta:

Re: Gestire un distributore

Messaggioda un collega stufo » 02/02/2011, 9:00

buon per te collega.
dici di erogare 9 milioni di litri.
complimenti !!!!
con quale margine pro litro?
quanto paghi di canoni di locazione per i locali bar,lavaggio e gommista ?
quanti dipendenti hai ?
tutti in REGOLA vero ?!?
alla fine dei conti qual'è il TUO UTILE NETTO ???
citazione :
Se un uomo non è disposto a correre qualche rischio per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla o non vale niente lui.
- Ezra Pound -

Gigi
Messaggi: 44
Iscritto il: 14/05/2010, 21:22
Cognome: nullo
Compagnia Petrolifera: nullo
consenso trattamento dei dati personali: Accetto
telefono: 0
Contatta:

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Gigi » 02/02/2011, 9:36

8-)
Mah.....9 miioni di litri :?: Forse si sbaglia :lol: ..900 mila :?:

Io da alcuni mesi gestisco un secondo impianto, prevedo che al 31 12 2011 (in totale 2 impianti) riuscirò a malapena a superare la soglia dei 3 milioni di litri e, dal misero ricavo, devo togliere 3 stipendi. Morale, rischio e lavoro tantissimo, anche più dell'ospite "chiaccherone" che adora usare la "K", e non guadagno per quello che lavoro.

Adesso sono al sesto anno di attività e, credetemi, l'ultimo anno è stato molto duro, ho preso "frustate" da clienti (che mi pagavano a fine mese) falliti e, preso atto dei consigli ricevuti dagli utenti del sito ho smesso di fare credito. Se avessi continuato a fare credito forse anch'io.........................venderei 9 milioni di litri :D :D :D :D :D :D :D :D

Buon lavoro a tutti (Gigi)

Mauro GE

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Mauro GE » 03/02/2011, 18:39

E' un po' burlone il ns amico di Napoli.
Riprende un post già vecchiotto;
Dice eresie in quanto ci saranno 5 distributori in italia che non siano autostradali che erogano 10 M/L/anno e naturalmente a credito;
Rende cafoni la nostra categoria agli occhi di un lettore del forum, e non e' così.
Secondo me non e' un gestore.
Ciao Mauro GE

Ospite

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Ospite » 04/02/2011, 14:38

bhe per fare 9 milioni di litri ci vuole!!!!! io faccio fatica a farne uno e sto da solo.... nn mi sembra una cosa veritiera..

marcy

Re: Gestire un distributore

Messaggioda marcy » 06/03/2011, 11:10

Ma allora devo lasciar perdere visto che io volevo prendere in gestione un distributore esso? Mi sembrava una idea allettante mettersi in proprio non essere più obbligato come lavoratore dipendente.E' proprio così negativo?

OIL&OIL

Re: Gestire un distributore

Messaggioda OIL&OIL » 16/03/2011, 1:33

ragazzi buonasera a tutti,
parlo da una posizone di mezzo....e cioè....ero assistente rete per una compagnia petrolifera....ed ora...dopo che mi hanno lasciato senza lavoro....faccio consulenza ai gestori.....consigliando loro le migliori strategie sulle scelte dei segmenti di vendita...se e quando applicare l'over price.....oppure il controllo dell'effettivo pagamento dei margini......etc etc etc......e devo convenire con tutti voi....che oggi è sempre più difficile far quadrare i conti su un impianto. Tasse, obblighi di legge, truffe, furti, campagne promozionali, iniziative di sconto in self......e quant'altro possiamo aggiunerci.
Alla fine della fiera......oggi le compagnie si stanno assicurando gli stessi litraggi dell'anno passato....alzando i prezzi......e facendo partecipare i gestori agli sconti rivolti alla clientela.....!
E questo è solo l'inizio.......se è vero quel che il governo dice...riguardo al bonus fiscale....(possibile interruzione a partire dal 2012)......allora saranno veramente dolori......vedremo tanti impianti chiudere.....ancora altre persone per strada.......e la colpa...????? Beh semplice......faranno un altro bel servizio, montato ad-hoc in tv.....nel quale parleranno di benzinai disonesti che rubano......!!!!!! E tutti si saranno lavati l'anima......!!!!!
beh mi sono sfogato....perdonatemi......!!!
Comunque i gestori restano la mia seconda famiglia.

Ospite

Re: Gestire un distributore

Messaggioda Ospite » 20/07/2011, 12:38

ciao a tutti io sono un gestore esso da almeno 8 anni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
vi posso garantire che tutto quello chi i miei colleghi anno detto è verissimo
non si riesce a quadagnare un cazzo, scusate il termine è un piccolo sfogo.
sono arrivato al punto di chiudere tutto il 31/12/2011 e lascio immaginare.

che la benzina se la bevessero tutti coloro che ci speculano io non ci sto.

giovy

Re: Gestire un distributore

Messaggioda giovy » 24/07/2011, 17:22

Ciao a tutti, leggevo qualche info, mi hanno proposto di prendere un impianto esso che nel 2010 ha venduto circa 1.100.000 litri di carburante, il gestore attuale ha oltre 65 anni e vuol lasciare, premetto che lui non fa sconti anzi mette un ulteriore aumento, non partecipa a nessun concorso con bollini e adesso è in perdita del 30% circa, dovrei investire o sborsare circa 35 mila euro x iniziare, ma da quel che leggo sembra che non mi convenga che mi consigliate provo o mollo tutto?????


Torna a “Discussioni Generiche”

cron