GestoriCarburanti

Mercoledì, Oct 01st

Last update:02:08:16 PM GMT

Benzina di stato, Eni pigliatutto

E-mail Stampa

II cane a sei zampe si aggiudica la fornitura di carburanti per la p.a. In ballo fino a 214 mln
Il Tesoro preferisce Scaroni a big come Q8, GdfSuez, Tamoil
E un pò come se fosse una partita di giro. Il Tesoro, al quale l'Eni ha garantito una cedola da 1,2 miliardi di euro, adesso potrebbe "ritrasmetterne" al cane a sei zampe fino a 214 milioni, alla faccia di chi, con spirito battagliero, si era candidato ad ottenere questo ambito gettone. Parliamo di gruppi energetici e petroliferi internazionali come Q8 (Kuwait), Tamoil (Olanda) e Gdf Suez (Francia).

Già, perché proprio nei giorni scorsi il colosso guidato da Paolo Scaroni si è aggiudicato la bellezza di 5 lotti, sugli 8 complessivamente assegnati dal ministero di via XX Settembre, per la fornitura di carburanti e gasolio alla pubblica amministrazione italiana. Davvero niente male, se si considera non soltanto la forza d'urto dei concorrenti sconfitti, ma anche il fatto che l'Eni è una società controllata dal Tesoro stesso, con un 3,93% del capitale detenuto direttamente e un 26,37% che fa capo alla Cassa depositi e prestiti.

I numeri in gioco danno le dimensioni del business. Dei 5 lotti incamerati dalla società di Scaroni, 4 fanno riferimento alla fornitura di carburanti per autotrazione (benzina super senza piombo, gasolio autotrazione e gasolio "artico", ovvero quello che resiste alle temperature più rigide). Questi quattro lotti coprono un'area geografica che comprende Trentino Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Il servizio ha una durata biennale e per Eni può arrivare a valere in tutto 186.975.790 euro, sempre che le pubbliche amministrazioni facciano pervenire richieste pari a un massimale di fornitura complessivo di 184 milioni di litri.

Un rapido calcolo ci fa capire che il carburante verrà fornito a poco più di 1 euro al litro, in un periodo in cui i valori si aggirano intorno agli 1,9-2 euro al litro. È bene precisare che tutta questa benzina servirà fondamentalmente per il funzionamento dei mezzi di servizio, per esempio dei Vigili del Fuoco, della Polizia e della Guardia di Finanza.

La Consip, ovvero la società del Tesoro guidata da Domenico Casalino e presieduta da Raffaele Ferrara che funge da centrale acquisti per la Pa, ha predisposto i documenti di gara che prevedono lo schema della convenzione da stipulare con chi si è aggiudicato il bando. La stessa convenzione dovrebbe consentire alle pubbliche amministrazioni di approvvigionarsi di carburante con un risparmio che oscilla tra il 2,2 e il 4,9% del prezzo mediamente praticato alla Pa. A questi 4 lotti, poi, l'Eni aggiunge anche quello incassato per la fornitura di gasolio da riscaldamento. Qui il valore può arrivare a 27.498.440 euro per un massimale di fornitura di 28 milioni di litri. Insomma, facendo le somme l'Eni, sempre che le ordinazioni dovessero equivalere ai massimali, potrebbe portarsi a casa fino a 214,4 milioni di euro. Una bella cifra, che spiega il motivo per cui per i vari lotti erano pervenute ben 12 candidature. Ed è qui che spuntano sorprese gustose, perché secondo quanto risulta a ItaliaOggi il cane a sei zampe ha avuto la meglio su big energetici e petroliferi del calibro di Q8 (Kuwait), di Cofely Italia (del gruppo francese Gdf Suez) e di Tamoil (sede in Olanda e siti estrattivi in Libia).

Alle altre società, per il momento, sembrano essere andate solo le briciole. Per esempio i 3 lotti rimanenti riguardavano la fornitura di gasolio da riscaldamento e hanno visto vincitrici alcune società italiane di distribuzione. Tra queste la Pvb Fuels e la Bronchi Combustibili. Solo il lotto 8, relativo alle regioni Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise ha visto prevalere il gruppo spagnolo Repsol.

Stefano Sansonetti - ItaliaOggi

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.