GestoriCarburanti

Martedì, Nov 25th

Last update:01:51:35 PM GMT

Nuovi modelli contrattuali, il 29 altro incontro

E-mail Stampa

Si terrà martedi 29 maggio il nuovo incontro tra Associazioni dei Gestori, Unione Petrolifera e Retisti per tentare una via comune, cosi come prevede l'articolo 17 del dl liberalizzazioni, per definire entro il 31 agosto 2012 nuovi modelli contrattuali da utilizzare nella regolazione dei rapporti Gestori - Compagnie petrolifere e titolari di impianti.

L'ultimo incontro ha visto un eccessivo stadio di arroccamento causato dalle riserve espresse in maniera preventiva dall'Antitrust che ha rallentato un processo sopratutto per la parte riguardante l'UP che ha inteso recepire con troppa enfasi la posizione espressa dall'autorità garante.

Questa situazione se non verrà risolta in vista dell'imminente scadenza del 31 agosto,  potrebbe costringere il ministero a far giungere alle parti una sua soluzione che non essendo condivisa potrebbe addirittura essere per tutti peggiorativa. Una ipotesi che, visto anche il momento economico dell'intero settore, dovrebbe dare lo stimolo a tutti per essere scongiurata.

Commenti (13)
  • Gigi

    8)

    Sento (alle mie spalle) puzza di glande, pronto con la sua asta ad infilarsi nelle mio già provato orfizio.

    Sicuramente le condizioni saranno peggiorative.

  • ivan

    Ma ricordati che la colpa è solo tua... ;)
    Vediamo "cosa" e CHI firmerà cosa...ma se saranno peggiorative la colpa non sarà sicuramente delle associazioni dei Gestori! :grin
    Visti i precedenti io mi fido più del ministero di quegli altri... :zzz

  • lillo lalla

    Ma che c***o vuole pure l'antitrast che sta consentendo in Italia la vendita di un prodotto allo stesso produttore,cosa vietatta dalla legge.
    Anche i ciechi vedono che questo e' un settore dove la concorrenza non esiste e che tra compagnie vi e' un cartello illegittimo.
    Esclusiva,dipendenza economica,distribuzione etc etc, sono tutti argomenti che i sindacati dovrebbero cominciare a denunciare in tribunale,fare una bella class action,cosa aspettiamo?le gestioni sono quasi morte,non vorrei che i sindacati si deecidono di fare le cause quando non avranno piu' iscritti?Coleghi,come la vedete voi?

  • Mirco

    le cause purtroppo le dobbiamo fare da soli....e vi assicuro che si vincono

  • adriano

    scusa, siccome sono in causa anch'io. potresti darmi i termini delle cause già vinte da Gestori?

  • ivan

    Io no...ma gli altri per cosa hanno pagato la quota sindacale??

  • Anonimo  - Gestore eni

    sarebbe il momento di cambiare i parametri con delle regole commerciali e non a cottimo.
    il margine prolitro VIA.
    aggio in percentuale .
    il costo se lo devono dividere compagnie e governo (visto che incassiamo accise).
    aggio del 10 %, decidano loro come farsi carico delle percentuali.
    i soldi contanti degli accettatori devono essere coperti da polizza assicurativa non a carico del Gestore.
    in caso contrario self solo con moneta elettronica.
    i contributi per campagne e puttanate varie il Gestore deve partecipare solo se ha un incremento di vendite in rapporto allo storico del impianto.
    le associazione di categoria non possono trattare parti economiche riguardanti le gestioni (aggi partecipazioni a campagne ecc.),solo ed esclusivamente normativa di contratti forma e durata.

  • robin

    Concordo con il collega,le cause si vincono anche perche' il nostro tutto e' tranne che un comodato,infatti noi paghiamo un fitto con l'acquisto del carburante e poi visto che non possiamo decidere il prezzo si pone pure il problema se questo e' un rapporto di lavoro subordinato o cosa.Ci mandassero via quando vogliono,nessuna resistenza verra' opposta,ovviamente ci devono pagare il portafoglio clienti che abbiamo creato negli anni tenendo aperto un distributore in molti periodi passivo,rimettendoci i nostri risparmi o debiti.Ci pagassero pure il taglio dell'erba della loro proprieta' che abbiamo operato a spese nostre per tanti anni,questo non era nel contratto,che ne dite?

  • Anonimo

    secondo me la causa per abuso di posizione dominante non si vince e sapete perchè...
    perchè "Un'impresa detiene una posizione dominante sul mercato laddove la quota di produzione e vendita di beni e servizi, che essa ha raggiunto rispetto alle altre aziende concorrenti, le permette di operare sul mercato in condizione di netta superiorità rispetto alla concorrenza."

    Noi Gestori non siamo "la concorrenza"delle compagnie...

  • Alex

    Caro anonimo,
    il termine posizione dominante non si riferisce al mercato, quello non è un problema nostro hai ragione !
    Ma se noi lo usiamo nel rapporto fra Gestore azienda, sicuramente la posizione dominante non è la tua ?
    Quindi, l'azienda si perette i trattarti come ti tratta, solo perchè lui nei tuoi confronti ha una posizione dominante, dove tu povero Gestore dipendi solo da lui, in alre parole tu sei un lavoratore subordinato, un operaiosenza diritti perchè hai la partita IVA e non puoi lavorare cn altre aziende al di fuori della tua compagnia, questa è la posizione dominante. CHE DOMINA SU DI TE.
    Non puoi decidere il prezzo di acquisto,
    Non puoi decidere il prezzo di vendita,
    Non puoi decidere gli orari,
    Non puoi decidere da chi rifornirti,
    Non puoi decidere che abito indossare x lavorare,
    Non puoi decidere se uscire con tua moglie,
    Mi spieghi a che serve la nostra partita iva ?

  • robin

    Bravo collega Alex vedo che tu non sei per niente sprovveduto,hai capito il problema,questo significa che come me stai cercando di informarti come arginare nel momento giusto la prepotenza della compagnia,vero?
    Mi ripeto,motivi per spuntarla ce ne sono a iosa,anche le banche pensavano di essere forti con gli interessi anatocistici,ma poi la giurisprudenza e' cambiata e gli hanno rotto il c**o.Quindi,fede e decisionismo.

  • Ivan

    Avete già avviato la causa??

  • Mirco  - re:
    robin ha scritto:
    Bravo collega Alex vedo che tu non sei per niente sprovveduto,hai capito il problema,questo significa che come me stai cercando di informarti come arginare nel momento giusto la prepotenza della compagnia,vero?
    Mi ripeto,motivi per spuntarla ce ne sono a iosa,anche le banche pensavano di essere forti con gli interessi anatocistici,ma poi la giurisprudenza e' cambiata e gli hanno rotto il c**o.Quindi,fede e decisionismo.


    Il problema e' la"dipendenza economica"se la compagnia ti spiazza con i prezzi rispetto ad altri impianti dello stesso marchio , ti crea un danno.....e ti deve pagare le perdite di guadagno rispetto al venduto nazionale scorporato dal calo nazionale, non solo i carburanti ma anche olio ,lavaggi,ecc. Tutto in percentuale.solo se sei in comodato se invece sei un associato te le incarti......

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti: