GestoriCarburanti

Domenica, Oct 21st

Last update:08:01:15 AM GMT

Distributori carburanti: iscrizione all’anagrafe degli impianti prorogata al 24 agosto

E-mail Stampa

mise esternoI titolari degli impianti di distribuzione carburanti stradali e autostradali hanno tempo fino alla data del 24 agosto 2018 per iscriversi all’anagrafe degli impianti. Lo ha comunicato il Ministero dello Sviluppo Economico informando altresì che, a breve, sarà a disposizione, sul proprio sito web, la piattaforma informatica necessaria per l’adempimento e che al Ministero non deve essere presentato alcun documento cartaceo.

Con un comunicato stampa del 5 febbraio 2018, il Ministero dello Sviluppo Economico informa i titolari degli impianti di distribuzione carburanti stradali e autostradali che l’obbligo di iscrizione all’anagrafe degli impianti di cui all’art. 1 comma 100 della Legge n. 124/2017 è stato prorogato fino alla data del 24 agosto 2018 dall'art. 1, comma 1132, lett. a) n. 1) L. n. 205/2017.

Inoltre comunica che l’iscrizione all’anagrafe degli impianti e la contestuale presentazione della dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che dovrà essere indirizzata al MiSE, alla Regione competente, all’amministrazione competente al rilascio autorizzativo o concessorio e all’ufficio dell’Agenzie delle dogane e dei monopoli, dovranno avvenire esclusivamente tramite l’apposita piattaforma informatica del MiSE, attualmente in corso di predisposizione, che sarà disponibile a breve sul sito web dello scrivente Ministero, senza necessità di inviare nulla agli altri Enti sopra richiamati, al fine di ridurre gli oneri amministrativi a carico delle imprese. Ciò al fine di consentire l'interoperabilità tra le banche dati esistenti presso il Ministero dello sviluppo economico e presso l'Agenzia delle dogane e dei monopoli relativamente al settore della distribuzione dei carburanti così come richiesto dalla Legge n. 124/2017.

Non dovrà, pertanto, essere inviata alcuna documentazione cartacea al Ministero.

Commenti (12)
  • mario da parma

    questo è lo stato in cui si trova il paese

  • Guido

    ...speriamo che almeno con questa iscrizione,si cominci a far piazza pulita degli impianti incompatibili......

  • Anonimo

    ne vedremo delle belle al sud.....

  • Anonimo

    ma l'iscrizione che la devono fare i Gestori ?

  • anonimo

    DELL'ENNESIMO SCANDALO ENI NON SI PARLA?

  • zizou

    sentiamo sentiamo

  • OLEOBLITZ

    L'iscrizione all'elenco compete. sotto la loro responsabilità, ai titolari delle autorizzazioni alla vendita carburanti quindi non ai Gestori....i titolari/proprietari dell'impianto/i con autocertificazione devono dire se il loro impianto è o non è compatibile con tutte le norme del codice stradale, sicurezza elettrica e norme ambientali....etc etc etc......

  • KAZUNORI

    Quindi se ne occuperanno compagnie e retisti...?? devi avere pero' l'impianto in regola con tutto ...o sbaglio ??

  • OLEOBLITZ

    eeeeeh siiiiiiii caro Kazunori......l'impianto deve essere in regola con le normative vigenti, antincendio , stradale, elettrico, raccolta acque, e tutto quel ke necessita perché non risulti incompatibile....se ne vedranno delle belle, perché dopo l'inserimento nell'elenco al Mise chiunque potrà denunciare se un impianto è incompatibile e saranno obbligati al controllo della situazione sia il Comune sia la guardia di finanza, sia l'agenzia delle dogane che non più darà il registro UTIF nel caso si riscontri delle irregolarità, ENI non ha nessuno mpianto incompatibile e sta iniziando a spingere per un bel ripulisti generale ed è ORA ......sta a vedere che prima di morire vedrò una bella chiusura di migliaia di impianti.....sarebbe ora !!!!! come vado dicendo da anni, i Gestori rimasti avranno una speranza in più di farcela e ke caz :grin

  • Di Vincenzo Vincenzo

    sempre proroghe e rinvii!!!!
    è una barzelletta che va avanti da quando ho iniziato a fare il Gestore, 56 anni fa!!!.
    Riunioni, convegni solo parole al vento.
    non credo più a nessuno, vado avanti fino a quando ho la forza, poi ADDIO.
    la delusione è tantissima, avete permesso a questa gentaglia di fare i propri interessi senza essere disturbati
    VERGOGNA SENZA LIMITI

  • Anonimo

    denuncia anonima?

  • Anonimo  - re:
    anonimo ha scritto:
    DELL'ENNESIMO SCANDALO ENI NON SI PARLA?

    Che è successo?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie