Gesto disperato di un Gestore, contromano sulla provinciale per fuggire all’assalto dei banditi

Viene speronato dall’auto di un commando pronto a tutto, ma riesce a scappare fuggendo contromano sulla provinciale pur di salvare la vita e l’incasso di una giornata di lavoro.

Serata di terrore per il titolare della sstazione di servizio IP al confine tra Bitritto e Sannicandro. Ieri, intorno alle 19.45, l’uomo si stava dirigendo a casa, ma da una stradina all’altezza dello svincolo Bitritto sud è sbucata l’auto dei banditi.

L’auto usata per l’assalto è una Fiat Bravo rubata in mattinata a Sannicandro. L’intento era quello di bloccare l’uomo e rapinarlo, per questo sono sbucati da una stradina buia nelle vicinanze dell’impianto.

Il commerciante si è salvato solo grazie alla disperazione. L’uomo, infatti, ha saltato un cordolo spartitraffico, abbattuto la segnaletica stradale e imboccato contromano, seppure per poche decine di metri, la strada provinciale 236, raggiungendo cosi la vicina Sannicandro e riparandosi presso la stazione dei Carabinieri.

La banda di individui incappucciati non ha potuto fare altro che scappare su un’altra auto, essendo quella usata per il colpo ormai distrutta. Per il commerciante si tratta del quindicesimo assalto in pochi anni. Il rischio altissimo è quello di dover raccontare prima o poi di una tragedia.

Lascia un commento

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami