Il Self Service va in tilt: fanno il pieno gratis, ripresi dalle telecamere

Stazione di servizio in tilt, con pompe che erogano litri di gasolio gratuitamente, e automobilisti in coda per fare il pieno. Tutti a rischio di denuncia per furto, tutti ripresi dalle telecamere del sistema di videosorveglianza. Rischiano denuncia per furto gli automobilisti che nella giornata di domenica sera hanno fatto rifornimento al distributore Menga sulla strada tra Cellino San Marco e San Pietro

Un guasto di natura tecnica ha bloccato il servizio di self service a partire dalle 19 con contestuale attivazione automatica delle pompe, senza pagamento del corrispettivo. Con la conseguenza che in molti si sono presentati per fare rifornimento a costo zero.

Il passaparola è stato immediato tra telefonate e chiamate su Whatsapp, fino a quando, attorno alle 22, qualcuno ha avvisato i titolari della stazione. Nel frattempo, sono stati erogati litri e litri di carburante gratuitamente. Con danni per gli ignari gestori i quali, una vota arrivati sul posto, non hanno potuto fare altro che prendere atto della situazione e correre ai ripari.

Il guasto, infatti, è stato superato, ma resta il fatto che in tanti non si siano lasciati scappare l’occasione di fare il pieno senza pagare. Quanti? E chi? Le risposte ai due interrogativi potranno arrivare dalla visione del filmato registrato, in quell’arco orario, dalle telecamere del sistema di videosorveglianza della stazione di servizio. Gli automobilisti potrebbero essere identificati partendo dal numero di targa.

Fatto sta che i titolari hanno provveduto a sporgere denuncia, al momento contro ignoti, presentandosi questa mattinata negli uffici dei carabinieri ai quali hanno consegnato il dvd del filmato.

Per evitare di finire nella lista dei denunciati, gli automobilisti p

ossono regolarizzare la propria posizione presentandosi per il pagamento. L’invito è stato rivolto dagli stessi titolari della stazione di servizio con un cartello affisso su ogni pompa. “Chi si presenta volontariamente non andrà incontro a denuncia”, dicono.

Fonte: Brindisi Report

Lascia un commento

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami