Servire per Stupire – Viaggio empatico per collegarsi con il Cliente

Quando ho conosciuto Angelica Perini sono rimasto realmente sorpreso della sua capacità e incredibile forza nel voler, a tutti i costi e con una passione smisurata, valorizzare la figura del Gestore di una stazione di servizio. Ha scritto un bellissimo pezzo che abbiamo tutti potutte apprezzare e dove ci siamo rivisti; “L’importanza di un Gestore

Ci scambiamo un po di messaggi relativi al nostro mestiere, lei mi ha scritto che vorrebbe fare due righe partendo da questo spunto ” Il BENZINAIO è il lavoro che tutti i bambini hanno sognato di fare almeno una volta, ai sogni dobbiamo dare valore. Lo trovo bellissimo.

Tutta questa premessa per dire intanto che tra molte nubi prima o poi filtra la luce. E poi per raccontare che c’è ancora chi crede fermamente a questa figura professionale.

Angelica è una di queste  persone e realizza corsi formativi indirizzati ai Gestori ed al personale delle stazioni di servizio. 

L’ultimo in ordine cronologico è avvenuto ieri organizzato da C. Galdieri & Figli S.p.A. e indirizzato ai gestori e al personale delle 11 stazioni di servizio. La giornata formativa condotta dalla dott.ssa Angelica Perini e coordinata dal General Manager, Roberto Galdieri si è svolta avendo ad oggetto l’importanza della valorizzazione del cliente e dell’attenzione ad esso riservata attraverso l’offerta di servizi.

“La nostra cultura è il servizio, la nostra passione è il cliente, la nostra arma vincente la professionalità… noi siamo benzinai” (Roberto Galdieri)

“La cortesia è una combinazione di intuizione, professionalità e tanta umiltà…io la chiamo SERVIZIO AL CLIENTE” (Angelica Perini)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
8 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Max
Max
1 anno fa

io a questi nuovi arrivati gli farei lezione direttamente sul piazzale..tempo mezz’ora e vedi come gli passa la voglia di fare il ‘benzinaio’..mi meraviglio che questa azienda, che in questi giorni e’ pure nell’occhio del ciclone, faccia ancora corsi formativi sull’importanza del gestore quando lei stessa ha mandato i suoi scagnozzi sugli ex impianti totalerg a farci firmare a tutti costi l’area piu’ sotto le solite velate minacce rosicando ancora quel misero margine che oggi non ti permette piu’ neanche di pagare le spese..ma la Signora Perini ci va mai sugli impianti o vive nel suo mondo fatato raccontando un’immagine tutta rosa e fiori che ormai non esiste piu’?
ma che passione dovrei avere verso clienti che ti considerano solo un numero e che prima di entrare passano in rassegna il cartellone dei prezzi?
che professionalita’ dovrei avere con chi pretende tutto a gratis?
Se la Signora ci tiene tanto ai gestori inizi ad interrogare la sua azienda su come si fa a mantenere una famiglia con 20 centesimi lordi,con i soldi dei conguagli che non arrivano,con le carte petrolifere ancora non bonificate..e che cavolo!

Max
Max
Rispondi a  Redazione GC
1 anno fa

si il corso sara’ stato organizzato per il retista,ma gli allievi saranno su impianti a marchio IP azienda per la quale la Dott.ssa Perini lavora e tiene corsi formativi..correggetemi se sbaglio..

Alex
Alex
Rispondi a  Max
1 anno fa

2 centesimi, 20 millesimi, altrimenti ci scambiano pr ricchi

Perez
Perez
1 anno fa

Le parole, quelle belle che tutti vogliono sentire per provare emozioni… Poi quando ti trovi di fronte la realtà nuda e cruda rimani deluso e capisci che quelle belle parole sono uscite da bocche pagate per verniciare il grigiore in cui ci siamo infilati.
I corsi dovrebbero anche far vedere filmati di gente che entra nei piazzali e avanza le richieste più assurde, a gestire chi fa rifornimento e nn paga, chi ti accusa di essere un ladro ma tu nn sei responsabile della situazione, insomma, dovrebbero rispecchiare la realtà e nn scenari hollywoodiani dove è tutto bello e tutto rosa.

Moreno
Moreno
Rispondi a  Perez
1 anno fa

Il problema è che nonostante il nostro margine sia di dominio pubblico, ci sono persone che pensano di vendere 1 milione di litri e guadagnare 30000 euro. Sulla carta è così ma nella pratica con un milione di litri su un impianto a fine anno ci rimetti pure qualcosa, e questo per i motivi che solo un gestore può capire.
Quindi è inutile lamentarsi fatto fuori un gestore c’e Subito un’altro pronto A prendere il suo posto, magari giovane che è ancora ubriaco dalle parole che questi funzionari gli dicono.

Alex
Alex
1 anno fa

Mi emoziono

sentendo passare di nuovo

i motorini truccati, le autoradio veloci

e il profumo dei tigli

mischiato ad un altro più strano

mi fa ricordare

che da bambino

sognavo di fare il benzinaio

Di colpo

oggi come allora la stessa

fatica a stare in casa

e annusando l? aria di nuovo

con la stessa smania di allora

con la stessa voglia di andare

scappare

dove non sono stato mai

… Primave-ee-ra, primave-ee-era

primave-ee-ra, primave-ee-era

E’ Primavera

e mi prende un bisogno di leggerezza

e di pesanti passioni e un sentimento

indefinibile al tramonto

dalla finestra guardo il mondo

e mi viene voglia di tuffarmi

lì dentro

… e mi viene voglia di non lasciarlo mai

E’ Primavera

e torna come allora una voce

che dice

“Lascia ad altri i progetti

troppo lunghi

arricchisci il tuo tempo e non cercare

più del pane quotidiano

lasciati andare alla vita

e non disperarti mai”

… Primave-ee-ra, primave-ee-era

primave-ee-era, primave-ee-ra
Queste parole cantava Luca Carboni negli anni passati, parole che si possono confondere nella realtà di oggi per chi ha ancora voglia di vivere nella speranza.
Fare dei corsi e come quando un paziente stanco investe fiumi di denaro per cercare una soluzione con le medicine, quando basterebbe riposarsi qualche giorno ottenendo risultati migliori senza effetti collaterali. Di maestri sui problemi degli altri ne abbiamo visti tanti. Non voglio offendere nessuno, così come non voglio essere offeso da nessuno, chi inventa determinate professioni, non sono reali invenzioni ma sono spunti di vita vissuta del passato dei gestori, sono gesti e azioni inventate da noi e da chi c’era prima di noi.
Al gestore oramai manca lo stimolo, l’entusiasmo, il sorriso, la forza, la voglia di vivere, la stima per se stesso, la propria dignità I SOLDI.
Il gestore oramai è quel santo senza aureola che guadagna meno di un pinco pallino come mr.motorist e mantiene impiedi un azienda,
guadagna meno di colui che si fa chiamare ispettore solo perché infila il termometro nelle cisterne,
guadagna meno di quello che viene a cambiare una lampadina.
Il gestore è colui la quale il cliente chiede i guanti del fai da te, mentre paga la busta della frutta al supermercato.
Il gestore è colui che anticipa il denaro per conto del azienda al iperself.
Non continuo per non essere noioso,
Ma da grande voglio fare il benzinaio, lo cantava Luca Carboni per esaltare l’animo innocente del bambino che abbiamo dentro e non la realtà del animo vissuto del gestore.