Mercato auto, i veicoli a benzina sorpassano quelli diesel

Lo rileva l’analisi di E&S che registra ad agosto incrementi anche per modelli a metano (+34%), Gpl (+18%), ibridi (+5,6%) e il boom degli elettrici puri (+181,1%)

Il mese di agosto ha registrato un numero di immatricolazioni pari a poco meno di 90.000, in leggero calo (-3,5%) rispetto allo stesso mese del 2018. La riduzione è dovuta soprattutto al calo consistente registrato dai diesel, che hanno perso oltre il 34% rispetto al mese di agosto 2018.

E’ quanto riporta la rilevazione mensile relativa al mercato automotive in Italia elaborata da Energy&Strategy (E&S) Group del Politecnico di Milano. L’analisi segnala che questa riduzione tuttavia è stata compensata da un forte incremento dei veicoli a benzina, le cui immatricolazioni sono cresciute di oltre il 45% e hanno superato quelle relative ai diesel.

Anche i veicoli a metano, risultano in crescita di circa il 34% rispetto al mese di agosto 2018. Trend positivo anche per i Gpl ed i veicoli ibridi, che guadagnano rispettivamente 18% e 5,6% year-on-year.

Ancor più evidente questo trend per i veicoli elettrici puri, le cui immatricolazioni sono pari a 534 unità registrando un incremento rispetto al mese di agosto 2018 pari a +181,1%. La riduzione delle emissioni di CO2 dovuta alle nuove immatricolazioni del mese di agosto è pari a poco più di 69.000 tonnellate all’anno, che porta il cumulato annuo a circa 1.000.000 tonnellate all’anno. Il calo è dovuto in larga parte alle nuove immatricolazioni di veicoli diesel (38,7%) e benzina (40,3%). Contenuto l’apporto delle altre motorizzazioni ed in particolare dei veicoli elettrici, che però arrivano a “pesare” per circa il 1,6% a fronte di una quota di immatricolazioni dello 0,6%.

  • 68
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
anonimo
anonimo
1 anno fa

sai cosa interessa ad un benzinaio se i veicoli a benzina superano quelli diesel?

Massimo
Massimo
Rispondi a  anonimo
1 anno fa

Pessimo intervento da benzinaio vero. Ricordati che a tacere si fa sempre una buona figura.

Massimo Moroni
Massimo Moroni
Rispondi a  Massimo
1 anno fa

in effetti ad un benzinaio non gliene frega nulla,,, dal canto mio il gasolio doveva essere vietato alla trazione leggera e riservato solo ad operatori economici… dato di fatto che l’utenza non capisce una emerita se..a e ci saremmo risparmiati gli annosi litigi coi coglioni di turno fregati dal meccanico solerte che indirizza a carico del benzinaio i problemi sorti sulle vetture…

mauro
mauro
Rispondi a  Massimo Moroni
1 anno fa

concordo in pieno quanto hai scritto