Dopo incontro con Patuanelli e De Micheli situazione resta fortemente critica

I GESTORI INCONTRANO I MINISTRI DELLO SVILUPPO ECONOMICO E DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI, ILLUSTRATE IPOTESI DI LAVORO, MA LA SITUAZIONE RESTA FORTEMENTE CRITICA

Faib, Fegica e Figisc/Anisa incontrano in teleconferenza il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli e la Ministra delle Infrastrutture e Trasporti, Paola De Micheli.

Le Organizzazioni di Categoria danno atto ai due Ministri di essere intervenuti -anche propositivamente- per sbloccare la situazione anche se al momento non si registrano interventi immediati e tangibili per consentire ai Gestori di avere quei provvedimenti urgenti che pure avevano chiesto.

Ci sono sul tavolo ipotesi di lavoro che, però, verranno approfondite nei prossimi giorni

Nelle prossime ore si apriranno, da una parte, tavoli con il MiSE il MEF ed il Ministero del Lavoro per affrontare tematiche specifiche e dall’altra i titolari dei Dicasteri si attiveranno nei confronti di Società Concessionarie e Compagnie Petrolifere, per trovare idonee soluzioni – in tempi brevi- alle problematiche portate all’evidenza.

Faib, Fegica e Figisc/Anisa, pur riconoscendo l’impegno ad alto livello da parte del Governo, alla luce della mancanza di soluzioni a breve, conformano il notevole stato di disagio della Categoria e la forte difficoltà a garantire l’attività: ciò, inevitabilmente, porterà alla chiusura delle aree di servizio -a partire da quelle autostradali- si troverebbero nell’impossibilità di pagare i dipendenti e i rifornimenti.

La situazione con le caratterizzazioni del caso potrebbe poi coinvolgere in seguito anche la rete ordinaria.

L’invito dunque è a fare presto e ad acquisire tutti i consensi necessari del Governo per approvare le ipotesi illustrate

Se dai tavoli promossi dai Ministri emergeranno le condizioni per consentire agli Impianti la piena operatività, le Organizzazioni di Categoria saranno liete di, garantire in sicurezza, l’attività di rifornimento.

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

7
Lascia un commento

avatar
  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
pippo
Ospite
pippo

Perché avete fatto la riunione in teleconferenza ? Perché non vi siete trovati davanti al solito tavolo ? Perché forse avete paura del virus
Allora spiegate a questi poveri idioti di gestori ,perché devono aspettare i prossimi giorni ? fate aspettare anche il virus ?o siamo immuni Chiudete tutto e tutti a casa l Italia non si ferma

Franco
Ospite
Franco

Ma che cazzate dici.. ma collegare prima il cervello ?? Io al tuo posto farei un tampone.

pippo
Ospite
pippo

Sbagliando ho cliccato invio Il continuato era : L Italia non si ferma se chiudono qualche centinaia di P V , se i ns governanti fanno le Conference call. perché noi dovremmo restare in impianto con una mascherina di carta e senza guanti ,senza disinfettante ?Oggi siamo un servizio pubblico ,e ieri ? Non ci siamo rotti le palle che ci sia sempre qualcuno che decida,anche sulla ns vita ? Io si .Caro FRANCO ,il cervello per collegarlo o scollegarlo si deve avere
I TAMPONI non nominarli nemmeno o farai la figura del cretino

Beppe
Ospite
Beppe

Tutte le categorie vanno dal governo a chiedere di tutto…vi rendete conto che lo stato incassa quasi zero ed è alla canna del gas peggio di noi?
Dove dovrebbe prendere tutti questi soldi per fare fronte alle richieste?

pippo
Ospite
pippo

BEPPE ,ti ricordi i vitalizi ? gli stipendi da 20 mila € al mese dei ns deputati ? le truffe da 7/8 miliardi sui carburanti ? le tangenti ?i manager pagati milioni ? pensioni da 5000 € al mese di ex deputati ?se vuoi si può scrivere un libro Ecco dove dovrebbero prendere i soldi

Alex
Ospite
Alex

Pippo sono con te il denaro non è stato mai disponibile x noi partite iva, x gli altri c’è sempre stato.
Quando chiediamo noi qualcosa nascono sentimentalismi del piffero e valori etici di un altro piffero

Massimo Moroni
abbonato
Massimo Moroni

il solito tavolo inconcludente,,,