Fegica, sospendiamo giudizio, urge liquidità

Corsa contro il tempo per rifornire impianti e comprare prodotti

l ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli si è impegnato, nel corso della conference call con le associazioni dei gestori degli impianti di benzina, a convocare un tavolo tecnico tra Mise, Mef e ministero del Lavoro per valutare le misure a favore della categoria che possono essere adottate dal governo, per esempio benefici di tipo fiscale. A quanto si apprende da chi ha partecipato alla video call, nelle intenzioni del ministro il governo dovrebbe portare risultati a brevissimo, nel giro “di ore o di pochi giorni”.

“Siamo grati al governo” per la volontà di convocare un tavolo tecnico che dia risposte a breve, “ma siamo costretti a sospendere il giudizio” in attesa di fatti concreti. Così la Fegica al termine della conference call con il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, e la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli.

“La situazione – affermano il presidente Roberto Di Vincenzo e il segretario Alessandro Zavalloni – è la stessa di 24 ore fa. Non abbiamo proclamato uno sciopero, – chiariscono – le chiusure, se ci saranno, saranno perché manca la liquidità. E’ una corsa contro il tempo per trovare una soluzione per iniettare la liquidità sufficiente, magari con la collaborazione delle compagnie e dei concessionari autostradali, per poter rifornire i punti vendita e comprare il prodotto. I distributori possono anche restare aperti ma tra poco saranno senza prodotti”.

  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0 0 Vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti