Stop del Tar Liguria alla costruzione impianto Enercoop

Il Tribunale amministrativo regionale per la Liguria ha accolto la domanda incidentale, presentata dalla Faib e dai gestori degli impianti di distribuzione carburanti della Val di Magra, di sospensione dell’esecuzioni dei provvedimenti impugnati in riferimento all’annosa questione del distributore a marchio Coop.

“E’ la seconda volta nel giro di pochi anni – commenta soddisfatto Aldo Datteri, presidente Faib Confesercenti– che il Tar Liguria accoglie in pieno le nostre osservazioni sottolineando come il ricorso appaia assistito da sufficienti elementi di fondatezza, sotto il profilo del mancato approfondimento istruttorio e motivazionale dei rischi derivanti dalla realizzazione dell’impianto in zona qualificata come soggetta a pericolosità idraulica”.

Si fermano, quindi, nuovamente i lavori presso l’impianto Enercoop, dopo che il Comune di Sarzana aveva autorizzato, con nuova procedura, il permesso di costruire l’impianto presso il cantiere avviato da Talea Gestione Immobiliare Spa.

“Questa notizia rappresenta un’iniezione di fiducia – sottolinea Fabio Lombardi, responsabile sindacale Confesercenti della Val di Magra – per una categoria che da tempo versa in gravi difficoltà gestionali ed economiche. Ringraziamo l’avvocato Daniele Granara con il quale abbiamo iniziato questa battaglia ormai diversi anni fa e oggi, così come all’ora, siamo presenti al fianco delle aziende che rappresentiamo”.

  • 26
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Marco
Marco
5 mesi fa

Sono contentissimo!! Ancora non capisco, come il Comune abbia fatto RIpartire lavori giá bloccati!!! Lascio a voi la disposta……..

mario
mario
Rispondi a  Marco
5 mesi fa

i comuni stanno sempre dalla parte dei forti