Margini carburanti restano su livelli record

Staffetta Quotidiana – Dopo l’impennata di marzo, pur essendo scesi di una manciata di millesimi, nel mese di aprile i margini sui prezzi dei carburanti alla pompa sono rimasti su livelli record, mai visti da almeno 20 anni, da quando cioè la lira ha lasciato il posto all’euro.

La media mensile della benzina è scivolata di 17 centesimi dai livelli del mese precedente, posizionandosi a 0,296 da 0,303 euro/litro; quella del diesel è persino salita di un millesimo a 0,264 euro/litro. Il picco record registrato il 23 marzo per la benzina, quando il margine è schizzato a 0,357 euro/litro è rimasto inviolato, mentre quello del gasolio del 16 marzo a 0,286 euro/litro è stato aggiornato nell’ultima rilevazione del mese a 0,287.

Di fronte all’incertezza sui mercati internazionali, col Wti sceso addirittura sotto zero, i prezzi interni continuano ad adeguarsi a rilento, anche a fronte della scarsità dei volumi erogati (Vedi Servizio su Staffetta) . 

Per gentile concessione di Staffetta Quotidiana 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
7 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Gestore Eni
Gestore Eni
4 mesi fa

Ma che caxxo vuoi calare i prezzi se io ho ancora nelle cisterne della benzina scaricata agli inizi di marzo…

Violi pasquale
Violi pasquale
4 mesi fa

Per i gestori è sbagliato dire margine alla pompa, poiché il margine alla pompa non è mai cambiato. Perché non si esprimono con margine delle società petrolifere o altro?

gioeni
gioeni
4 mesi fa

Ma che ….. dite? io so solo che con le vendite fatta a marzo ed ad aprile non ho pagato neanche le spese fisse… anzi ho dovuto mettere dei soldi miei per tenere aperto l’ impianto in quanto obbligati perché siamo “un servizio di pubblica utilità”… grosso modo con le vendite fatte ho pagato la metà delle spese fisse, e io mi ritengo uno di quelli che ha perso meno, “solo il 70% in meno ho fatto…” vedete voi…

Alex
Alex
4 mesi fa

Finalmente dei colleghi sinceri.
Spesso in questi giorni abbiamo lavorato x 7/8 Euro al giorno, se consideriamo che pago mediamente 15 solo di corrente, il resto lo potete immaginare.
Tutto questo non cambierà a breve.
Se si considera che dobbiamo presidiare l’impianto x 52 ore settimanali dal momento che il nostro ruolo di gestore negli anni si è trasformato in prestatore di manodopera a basso costo.
Considerando che copriamo più ore delle altre attività commerciali, oltre a non avere spazio per i figli, la famiglia, non abbiamo nemmeno il tempo x andare da un medico, da un dentista, in una palestra, da un parrucchiere, noi non abbiamo più NIENTE, NE MARGINE, NE VOLUMI, NE SOLDI, NE DIRITTI.
NOI SIAMO CONSIDERATI MENO DI NIENTE.
Oramai il gestore fa da capo piazzale, da operatore alle pompe da ragioniere, da giardiniere, da operatore ecologico e da uomo delle pulizie.
Per andare dal medico di famiglia ci sono gli orari,
per andare al dentista ci sono gli appuntamenti,
per andare da uno specialista occorre l’appuntamento,
per andare in banca ci sono gli orari,
per andare al comune ci sono gli orari,
per andare alle poste ci sono gli orari,
gli uffici pubblici hanno tutti gli orari,
se ti allontani un attimo dal impianto ti chiama il tuo referente x una cazzata qualunque (guarda caso ), l’autista x ragioni logistiche viene spesso durante la pausa pranzo, i manutentori o chi orta il materiale pubblicitario viene durante la pausa pranzo .
Se il gestore ha bisogno di una consulenza medica può andare dopo l’orario di lavoro al pronto soccorso e li gli danno un codice verde perché per non disturbare è andato con i suoi piedi.
Dal momento che pare impossibile cambiare questa situazione che peggiora ogni giorno di più, chiedo ad i sindacati di trovare un ammortizzatore con il governo x uscire da questo lavoro USURANTE MORALMENTE, FISICAMENTE, AFFETTIVAMENTE e UMANAMENTE.
Così noi gestori brutti e sporchi ci togliamo dai co—–i e le compagnie possono mettere i loro ispettori in modo da vivere tutti felici e sereni

Piergianni
Piergianni
4 mesi fa

Signori colleghi , io avrei una soluzione per uscire da questo momento di merda. Contattatemi al 3285767085
Piergianni
Qualora fosse occupato lasciatemi un whatsapp o sms e vi richiamo.

gioeni
gioeni
Rispondi a  Piergianni
4 mesi fa

ma scusa la soluzione quale é? non puoi dirla qua? senza tanto mistero…

Piergianni
Piergianni
Rispondi a  gioeni
4 mesi fa

non ho voglia di scrivere un poema qui…