Avvio positivo negoziato EG Italia con Faib, Fegica e Figisc

Si sono incontrati ieri, martedi 4 agosto 2020 le Presidenze delle tre Organizzazioni maggiormente rappresentative dei Gestori Italiani – Faib Confesercenti, Fegica, Figisc Confcommercio e la EG Italia spa per esaminare le criticità determinate dalla emergenza Covid, le possibili soluzioni di sostegno e per porre le basi di un confronto volto alla rinegoziazione dell’Accordo aziendale del 17 luglio 2018.

Nel confermare congiuntamente il clima di aperta disponibilità aziendale ad affrontare tutti i temi e le accertate criticità che le Organizzazioni di categoria hanno rappresentato, dagli interventi manutentivi, alle difficolta’ di adeguamento informatico/gestionale dei sistemi MASER , alla sostenibilità economica, EG Italia ha inoltre ribadito di mantenere le condizioni di sospensione dei canoni afferenti le attività integrative già sospese nel periodo di lockdown, al fine di prorogare il sostegno economico già concesso nei mesi precedenti.

Le Federazioni hanno evidenziato che la marginalità riconosciuta ai gestori a marchio, anche alla luce della crisi legata alla pandemia, non è più sostenibile. Su questo punto le Associazioni hanno chiesto un’inversione di tendenza, con la rivisitazione dell’architettura contrattuale relativa ai prezzi riconoscendo ai gestori maggiore autonomia operativa ed imprenditoriale.

Nel contempo, le Parti hanno inteso definire un percorso negoziale volto a individuare fino a dicembre 2020 delle soluzioni economicamente transitorie per affrontare le inevitabili perdite che le Gestioni stanno subendo e subiranno a fronte di una lenta e non certa ripresa delle singole attività.

Temi legati a migliorare la sostenibilità delle gestioni, migliorare la efficienza degli interventi manutentivi e strutturali degli impianti di distribuzione carburanti, valorizzare la figura del Gestore come unico elemento centrale nel settore della rivendita al dettaglio .

In questo quadro, è stata pienamente condivisa la valutazione di approntare una riforma urgente del settore intervenendo su una profonda razionalizzazione della rete, contrastare le preoccupanti forme di illegalità fiscale e contrattuale esistenti nel mercato.

Le Parti si aggiorneranno nei primi giorni di settembre prossimo per riavviare con celerità ed efficacia la discussione delle questioni trattate, con l’impegno ad addivenire rapidamente a concrete soluzioni negoziali.

  • 288
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
mario
mario
1 mese fa

essendo io un gestore EG spero che questa volta, prima di firmare qualsiasi accordo,questi venga discusso con noi gestori onde evitare le solite lamentele antisindacali
da parte di molti colleghi

antimo
antimo
Rispondi a  mario
1 mese fa

Conoscendo gli indiani, sono sicuro che ci saranno altri tagli ai già miseri margini. La ristrutturazione della rete la pagheremo noi, come al solito. A me contestano perfino i 7 millesimi di over in tolleranza. “Non è gradito all’azienda”. Quando il Governo si deciderà a mettere fine alla TRUFFA del “servito” e capirà che il prezzo medio dei carburanti è falsato dagli enormi margini delle compagnie e dei retisti, il sistema sarà già esploso. Le associazioni dei consumatori, intanto, continuano a dormire. Nel 1985, anno dell’avvio del Self-Service, lo sconto al pubblico era di 15 lire sulla super e 5 sul gasolio. Ci vollero oltre 10 anni per arrivare a 40 lire/litro di sconto rispetto al vecchio “servito”. Adesso chiedono quasi CINQUECENTO delle vecchie lire per ogni litro, delle quali solo spiccioli al gestore, per aprirti il tappo e toglierti due moscerini dal vetro. Ma andassero cortesemente affanculo, tutti quanti.

mario
mario
Rispondi a  antimo
1 mese fa

molto probabilmente se non saremo coesi a fanculo ci andremo noi ,no ci stiamo già andando

Esso
Esso
1 mese fa

e una truffa legalizzata il servito permesso dal governo che sicuramente ci guadagna e partita dall’ENI guarda caso fa parte lo stato
il bello che i clienti vedono te gestore come truffatore e non le compagnie !

Aldo gestore EG
Aldo gestore EG
22 giorni fa

MA COM’E’ FINITA CARI SINDACATI SIAMO GIUNTI A SETTEMBRE O NO?!!

ALLORA DATE VI DA FARE, NON PRENDETE PER I FONDELLI LA CATEGORIA, RINVIANDO E RINVIANDO …. E ANCORA RINVIANDO

VOGLIAMO CHE ESCA FUORI UN ACCORDO DIGNITOSO CHE GARANTISCA UN MARGINE GIUSTO (SUPERIORE AL REDDITO DI CITTADINAZA) NOI LAVORIAMO.