Il Gestore vince ancora, terza sconfitta legale per Tamoil

Ancora una vittoria per il Gestore Loris Malavasi nella lunga aggressione legale di Tamoil. Per la terza volta la compagnia petrolifera si vede soccombere di fronte alle ragioni del Gestore. Una prova di forza, di arroganza (e di falsità) insite nell’azione legale di Tamoil ma rispedite al mittente. Accora una volta a vincere è la forza della dignità e della ragione.

Tamoil perde per la terza volta ma siamo convinti non perderà la vergognosa voglia di dimostrare di essere al di sopra della legge. Un vezzo che, come sempre più spesso accade, accomuna molte compagnie petrolifere.

La risposta, all’ennesima aggressione legale, permette al Gestore di conservare il proprio posto di lavoro che l’azienda aveva pregiudicato bloccando l’approvvigionamento dell’impianto. Un atto tanto estremo quanto vile che ha costretto Loris, per salvaguardare l’economicità della propria piccola impresa, di rifornirsi fuori dal vincolo di esclusiva.

Respinto, quindi, al mittente l’ennesimo reclamo presentato per il rilascio o il sequestro dell’impianto di carburante concesso in gestione con contratto di comodato e di fornitura in esclusiva. La Tamoil quale fondamento dell’impugnazione, aveva dedotto che il giudice del Tar di Brescia Sezione specializzata in materia d’impresa, nella precedente sentenza “ha errato nel ritenere non provati i fatti addebitati al gestore”.

Malavasi, assistito ancora una volta dall’avvocatessa Monica Bosi del Foro di Mantova con studio legale a Suzzare, forte delle sentenze favorevoli sia del Tribunale di Mantova del 9 ottobre 2019 e del tribunale di Brescia sezione Imprese del 19 ottobre scorso, si è costituito e ha contestato le deduzioni avversarie, chiedendone il rigetto. E per la terza e definitiva volta, ha vinto. I giudici della sezione imprese del Tribunale di Brescia hanno condannato Tamoil al pagamento delle spese processuali, liquidate in 3.038 euro per compensi. Oltre alle spese generali.

E’ una vicenda che sul piano della giurisprudenza crea un importante precedente  a cui i gestori possono fare riferimento in caso di controversie come quella dibattuta in sede di giudizio, con i grandi colossi petroliferi.

La Fegica, che ha dato supporto al Gestore ed al suo legale, ha espresso soddisfazione per l’esito della sentenza contro la compagnia petrolifera olandese e a favore del piccolo gestore della stazione di servizio mantovana.

  • 73
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti