Eni amplia l’offerta di servizi di ricarica elettrica acquisendo Be Power

Da febbraio ha accordo di co-branding delle colonnine di ricarica Be Charge

Eni, attraverso Eni gas e luce, ha sottoscritto l’accordo per l’acquisizione del 100% di Be Power che, tramite la controllata Be Charge, è il secondo operatore italiano con oltre 5mila punti di ricarica per veicoli elettrici sul suolo pubblico. L’operazione segna un ulteriore passo avanti nella strategia di Eni per la transizione energetica e nell’impegno della società a raggiungere la totale decarbonizzazione di prodotti e processi entro il 2050.

In un contesto di mercato della mobilità che prevede un costante incremento del numero di veicoli elettrici in circolazione in Italia e in Europa, l’acquisizione di Be Power consente a Eni gas e luce, che da febbraio ha un accordo di co-branding delle colonnine di ricarica Be Charge, di diventare un primario operatore della ricarica di veicoli elettrici su suolo pubblico, su suolo privato ad accesso pubblico e nelle stazioni di servizio Eni, in Italia e all’estero.

“Con l’acquisizione di Be Power, Eni si posiziona tra le società leader in un mercato al centro della strategia di transizione energetica dell’Unione Europea”, ha commentato Claudio Descalzi, amministratore delegato di Eni. “Il business delle infrastrutture e dei servizi di ricarica di veicoli elettrici valorizza ulteriormente il portafoglio di attività di Eni gas e luce, che serve 10 milioni di clienti in 6 paesi europei e può contare su una capacità rinnovabile complessiva, tra installata, in costruzione e in prospettiva di sviluppo su aree indentificate, pari a 9 GW. Proseguiamo quindi nel nostro percorso che ci porterà a essere leader nella produzione e vendita di prodotti completamente decarbonizzati”.

  • 129
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
6 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
pippo
pippo
1 mese fa

Buon giorno a tutti
Se a qualcuno non fosse ben chiaro di quale sarà il futuro del gestore , questo dovrebbe aprire gli occhi a molti ,gestori creduloni ,e sindacati tutti .Quando un ENI annuncia migliaia di colonnine elettriche in ogni dove , non solo sui P V carburanti ,ma su suolo pubblico !!!quando anche tutti i servizi collaterali saranno in capo ad ENI ,cosa se ne farà dei gestori?
Attenti che questo lo stanno già facendo anche le pompe bianche in vista del futuro
Fare un contratto da 3.5 cent litro e 6.5 servito con pulizia vetro ,controlli vari ,portare il pos al povero cliente in auto ,rendendosi umiliati ,è stata una vittoria ?Non sarebbe stato meglio fare qualche gg di sciopero per portare a casa MOLTO di più ,visto l esito finale del gestore
Il mio è e rimarrà solo uno sfogo di un gestore che dopo anni di lavoro vede la fine di un lavoro che potrebbe avere dato molto se gestito in modo diverso ,purtroppo per fare un buon esercito ci vogliono i soldati e i generali .

oleoblitz
oleoblitz
1 mese fa

dimenticano tutti che la ricarica sarà anche casalinga …tutti hanno volendo o potendo la possibilità !!! che interessa al cliente di andare in un impianto Eni o di altro colore…e la vendita degli oli lubricanti ???

pippo
pippo
Rispondi a  oleoblitz
1 mese fa

Ad oggi ,caricare una batteria da 75 kW con una potenza di 2.3 kWh ci vogliono 32 ore ,con 3.7 di ore cene vogliono 20 ,utenze normali ,da casa
Con 72kwh ac colonnine veloci un ora
Quindi con 10 colonnine da 72 kWh ,oggi in 24 ore avrei caricato circa 240 auto Oggi nel mio P V ne passeranno circa 6/7cento
La domanda è ,dove andranno a ricaricarsi tra 15 anni le rimanenti ? ci sarà corrente per tutti Non sarà che ci stanno prendendo in giro per i loro sporchi affari
Mario non preoccuparti dell olio ,non sarà necessari ,dovrai cambiare le batterie come dice Eni ,hanno già pensato a tutto ,come sempre

oleoblitz
oleoblitz
1 mese fa

la tecnologia è in continua evoluzione…magari tra anni verrà abbandonato l’elettrico in favore dell idrogeno o altri combustibili ???? un futuro da scoprire, chi vive vedrà….comunque oggi puoi mettere la fresa di ricarica nel tuo garage e anche se non fai una piena ricarica puoi fare brevi tragitti fino al giorno dopo, tipo come quelli che mettono 5/10 euro di benza….

mario
mario
Rispondi a  oleoblitz
1 mese fa

è probabile che d’estate dovrai scliere se il condozionatore o la ricarica con 3 kv

claudio
claudio
Rispondi a  mario
1 mese fa

Con 3 kw non puoi fare la ricarica della tua auto a casa, pertanto dovrai chiedere un aumento di kw, e il costo fisso aumenta.