Caro carburanti, una stazione di servizio si ribella: niente metano

Un benzinaio della provincia di Terni ha scelto di interrompere l’erogazione pur di non dover applicare un prezzo esorbitante per i clienti. L’iniziativa è stata molto apprezzata sui social

“Ci scusiamo con la clientela ma abbiamo preferito non vendere piuttosto che applicare prezzi inaccettabili”. È la conclusione del curioso cartello affisso sulla colonnina del metano in una stazione di servizio di Papigno, in provincia di Terni. Il gestore, esasperato, ha deciso di sospendere il servizio dopo l’ennesimo rincaro del metano, in crescita da inizio ottobre non solo per l’assottigliarsi degli stoccaggi europei dopo la diminuzione delle forniture russe, ma anche per la ripresa economica post-Covid di paesi come Cina e India, grandi importatori.

Il testo integrale e le reazioni social
Il cartello, poi rimosso e sostituito da un più banale “metano chiuso”, si apriva così: “Il gestore e la compagnia petrolifera, per incompatibilità con i prezzi applicati dai fornitori della materia prima, sospendono la vendita di metano per un periodo non definito, altrimenti avrebbero dovuto applicare un prezzo di vendita esorbitante”. L’insolita protesta ha subito trovato terreno fertile nei social, dove la maggior parte delle reazioni sono state positive e hanno simpatizzato con l’iniziativa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
10 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Fabio
Fabio
1 mese fa

…sono un pò perplesso…mi sembra un ‘interruzione di servizio pubblico non motivata a sufficenza…quando costava poco gli andava bene portar via clienti alle benzine!

pippo
pippo
Rispondi a  Fabio
1 mese fa

Cosa centra “portare via clienti alle benzine ” Ci mettiamo a fare la guerra su chi ha il metano e chi no !!! Manca solo la guerra tra gestori
Pensiamo piuttosto che a oggi nessuno sta facendo nulla per calmierare il prezzo dei prodotti petroliferi ,
Il sindacato TUTTO non dice nulla ,non propone nulla ,è muto .Va a partecipare alle riunioni sull elettrico
La politica non fa nulla ,non interessa nulla se il metano è più che raddoppiato ,e che i milioni di incentivi sono stati dati per nulla ,se ne sbattono !! interessa solo il green pass ,per non parlare dei media ,nessuna notizia Per non parlare delle ass consumatori ,pronti a sparare letame contro i gestori se aumentano di un millesimo ,quando il governo che li foraggia aumenta del 110% nulla ,tutto bene
Grande Italia

Fabio
Fabio
Rispondi a  pippo
1 mese fa

c’è gia la guerra tra i gestori…i pochi rimasti

Marco De Biasi
Marco De Biasi
Rispondi a  pippo
1 mese fa

Anche il prezzo del gasolio e della benzina, al netto di accise ed imposte, è pressochè raddoppiato. Chi ha il metano ha sempre beneficiato dell’assenza di accise, non ha mai contribuito alle casse dello stato, adesso dovremmo spendere soldi per calmierarne il prezzo? Perchè mai? Anzi, sarebbe anche ora di aggiungere le accise anche al metano.

pippo
pippo
1 mese fa

Il metano ,per info del governo ,doveva aumentare del 20% dal primo Ottobre
Qualcuno potrebbe spiegare come mai il metano per autotrazione è aumentato del 110% ?
Certo che ci sono P V che lo vendono a 0,959 altri a 2,30 ,in mezzo a questo ,un mondo di prezzi diversi .Dove sta la differenza ? chi ci sta marciando alla grande ? Possibile che nessuno faccia qualchecosa Possibile lasciare i gestori allo sbaraglio
Qualcuno batta un colpo se ancora esiste !!!!!

mario
mario
Rispondi a  pippo
1 mese fa

cari colleghi mettetevi il cuore in pace è ancora presto

Marco
Marco
Rispondi a  pippo
1 mese fa

Il metano per autotrazione non ha nessuna regolamentazione tariffaria come invece quello ad uso domestico.
Se non conosci nemmeno l’abc dei mercati delle commodities energetiche limitati a sbraitare a vanvera sulla categoria dei gestori.

pippo
pippo
Rispondi a  Marco
1 mese fa

Caro Mario ,conosco benissimo sia i mercati sia la finanza ma questo giustifica un aumento del 100%?Per me no
Per lo sbraitare a vanvera ,perso di essere in buonissima compagnia visto i risultati della categoria negli untimi anni
Poi se Tu vuoi sentire quello che ti fa comodo ,o quello che ti fa sperare, senza un futuro ,illudendoti di essere ancora un gestore di qualche cosa ,auguri Pensa caro Mario che ci sono Benzinai contenti dell aumento spropositato del metano ,contenti di portare via clienti al collega sarebbe questa la categoria dei gestori ?
Sempre pronto a essere smentito sulla situazione attuale dei gestori Ti saluto

Marco De Biasi
Marco De Biasi
Rispondi a  pippo
1 mese fa

Il prezzo del metano è aumentato sul mercato è aumentato dai 2 $/MMBtu del settembre 2020 ai 6 $/MMBtu di ottobre 2021. Il prezzo della materia prima è triplicato. Un raddoppio del prezzo di vendita è più che giustificato considerando che il metano non paga accise. Basta ragionare un minimo per capire

pippo
pippo
Rispondi a  Marco De Biasi
1 mese fa

Quindi ,basta sapere di quanto è aumentato il metano ,per vivere felici e contenti Scusa non ci avevo ragionato quel minimo per spiegarlo ai clienti metanisti che si ritrovano con un pieno più che raddoppiato ,oggi saranno più contenti e felici.
Certo più felici saranno anche i dipendenti lasciati a casa ,sarà chi ha acquistato un mezzo a metano per poter lavorare ,
Tanto è giustificato .
Una semplice domanda ,gestisci un impianto a metano ? Ciao Marco