Staffetta Quotidiana – Accise, un’operazione scoordinata

Dov’è l’Agenzia delle Dogane?

Staffetta Quotidiana – Il decreto-legge che dispone il taglio delle accise da oggi è stato pubblicato dopo l’1:30 di notte. Stamattina grande caos tra compagnie e operatori della distribuzione carburanti per capire se e come applicare subito ai listini la variazione al ribasso.

Alle 16, mentre andiamo in stampa, non è ancora uscita la consueta circolare dell’Agenzia delle Dogane con le nuove aliquote. Non ha aiutato il fatto che siano due i provvedimenti in Gazzetta: il decreto ministeriale di attuazione della Finanziaria 2008 e il decreto-legge “Taglia prezzi”.

A quanto si apprende, il decreto Mef-Mite era necessario per quantificare il surplus di gettito Iva dovuto all’aumento dei prezzi dei carburanti. Surplus di 308 milioni di euro circa cui il DL aggiunge altri 588 milioni circa, per arrivare a un taglio di 25 cent/litro delle accise su benzina e gasolio. Sempre a quanto si apprende, non sarebbe prevista alcuna compensazione per le minusvalenze sulle merci in magazzino.

La comunicazione delle giacenze da parte degli operatori è prevista solo per rafforzare vigilanza e controlli sul mercato da parte di Guardia di Finanza, Mister Prezzi e Antitrust. Ad aumentare la confusione, il fatto che l’indicazione della riduzione sul Gpl è contenuta solo nel decreto interministeriale e solo in euro per mille chili. Insomma, tra tempi di pubblicazione troppo concitati, mancanza di coordinamento con le Dogane e punti oscuri sul “magazzino”, forse si poteva fare un po’ meglio. Soprattutto, era lecito attendersi una maggiore prontezza da parte dell’Agenzia delle Dogane. Tanto più che non si tratta di un “decreto catenaccio”

Per gentile concessione di Staffetta Quotidiana 

Sottoscrivi
Notificami
guest
16 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Gestore Esso
Gestore Esso
2 mesi fa

Non restituiscono niente? Ok, ci sto. Ce li riprenderemo con gli interessi al ripristino delle accise. Soliti pastrocchi all’italiana…

gestore eni
gestore eni
Rispondi a  Gestore Esso
2 mesi fa

esatto ho pensato stessa cosa

Mario
Mario
Rispondi a  Gestore Esso
2 mesi fa

Con il gestionale le compagnie ci fottono tutto, se è così sto buttando 1300 euro di accise .

Cristiano
Cristiano
Rispondi a  Gestore Esso
2 mesi fa

Tranquillo proprio. In caso di aumento della accise siamo tutti tenuti a fare inventario e a versare allo stato la plusvalenza. Non ti preoccupare che hanno già pensato a tutto, parlo per esperienza..

Carmelo
Carmelo
Rispondi a  Cristiano
2 mesi fa

Non potrebbe essere che facciano la differenza tra giacenze iniziali e finali e ci facciano versare le accise su quella differenza?

Marco Setnička
Marco Setnička
Rispondi a  Carmelo
2 mesi fa

Faranno sicuramente così. Resta da capire COME ci restituiranno gli importi dovuti. Per quelli dovuti allo Stato, sono tranquillo. Ci trovano loro.

Cristiano
Cristiano
Rispondi a  Carmelo
2 mesi fa

In un paese normale si saprebbe già cosa hanno intenzione di fare, ma siccome siamo a livello di uno staterello sudamericano boh! Certo andrebbe bene la soluzione più semplice e trasparente, ma come al solito sono solo capaci di fare casino e gettare la gente nel panico. Speriamo bene !

antonio
antonio
2 mesi fa

i soldi extra fatti quando il prezzo è salito rapidamente saranno bruciati da questa prevedibile situazione.
va bene così, mi sento meno in colpa per quello che ho guadagnato nelle settimane scorse

Gianni
Gianni
Rispondi a  antonio
2 mesi fa

Leggere che un gestore è contento di rimetterci soldi così si sente meno in colpa per quello che ha guadagnato la settimana scorsa mi fa accapponare la pelle. A tutti questi gestori, compresi quelli che dopo 2 ore dalla pubblicazione del decreto già vendevano a 1,600€/l, vorrei solo dire: avete sbagliato mestiere, fare l’imprenditore non è cosa per voi e cercatevi un impiego sotto un padrone e soprattutto levatevi dal c***o prima possibile che fate danni a tutta la categoria

loris
loris
Rispondi a  Gianni
2 mesi fa

Perfetto.

Sax
Sax
Rispondi a  Gianni
2 mesi fa

Al momento, l’accisa mobile sta funzionando. Da fissa, si è finalmente mossa, infilandosi nel di dietro di tutta la categoria.

Avercene di questi statisti!

anonim
anonim
Rispondi a  antonio
2 mesi fa

fenomeno

anonim
anonim
Rispondi a  antonio
2 mesi fa

non ti dare alla politica che sei fuori

Giovanni
Giovanni
2 mesi fa

perchè avete abbassato subito i prezzi? prima si vendeva tutto il prodotto in giacenza e poi si poteva pensare ad un piccolo ribasso:compagnie e stato guadagnano cifre spropositate, noi ci dovremmo guadagnare almeno 15 cent litro

anonim
anonim
Rispondi a  Giovanni
2 mesi fa

spero che tra 3 anni non ti arrivi la guardia di finanza che ti chiede registri e corrispettivi che ti fanno l conto

tony
tony
2 mesi fa

la volatilità dei prezzi “COSTRINGE” i gestori a partecipare ad un PERICOLOSO GIOCO D’AZZARDO, una sorte di roulette Russa dove se va bene si sopravvive . I margini del gestori non consentono di correre rischi così alti.