Carburanti, l’espediente di EG Group per ridurre il debito

Venderà i punti vendita nel Regno Unito e in Irlanda alla società “sorella” Asda

Staffetta Quotidina – EG Group, società che in Italia possiede 1.200 punti vendita a marchio Esso , ha messo in atto un’operazione per alleviare il fardello del debito: 8 miliardi di sterline (9,3 mld di euro) su un Ebitda previsto di 1,6 miliardi (1,9 mld di euro). Debito che, in un momento di tassi di interesse alti, rischiava di diventare insostenibile.

Così, la società di supermercati Asda ha annunciato ieri che comprerà gli asset di EG Group nel Regno Unito e in Irlanda per 2,3 miliardi di sterline (2,7 mld di euro).

Asda condivide con EG Group la proprietà, che fa capo ai fratelli Issa e a Tdr Capital. La vendita della rete carburanti nel Regno Unito e in Irlanda serve perciò, insieme alla vendita di asset negli Stati Uniti per 1,4 miliardi di sterline (1,6 mld di euro), per portare il debito di EG Group a livelli sostenibili. Il Financial Times dedica oggi una colonna della rubrica Lex alla complessa operazione, che sembra sia stata apprezzata dai mercati.

Per gentile concessione di Staffetta Quotidiana 

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Alex
Alex
11 mesi fa

In Inghilterra e in Irlanda non avranno le agevolazioni del pnrr quindi conviene vendere li e ingrandirsi in Italia.
Poi in italia possono usufruire di tutte le regole che non esistono o che non si fanno rispettare o non si applicano.
Possono usufruire di intere famiglie a costo zero x gestire gli impianti.
Ottima scelta ….