Carburanti, a fine mese la circolare sul “cartello”

Staffetta Quotidiana – L’annuncio del sottosegretario Bitonci al tavolo sulla rete. Il punto sull’interoperabilità delle banche dati. Per il Ddl si aspettano le conclusioni del Parlamento sulle risoluzioni

Per la fine del mese il ministero delle Imprese diramerà la circolare interpretativa del decreto sul cartello con il prezzo medio regionale da esporre presso i punti vendita. Lo ha detto questa mattina il sottosegretario Mimit Massimo Bitonci nel corso del tavolo sulla razionalizzazione della rete svoltosi a via Veneto. La circolare era stata anticipata dal sottosegretario il mese scorso in occasione di FuelsMobility .

Il ministero ha presentato al tavolo il lavoro di Infocamere sull’integrazione delle banche dati sulla rete carburanti, quella dell’Agenzia delle Dogane sugli erogati e le licenze Utf, quella dell’anagrafe istituita con la legge concorrenza 124/2017 e quella dell’Osservaprezzi. Nel dettaglio, i dati dei tre database sono coincidenti per il 23% dei punti vendita, per il 52% c’è bisogno di un affinamento che sarà probabilmente portato a termine entro luglio, mentre per il restante 25% servirà un lavoro più di dettaglio la cui conclusionhe è prevista entro ottobre. Entro l’autunno, dunque, le tre banche dati dovrebbero essere allineate e “comunicanti”.

Quanto al disegno di legge sulla ristrutturazione della rete, che il ministro Urso aveva annunciato prima dell’estate, i rappresentanti del ministero hanno detto di voler attendere le indicazioni del parlamento sulle tre risoluzioni attualmente in discussione in commissione Attività produttive alla Camera. Tra le possibili linee di intervento, anche la possibilità di incentivare la ristrutturazione della rete grazie ai fondi RepowerEU.

In una nota, Faib parla di incontro “complessivamente positivo. Apprezziamo la proposta di allineamento delle banche dati, che permetterebbe di conoscere la reale consistenza del settore e approntare le politiche di riforma. Sulle linee guida del disegno di legge di riordino della rete carburanti, illustrate oggi dai rappresentanti del ministero, c’è bisogno di ulteriori approfondimenti: la direzione, però, sembra quella giusta, così come quella di aprire un tavolo ad hoc sulla rete autostradale”. “Come Faib – ha detto il presidente Giuseppe Sperduto – abbiamo ribadito la necessità di intervenire per garantire il rispetto dei contratti di lavoro, di avviare la riforma della contrattualistica di settore e di arrivare all’esclusione dal regime delle commissioni bancarie sulle transazioni elettroniche. Temi su cui, come categoria, continueremo a confrontarci con il Governo. Per quanto riguarda invece il decreto ministeriale sul prezzo medio occorre ancora lavorare per ottenere l’abolizione dei cartelli inutili, per una esposizione non onerosa e non gravosa del nuovo cartello, per l’esenzione dell’obbligo di esposizione nei giorni domenicali festivi e durante le ferie”.

Per gentile concessione di Staffetta Quotidiana 

Sottoscrivi
Notificami
guest
4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
pippo
pippo
10 mesi fa

COME DIRE, ABBIAMO PARLATO PER ORE E NON ABBIAMO CONCLUSO UNA BEATA MINCHIA .COMPLIMENTI

Sal
Sal
10 mesi fa

Quindi ancora c’è da aspettare una circolare esplicativa? Non si sa nulla su come procedere?

GIORGIO
GIORGIO
Rispondi a  Sal
9 mesi fa

COSI FINISCONO IL LAVORO CHE HA INIZIATO L’ADE E L’ADM , LEVANO DI TORNO LE POMPE BIANCHE, E POI FORSE LIBERANO I PORTI, STANNO VIOLANDO LA COSTITUZIONE A SESE DELLA GENTE ……. VERGOGNATEVI

trackback
9 mesi fa

[…] sottosegretario alle Imprese, Massimo Bitonci, aveva promesso la pubblicazione della circolare interpretativa entro la fine di giugno. Tuttavia, a meno di un mese dall’entrata in vigore della norma, la circolare non è ancora […]