Antitrust, 4 milioni di multa ai distributori carburanti di Livigno

E’ stata accertata una intesa anticoncorrenziale  sui prezzi tra il 2012 e il 2022

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha inflitto una multa di oltre 4 milioni di euro a distributori di carburanti nel comune di Livigno, in provincia di Sondrio. Secondo l’AGCM, queste società avrebbero concordato i prezzi di vendita al dettaglio di benzina e diesel tramite comunicazioni settimanali via email nel periodo compreso tra il 2012 e il 2022.

Le società sanzionate sono Cus.Car. S.r.l., Fibo S.r.l., Ges.Car. S.r.l. di Cusini Bernardo & C., Tre.Car. S.r.l., CU.BA. S.r.l., Global Service S.r.l., Bondi Carburanti di Bormolini Luigi S.r.l. e Silroc S.r.l.

L’AGCM ha dichiarato di aver accertato l’esistenza di un’intesa anticoncorrenziale tra queste società di distribuzione di carburanti nel comune di Livigno. L’accordo veniva attuato attraverso comunicazioni settimanali via email, contenenti indicazioni precise sui prezzi futuri da applicare negli impianti di distribuzione al dettaglio. Queste email venivano inviate da una persona fisica a una lista di destinatari, rendendo visibili gli indirizzi delle società coinvolte a tutti i destinatari.

L’AGCM ha basato la sua indagine su prove consistenti, che dimostrano l’invio sistematico di email da parte del mittente alle società di distribuzione di carburanti e la corrispondenza tra i prezzi contenuti nelle comunicazioni e quelli effettivamente praticati dai distributori. 

Secondo l’AGCM, questa intesa ha eliminato la concorrenza tra le parti e ha arrecato un danno irreparabile al gioco concorrenziale, a discapito dei consumatori. Anche in considerazione del fatto che il servizio di distribuzione carburanti nel territorio di Livigno gode di un particolare regime fiscale, i sensi della legge 17 luglio 1910, n. 516, che lo rende più competitivo rispetto alle attività di distribuzione in altri territori.

Testo del provvedimento 

Sottoscrivi
Notificami
guest
3 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Guido
Guido
10 mesi fa

Sarebbe il caso di fare pagare il carburante a prezzo nazionale, anche lì a livigno, forse qualcuno capirebbe che razza di privilegio avevano in quella zona di Italia.

NNN
NNN
10 mesi fa

Tutte SRL.
Non pagheranno!!!!!!!!

Gio
Gio
10 mesi fa

Controllate più in alto, c’è da divertirsi, o chiuderli e tacere.