Carburanti, circolare interpretativa sul cartello con prezzo medio regionale: ritardo nella pubblicazione solleva dubbi

Il sottosegretario alle Imprese, Massimo Bitonci, aveva promesso la pubblicazione della circolare interpretativa entro la fine di giugno. Tuttavia, a meno di un mese dall’entrata in vigore della norma, la circolare non è ancora stata resa disponibile, sollevando dubbi interpretativi tra gli operatori del settore.

Il sottosegretario alle Imprese, Massimo Bitonci, aveva annunciato che entro la fine del mese di giugno sarebbe stata pubblicata la circolare interpretativa relativa al decreto sul cartello con il prezzo medio regionale da esporre presso i punti vendita. Tuttavia, al 4 luglio, a meno di un mese dall’entrata in vigore della norma, la circolare non è ancora stata resa disponibile.

Bitonci aveva fatto questa dichiarazione durante un incontro sul tema della razionalizzazione della rete, tenutosi a via Veneto. La circolare era stata precedentemente anticipata dal sottosegretario durante l’evento FuelsMobility del mese scorso. Al momento, non sono state fornite ulteriori informazioni sulla tempistica prevista per la pubblicazione della circolare interpretativa.

Una circolare che era stata chiesta ascoltando le diverse osservazioni fatte al tavolo per il riordino della rete carburanti. I dubbi interpretativi sono diversi, a cominciare dall’esposizione ed aggiornamento del prezzo medio regionale durante il periodo di chiusura del punto vendita. La domanda che molti operatori si sono fatti riguarda l’interpretazione della “sospensione dell’attività di vendita” e di cosa si intenda per sospensione durante il periodo di ferie o festivo – se si intende chiusura parziale con impianto in self o chiusura totale senza nessun servizio offerto con lo spegnimento totale della stazione di servizio.

Inoltre, ci si aspetta anche un chiarimento sull’aggiornamento dei prezzi in caso di buio tecnico informatico. La norma prevede che in caso di anomalia ci sarà la sigla “non disponibile” al posto del dato del prezzo. Non chiarisce, però, se sul cartellone del prezzo medio verrà indicata la stessa dicitura oppure il prezzo medio del giorno precedente.

Molti dubbi interpretativi riguardano anche l’esposizione del cartello per gli impianti con la sola modalità di vendita servito. Questi saranno realmente costretti a esporre un prezzo di riferimento medio “self” che non ha nessuna attinenza con il prezzo praticato da un punto vendita esclusivamente servito?

Altro punto da chiarire è la posizione del cartello all’interno della stazione di servizio, in quanto viene espressamente indicato che debba garantire adeguata visibilità, ma non è chiaro se debba anche garantire visibilità dalla carreggiata.

Il ritardo nella pubblicazione della circolare interpretativa solleva ulteriori dubbi e preoccupazioni tra gli operatori del settore, in attesa di chiarimenti sulla corretta applicazione della norma.

Sottoscrivi
Notificami
guest
5 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Guido
Guido
10 mesi fa

Questa pagliacciata, dei prezzi medi, una categoria seria e degna di questo nome ,avrebbe quantomeno devastato la sede del ministero, ma siccome tra gestori e sindacati, siamo una accozzaglia di quaquaraqua, questi sono i risultati. Ringraziamo soprattutto i sindacati servi di questi mentecatti.

Beppe
Beppe
10 mesi fa

che idea strampalata questa dei prezzi medi, come se al supermercato compro un articolo e devo leggere due prezzi invece che uno. TSO obbligatorio per il genio di questa norma

max
max
10 mesi fa

Bisogna esporre il prezzo che guadagna lo stato per ogni litro succhiato !

pippo
pippo
10 mesi fa

Tutto questo sta ad indicare quale considerazione ha il governo nei confronti di gestori e SINDACATO .UNA BENEAMATA MINCHIA !!!!!! Qualcuno non è d’accordo ? vada a fare in c…..o .Volgare ? certo speriamo che con poche parole e senza tanti tavoli di trattativa e inutili riunioni si capisca cosa ne pensano moti gestori ,di un sindacato inutile ,e di gestori conniventi con le compagnie ,bravi a criticare solo per mandare avanti gli altri e ritirare la mano appena possibile .UN SINDACATO INCAPACE,CHE NON RIESCE NEMMENO AD ORGANIZZARE UNA PROTESTA !!!Il Questi sono i risultati
Gestori che a un mese dal imposizione del cartello non sanno nulla ,non riescono nemmeno a programmare le ferie ,e la colpa di chi è ? di BITONCI .
, non di chi ha fatto ben poco per fermare sto cazzo di cartello Grazie tanto

maury
maury
Rispondi a  pippo
10 mesi fa

il cartello servo solo per fare multe , non hanno messo che se ti dimentichi o sbagli la prima volta ti fanno solo richiamo , no fanno sanzione , voglio vedere chi come me che ha un impianto dove ci sono i ragazzini che si divertono a invertire i numeri o a toglierli cosa succedera