Il Tar del Lazio si pronuncia sulla sospensiva del ricorso di Fegica e Figisc: un ulteriore impegno per i diritti della categoria

Oggi è un giorno cruciale poiché il Tribunale Amministrativo Regionale (Tar) del Lazio si esprimerà sulla sospensiva di un ricorso di estrema importanza presentato dalle federazioni.

Indipendentemente dalle speranze riposte in questo giudizio, è fondamentale sottolineare la costante dedizione delle associazioni nel difendere i diritti della categoria, anche quando il cammino è diverso e con atteggiamenti distinti.

La determinazione e l’impegno dimostrato da Fegica e Figisc nel presentare questo ricorso denotano la ferma volontà di entrare nel merito della questione. Questo atto legale potrebbe rappresentare un importante tassello nel puzzle della battaglia per la salvaguardia dei diritti e delle opportunità dei Gestori.

L’ ulteriore richiesta di un confronto sulle ipotesi di riforma del settore carburanti è un ulteriore esempio di come Fegica e Figisc, siano disposte a confrontarsi, negoziare e dare la proprioa disponibilità di idee e risorse per trovare soluzioni comuni che rispondano alle esigenze della categoria.

La possibilità di un confronto rappresenta, nel contesto odierno , un’importante opportunità per esplorare le diverse prospettive e trovare punti di convergenza sulle questioni che riguardano il settore e gli interessi dei Gestori. È sia un passo verso una maggiore partecipazione e condivisione delle idee volte a favorire un approccio concertato, evitando decisioni unilaterali assunte su interessi esclusivamente di parte .

L’importanza di questa richiesta di confronto non può essere sottovalutata, poiché potrebbe consentire di contribuire attivamente alla formulazione di una riforma del settore carburanti che rispetti le necessità e le aspirazioni di tutti gli operatori del settore coinvolti.

Fegica e Figisc hanno voluto dare la propria disponibilità di idee e di competenza con la speranza che questa venga colta dal settore.

Oggi, mentre il Tar del Lazio si pronuncia sulla sospensiva del ricorso, è importante riflettere sul valore dell’associazionismo e  di tutte quelle associazioni che lavorano instancabilmente per preservare i diritti della categoria, offrendo una voce unificata nel panorama delle iniziative per il settore carburanti.

Una rifflessione che è un invito alla partecipazione. 

Sottoscrivi
Notificami
guest
4 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
DIX
DIX
9 mesi fa

Bravi….

Gio
Gio
9 mesi fa

Speriamo in una sentenza favorevole, più che altro per non penalizzare sempre chi lavora tante ore a contatto con i clienti.

DIX
DIX
Rispondi a  Gio
9 mesi fa

siamo trattati come schiavi!!!!non possiamo ribellarci che tutti contro,vogliono i carburanti a basso costo,come fossimo noi la causa degli aumenti,Basta siamo stanchi

Sal
Sal
9 mesi fa

Non si sa nulla?