Fragilità delle imprese nell’Eurozona: La Bce lancia l’allarme

Un paradosso non trascurabile è il fatto che l’allarme sulla fragilità delle imprese è stato lanciato proprio dalla Bce, la stessa istituzione che ha deciso di aumentare i tassi d’interesse.

Un recente studio condotto dalla Banca Centrale Europea, riportato ieri da La Stampa, mette in luce la vulnerabilità delle imprese nell’Eurozona, che sono tornate ai livelli di fragilità precedenti alla pandemia, con una situazione particolarmente critica in Germania e Italia, dove quasi una su dieci rischia il fallimento. La causa principale di questa crisi, secondo la Bce, sono gli alti tassi d’interesse, che hanno reso sempre più oneroso per gli imprenditori ottenere prestiti dalle banche.

 In meno di due anni, il costo del denaro è passato da zero, o poco più, al 4,5 per cento. È interessante notare che solo ieri, il Sole 24 Ore ha riportato che le prime cinque banche italiane hanno registrato utili per il 2023 pari a 22,5 miliardi di euro, un aumento del 64 per cento rispetto al 2022, e quest’anno si prevede che andrà ancora meglio.

L’aumento dei tassi d’interesse e la riduzione dei prestiti sono confermati anche dalle statistiche diffuse dalla Banca d’Italia, che evidenziano una diminuzione del 2,3 per cento dei prestiti ai privati lo scorso anno e dell’1,3 per cento per quelli alle famiglie. Con tassi così elevati, molte persone sono costrette a rinunciare a richiedere finanziamenti.

È curioso notare che, nonostante si parli tanto di diseguaglianze economiche e di teorie del complotto, nessuno sembra interessato a indagare su questi dati tanto significativi. Un silenzio unanime avvolge la questione. Forse dovremmo chiedere ad Amadeus di leggere un comunicato sul palco di Sanremo per far risuonare queste problematiche anche nelle orecchie di chi preferisce ignorarle.

Sottoscrivi
Notificami
guest
7 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
PIPPO
PIPPO
16 giorni fa

E cosa ci sarebbe da meravigliarsi ? Che una banca faccia utili ? E ‘da vergognarsi che un gestore lavori 13 ore al giorno per un centesimo al litro ,mentre qualche sigla sindacale ,fa dei convegni per introdurre il franchising nella contrattualistica .Una vergogna !!! Sul palco di Sanremo sarebbero dovute salire le rappresentanze dei gestori per spiegare il “sistema ” che stanno passando i propri iscritti .Lavorano GRATIS per le compagnie e per le banche !!!Muovete il culo dalle sedie ,siete solo capaci di chiedere a qualcuno di fare il vostro lavoro .Oggi Amadeus ,domani ?

PIPPO
PIPPO
Rispondi a  Redazione GC
16 giorni fa

Carissima redazione Quale é la ratio ?chi dovrebbe interessarsi a indagare su questi dati tanto significativi.se non il sindacato ? Se la BCE ha deciso che ci volesse un aumento dei tassi ,non sono certo ne io ne forse Voi per dire che é sbagliato Penso che ci sia qualcuno più intelligente in materia ,visto che lo ha fatto tutta l Europa e l America .Come Voi certamente sapete ,non sono stati tassati gli extra profitti ,ma sono stati accantonati in percentuale sulle riserve bancarie (difficile spiegare e capire ) e cosi come per le petrolifere ,e ovviamente ,perché si devono tassare gli extra profitti ? le tasse le pagano ? Perché il sindacato non va a proporre che gli extra profitti delle petrolifere non vengano dati ai gestori ? Riguardo al muovere il culo : I gestori hanno dei rappresentanti sindacali ? allora facciano sindacato e come il sindacato coltivatori ha chiamato alla lotta il loro sistema ,invece di tavoli e sedie provate a fare lo stesso o devo ,per coerenza andare io a Roma in bicicletta !!! Un giorno di diversi anni fa un sindacalista disse e scrisse ADESSO BASTA!!! Lo stesso dico IO adesso ADESSO BASTA !!Il sindacato gestori non é più in grado di rappresentare e portare avanti il cambiamento e il proseguo delle gestioni .Capace di dare la colpa una volta al governo ,l altra al ministro ,l altra ancora ai gestori !!! nel frattempo si discute sul franchising !!! (invito i gestori ad andare su Google e cliccare franchising vi verrà da vomitare ) Ma quando sarà colpa vostra ?
Grazie

PIPPO
PIPPO
Rispondi a  Redazione GC
14 giorni fa

Buongiorno alla redazione
Grazie per poter esprimere le mie considerazioni anche se prive di capacità cognitiva ,d’altronde ,cosa si può pretendere da un 65 enne con 40 anni di gestione e che guarda caso faceva ai tempi di un certo FINOTTO un poco di sindacato ,e che guardandosi allo specchi ,vede la colpa .La colpa di avere creduto al sindacato per ,ritrovandosi a un centesimo al litro .Colpa mia .
Oggi vi chiedo come sindacato ,oltre a criticare QUESTO governo ,al quale si da la colpa di tutto anche se non piove ,mentre a quelli che lo ha preceduto andava tutto bene ,difatti ,dalla fattura elettronica, i contratti atipici ,le non ristrutturazioni ,bonifiche !!! tutto quello che ci ha portato a prendere un centesimo lordo al litro !!! di chi é la colpa??? della Meloni ?dei gestori ?Mai che mai delle scelte, e non scelte sindacali Quante assemblee generali ,quanti scioperi ,quante volte avete “minacciato” le compagnie ,,oggi rispetto a 20 anni fa le condizioni dei gestori sono migliorate ? Io dico di no .E sarei IO a dovermi nascondere e guardarmi allo specchi ? Dai
Volete liquidare gli extra profitti con due parole ,naturalmente dando la colpa al governo ,Perchè non spiegate bene quale è il reale problema del tassate tali profitti delle banche e delle compagnie petrolifere delle quali è vietato parlarne !! Avranno anche loro degli “amici ” dei quali è vietato parlare ? Gli extra profitti si possono “tassare ” ma ha un ricorso all Europa ECC ECC non viene accettato Fatto in primis dalle petrolifere .Quindi non è una tassazione ma un contributo quasi su base volontaria .Non si può tassare retroattivamente un guadagno fatto da un azienda in modo legale
Scusandomi per la scarsa capacita cognitiva Vi ringrazio per l ospitalità e un saluto al sig TIMPANI e alla redazione

Ant
Ant
Rispondi a  PIPPO
16 giorni fa

Bravo,hai la nostra stima,la nostra solidarieta’

SALVATORE
SALVATORE
16 giorni fa

Un mio commento su questo post e più che altro una semplice riflessione e che la BCE con una operazione del genere non ha valutato le conseguenze negative che un aumento dei tassi di interesse poteva causare alle rispettive economie europee , anche perchè nel parlamento europeo non credo che ci sono dei dilettanti allo sbaraglio ,e le conseguenze che potevano derivare da un aumento dei tassi, oppure sono dei poveri ingenui ??? e poi visto che in tutto ciò gli unici soggetti a guadagnarci sono state le Banche i nostri governanti non hanno avuto la volontà politica di tassare gli utili di queste, che senza fare un bel nulla si sono ritrovati i loro capitali quasi raddoppiati … e per chiudere mi viene in mente un detto delle mie parti che dice: il cetriolo gira gira finisce sempre in culo all’ ortolano!!!!!!!!