GestoriCarburanti

Giovedì, Maggio 23rd

Last update:08:32:00 AM GMT

Shell multa da 5,8 milioni di dollari e interventi su una raffineria vicino a Houston

E-mail Stampa
Shell ha patteggiato negli Stati Uniti il pagamento di una multa di 5,8 milioni di dollari, per chiudere una causa per inquinamento atmosferico, in relazione ad una sua raffineria vicino a Houston, Texas. Inoltre, Shell dovrà ridurre entro tre anni dell’80% le emissioni dell’impianto durante gli eventi non di routine, come guasti e malfunzionamenti, ammodernare gli impianti chimici e rafforzare il monitoraggio delle emissioni.

La compagnia petrolifera era stata denunciata nel gennaio 2008 da due organizzazioni ambientaliste, Environment Texas e Sierra Club, rappresentate
dai legali del National Environmental Law Center (NELC), che contestavano più di mille violazioni del Clean Air Act, a partire dal 2003, durante eventi non di routine, con l’emissione di circa 2.300 tonnellate di sostanze inquinanti, tra cui composti chimici tossici come benzene e 1,3 butadiene.

La raffineria in questione è quella di Deer Park ed è l’ottava, per grandezza, degli Stati Uniti. I 5,8 milioni di dollari, relativi alle penali per le passate violazioni, saranno utilizzati per progetti ambientali a livello locale, come la sostituzione degli scuola-bus a diesel e l’installazione di pannelli solari negli edifici pubblici.

La proposta di patteggiamento dovrà essere approvata dall’Environmental Protection Agency (EPA) e da un giudice federale.


Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie