GestoriCarburanti

Martedì, Mar 26th

Last update:08:32:00 AM GMT

Eni, Repsol e Total sotto inchiesta Ue per cartello paraffina

E-mail Stampa

La major spagnola Repsol, Eni e la francese Total sono fra le società petrolifere coinvolte dall'indagine avviata dalla Commissione europea per il loro possibile ruolo in un cartello della paraffina.

Lo scrive oggi il quotidiano spagnolo El Pais che cita fonti vicine all'inchiesta, sottolineando che sotto indagine ci sono anche il gruppo sudafricano Sasol e la tedesca Hansen & Rosenthal.

Nel suo bilancio annuale, pubblicato sul sito internet delll'Autorità che vigila sulla borsa spagnola, Repsol conferma di essere sotto indagine e di avere parlato con gli investigatori lo scorso dicembre.

Anche Eni dice di avere inviato la documentazione richiesta dalla Commissione e di avere parlato con gli investigatori a dicembre.

Lo scorso giugno la Commissione disse di avere inviato delle comunicazioni con l'avvio dell'indagine alle società sospettate di avere creato un cartello nel mercato della cera da paraffina, un derivato del petrolio usato per fare le candele.

Nel bilancio annuale di Eni, citato dal quotidiano spagnolo, si dice che la Commissione accusa le società di avere creato un cartello per accordarsi sui prezzi della cera, per dividersi il mercato fra di loro e per scambiarsi le informazioni sui volumi della produzione e delle vendite.

Eni dice di avere accantonato 130 milioni di euro per fare fronte al rischio di una multa.

(Reuters) -
Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie