GestoriCarburanti

Martedì, Mar 26th

Last update:08:32:00 AM GMT

Deve 8mila euro a benzinaio e scompare al momento di pagare

E-mail Stampa

Nova Milanese - Alla fine del mese, quando era giunto il momento di saldare il conto, è scomparso nel nulla. E ha lasciato un debito di ben 7796 euro dal benzinaio con cui aveva stretto l'accordo per il rifornimento dei suoi mezzi. L'uomo, un quarantenne di origini calabresi, titolare di una piccola impresa, è stato quindi denunciato con l'accusa di insolvenza fraudolenta. Lunedì il giudice del Tribunale di Desio Simona Improta l'ha condannato a due mesi di reclusione.

 Si è conclusa così una vicenda iniziata nel 2008. Secondo la denuncia presentata dal gestore di un impianto di benzina aperto in città, nel mese di giugno 2008 il piccolo imprenditore aveva inviato più volte dal benzinaio di Nova i suoi dipendenti, per fare rifornimento di carburante per i suoi mezzi. Col gestore aveva stretto un accordo per il pagamento: in base a quanto stipulato, l'uomo avrebbe dovuto pagare l'importo complessivo alla fine del mese.

 Peccato però che al momento di consegnare la somma, fosse sparito nel nulla. In totale, doveva quasi 7800 euro. A tanto ammontava infatti il suo debito. Il gestore dell'impianto, non riuscendo più a rintracciare il suo cliente, ha quindi sporto denuncia ai carabinieri, data anche l'ingente somma che aspettava. E i militari sono riusciti a rintracciare l'uomo, che è stato denunciato. In settimana, a distanza di qualche anno dai fatti, è arrivata per lui la sentenza.

Paola Farina

Fonte: ilcittadinomb.it


Commenti (14)
  • mario

    mi spiace caro collega questo e un rischio di tutti noi che facciamo credito..
    la colpa e nostra se non lo fai tu lo fa il Gestore successivo x prendere il cliente se fossimo tutti daccordo nell usare le carte pertolifere e dare il rischio alla banca , la compagnia alla fine non ci rimette nulla ..mandare in pensione il credito sulla parola , si farà quei famosi 2 mesi di carcere ? credo di no, ma i soldi non credo li recuperi

  • Pochi maledetti e subito.

    Caro Mario, non tutti sono "Gestore successivo", io ho abolito il credito, ho perso molti litri, pochi introiti ma ho guadagnato molte notti tranquille.
    Fatela finita di fare la banca gratis per poi riempirvi la bocca con i milioni di litri alle riunioni aziendali.
    Il f.m. a rischio del Gestore rappresenta una forma di concorrenza sleale verso coloro che cercano di guadagnare da quello che vendono ed è paragonabile ai -10 etc.

  • Anonimo

    Per me le cose sono due: o lo fai o non lavori.
    Anche la pompa bianca, che fa decine di milioni di litri ad un prezzo notevolmente piu' basso di tutti noi, accetta tutti i clienti buoni e fa credito per cercare di vendere ancora di piu'.
    Quindi visto che "deve essere fatto" e' meglio avere 10 clienti da 500 mensili che 1 da 5000 e quando uno ritarda sollecitare e smettere.
    Pultroppo questa pratica e' un nostro rischio e le compagnie vogliono e che i clienti buoni passino a carte petrolifere aziendali perche' vogliono che il cliente passi da cliente del Gestore a cliente della compagnia.
    Chiedendo anche un aiuto legale per difendersi in caso di necessita' su tipologie contrattuali, anche le associazioni non ci vogliono mettere la mano sopra forse perche' andrebbero a creare contrasti con le compagnie.
    Per il discorso guadagno, e' diverso rispetto al -10 perche' nel caso del -10 il margine rimanente serve per coprire le spese, mentre per il finemese se paga il 10-15 in contanti senza nessun acconto, tenendo conto che la banca fa un 9% sul fido, viene a costare a noi circa lo 0,75%, ovvero vicino ad un pagamento immediato con carta.
    Fondamentalmente vendere a credito e' normale per qualsiasi attivita' lavorativa di filiera, peccato che il carburante e' visto solo come bene prezioso di scambio di denaro che il caso di fallimento viene riconosciuto solo un rimborso inferiore al 4%.
    Secondo me quindi, se uno vuol fare credito sono soldi suoi e ci puo' fare cio' che vuole e grande concorrenza non la vedo perche' un cliente a finemese o fidelizzato non c'e' differenza rispetto agli altri Gestori.

  • Bravo, continuate così.  - Credito con meno del 3%???

    Vendere a credito carburanti è normale? Tu sei un altro di quelli che si riempie la bocca con i litri. Con un ricarico inferiore al 3% c'è secondo te margine per fare anche da banca e assumersi i rischi di insolvenza? Ti rendi conto che se ti da buca uno come quello dell'articolo devi lavorare gratis per mesi per recuperare?
    Sono quelli come te che stanno portando a distruzione la categoria. Prova a chiedere ad un tabaccaio (che prende il 10%) se ti farebbe credito per sigarette e giochi, vedrai che ti fa vedere dove portava l'ombrello il nonno.
    Magari sei anche di quelli che hanno dato una buonuscita al Gestore precedente per farsi dare... i clienti a credito!!!! :grin :grin :grin
    Poveri noi. :cry

  • Anonimo  - Riguardo ai "soldi suoi"

    Secondo me quindi, se uno vuol fare credito sono soldi suoi e ci puo' fare cio' che vuole e grande concorrenza non la vedo perche' un cliente a finemese o fidelizzato non c'e' differenza rispetto agli altri Gestori.
    Riguardo a questa frase, la cui intelligenza si commenta da sola, ti auguro di trovarti presto qualche concorrente danaroso che ai tuoi clienti a f.m. proponga il pagamento a 60 gg con un pò di sconto.
    Conosci la differenza fra fare il commerciante e prostituirsi ?
    L'affondamento della categoria è iniziato proprio con ragionamenti come questi volti a vendere e non a guadagnare e la fine che faranno i Gestori se la saranno procurata da soli.
    La concorrenza alle pompe bianche LA DEVONO FARE LE COMPAGNIE, non i Gestori con i propri margini! Continuate a difendere i loro litri con i vostri soldi (f.m., -10, promozioni etc) così non abbasseranno mai i prezzi. Ma è così difficile da capire???

  • Anonimo

    Ognuno la pensi come vuole, ma anche un'operaio prima lavora e poi viene pagato, uguale l'elettricista, l'idraulico e tutto il resto.
    Stà al Gestore valutare i propri rischi.
    Riguardo al finemese o fidelizzazione, se il cliente preferisce o deve venire da me non cambia, se vuol venire da te è libero di farlo perchè non lo picchio se mi tradisce.

  • anonimo2

    fare carburante è come fare un bancomat, praticamente è un prelievo di contante e la bancha se non c' è pecunia un ti dà una lira. ma perche lo devo fare il benzinaio ? che forse il benzinaio è meglio ed a più pecunia della banca ? io penzo di no !!!!!!! al contrario va cambiata l' insegna da eni o esso o ip o shell a ENI CREDIT :grin

  • X Anonimo duro di testa.

    Avevo qualche dubbio sulla tua intelligenza , ora me li hai tolti tutti. L'idraulico o l'elettricista lavora con ricarichi del 100% e in molti casi rischia solo il suo lavoro e non denaro contante come i carburanti.
    Il tuo cliente a f.m. non verrà mai da me finchè ci sarà qualche imprenditorone come te che gli fa da banca gratis e non si rende conto che il suo utile NETTO da quella vendita lo gira alle banche.
    Non posso che augurarti tante notti insonni. :cry

  • Enzo

    io nel 2002 ho fatto ho preso una decisione:basta fine mese o ti tesseri o vai al distributore piu' avanti..da un milione e mezzo sono sceso a poco meno di un milione..
    a distanza di 10 anni sono sul milione e 400...oggi sono felice della mia scelta perche' con la crisi che c'e le fregature sono aumentate...almeno con le carte sto tranquillo e non ho piu' la paura dei fine mesi..fra l'altro nel 2002 avevo un fido bancario di 26000 oggi di 15000 che comunque non utilizzo..
    io non raggiungero' mai la quota dei 2 milioni del collega piu' avanti..pero' non ho neanche avvocati da pagare per recuperare crediti come invece capita a lui..

  • teo-ip

    i fine mese nn esistono!!! tanto lavori lo stesso xò dormi tranquillo...se vogliono carta petrolifera.. sennò amen io il gasolio cè lò è lui che ha bisogno...

  • Giuseppe  - NON FATE CREDITO

    Ben gli sta, ha fatto bene che gli ha bruciato 8000 euro. ogni mese circa 3 persone vengono se gli posso far credito. mai fatto un euro di credito a nessuno. chi ve lo fa fare?

  • peppe  - fine mese? esiste ancora?

    ma per favore, le Compagnie non affidano i clienti semifalliti e voi ancora a far credito? Ma smettetela!!! Non abbiamo margini per concedere le dilazioni, e chi se ne frega se si vende un pò meno. Meglio pochi, maledetti e subito. Io ho eliminato oltre 10 anni fa tutti i clienti di questo tipo e oggi ho solo sei grandi clienti che mi fanno il bonifico anticipato a scalare, in cambio di qualche agevolazione sui lubrificanti e sugli altri prodotti che cedo loro quasi al costo.

  • Anonimo

    un cliente con 7 tir viene da me e mi kiede se puo fare gasolio a credito io sapevo che aveva le carte petrolifere di un altra compagnia (esso) facendomi qualche domandina sul perche lui volesse fare credito da me e non continuare con le carte petrolifere li dissi di NO risultato ho saputo che un altro Gestore di un altra compagnia (ENI) deve recuperare 75000 mila euro SETTANTACINQUEMILAAAAAAAAAAA EQUIVALENTI A 2 MESI DI EROGAZIONI

    c***i SUOI :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin :grin

  • Guido  - re: NON FATE CREDITO
    Giuseppe ha scritto:
    Ben gli sta, ha fatto bene che gli ha bruciato 8000 euro. ogni mese circa 3 persone vengono se gli posso far credito. mai fatto un euro di credito a nessuno. chi ve lo fa fare?


    Io ho un bel cartello blu che si vede dall'esterno:"non si fa credito"e così nessuno chiede niente...

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie