GestoriCarburanti

Martedì, Mar 26th

Last update:08:32:00 AM GMT

Gestori in rivolta per la costruzione dell'ennesimo impianto incompatibile

E-mail Stampa

Una rete a meno di cinquecento metri in linea d`aria dallo svincolo della tangenziale Ovest, un cantiere in curva, vicino all`area commerciale del Viridea verso Cava Manara, nel Pavese. Li, dove ogni giorno all'ora di punta si formano code chilometriche è la buona occasione per aprire l'ennesimo distributore pompa bianca, no-logo, nonostante nei sei chilometri quadrati circostanti ci siano già 8 distributori.

Ovviamente le proteste arrivano dalla categoria dei Gestori che chiedono un incontro al sindaco cosi come racconta Marco Busin, presidente provinciale della Fiab Confesercenti, perchè "l`equilibrio è delicato, si rischia di far chiudere impianti e creare disoccupazione".

I Gestori hanno chiesto di accedere agli atti che hanno portato all`autorizzazione dell`impianto: "Non escludiamo un ricorso al Tar spiegano - anche perché la posizione in cui sorgerà l`impianto, a pochi metri dallo svincolo della tangenziale, in una zona già trafficata e teatro di numerosi incidenti, ci impensierisce".

Il consigliere Uds-Idv Emanuele Chiodini ha presentato un`interrogazione che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale: "II distributore-spiega Chiodini - sta sorgendo in un area di proprietà privata a precedente destinazione agricola, ennesima area libera che viene sottratta alla sua destinazione originaria costituendo cosi un ulteriore consumo di suolo ai danni del nostro territorio. Sorgerà in fregio ad un asse stradale ad altissima criticità, vicino allo sbocco della tangenziale ovest e in prossimità di una curva, già circondata da strutture commerciali di media e grande dimensione legate alla grande distribuzione, e nella zona già sussiste un`ampia rete di impianti per la vendita di carburanti e affini".

Perché l`amministrazione comunale, appresa la notizia, nel 2010, dell`avvio della pratica non ha fatto nulla, nemmeno per normare lo sviluppo della rete di distribuzione dei carburanti come chiede una legge regionale del giugno scorso?». La pratica è stata presentata nel 2010 e dopo diverse sospensioni e richiesteda parte dell`ufficio tecnico, riceve l`okdi Provincia, Arpa, commissione paesaggistica, Parco del Ticino e Vigili del Fuoco, mentre il Comune ha chiesto un parere al consulente del piano di governo del territorio.

"Siamo molto proccupati spiega Cristian Riccardi, titolare dell`impianto Total Erg di santa Croce - noi ormai abbiamo margini di guadagno di 4 centesimi al litro, e non riusciamo ad abbassare i prezzi per stare dietro alle offerte delle pompe bianche, che non hanno prezzi imposti dalle compagnie petrolifere e hanno margini fino a 15 centesimi al litro.

"Le vendite di carburante in un anno sono calate del 13% - afferma Busin -. Non so se tutti riusciranno a reggere". Il cantiere cominciato ai primi di febbraio, si chiuderà a luglio.

Commenti (6)
  • oleoblitz  - ke ridere

    ne aprono solo uno!!! peccato!!!! ne devono aprire 10 100 1000...sempre di più ma sbrigatevi, sotto un certo prezzo la benzina/diesel non può scendere...quindi i colorati e le pompe bianche e i centri commerciali ritornerà tutto come prima della grande rivoluzione in atto...cari Gestori di ogni parte d'Italia state sereni, chi ce la farà vedrà...ke ridere!!! :) :grin 8)

  • Anonimo

    E il bianco che stanno aprendo a Chivasso? Insiste su una rotonda ed è circondato da almeno 5 impianti con logo. Ma i permessi chi li dà? Ma qualcuno controlla chi,in tempi di crisi e di forte calo delle vendite di auto e di carburanti,ha tutti questi soldi da investire?

  • rovigo

    Vi meravigliate ancora? fate un giro in veneto e vedrete cosa succederà fra poco nel resto d'italia.Gli impianti colorati chiuderanno tutti. IL carburante si può avere a meno e la gente lo sà.La rivoluzione è solo all' inizio.

  • pippo

    Vedete quale é la realta :un retista op bianca vale piu di cento miseri genzinai I quali non sanno altro che piangersi adosso e sperare che qualcuno facci i c***i loro STANNO aprendo un disributore nuovo voi chiudete i vostri a tempo indeterminato fino a quando non ritirano l apertura del nuovo BISOGNA tirare fuori i coglioni e non esserlo vogliono la ns rovina NOI roviniamo loro non aspettate ne il sindacato ne lo spirito santo !!!! chiudete gli impianti prima che sia tardi una volta che la pompa bianca si é insediata é come una cancrena nel giro di un anno sarete morti di fame e vi proporanno i contratti di m***a 800 al mese per pulire il piazzale dateretta a chi ci é gia passato mandate a fare in c**o tutti senza paura ne va della vs persona e del vs lavoro basta che qualcuno inizi e tutti vi seguiranno !!!!!! NON abbiate paura

  • Gestore stufo

    Anche a Brignano (BG) costruito un mega impianto con le entrate a meno di 50 metri da una rotonda....boh, ma chi li da i permessi???

  • Anonimo

    TROPPO facile mettere un pollice verso prova a spiegare se ci riesci il tuo punto di diniego e farlo capire agli altri o sei il titolare della licenza !!??

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie