GestoriCarburanti

Giovedì, Mar 21st

Last update:08:32:00 AM GMT

'Qui niente sconti. Mi sono ribellato e l' Eni mi ha punito'

E-mail Stampa

Eraclea. La protesta del gestore dell'impianto di via Piave "Contratto vessatorio, non abbiamo ceduto al ricatto". Tensioni continue con l'Eni: i gestori della pompa di via Piave affiggono im cartello polemico centro la nota multinazionale. Una polemica contro i costi in aumento, i bassissimi margini di guadagno, l'impossibilità di riconoscete i punti ai clienti con la carta fedeltà.

Emanuele Zummer ha voluto iniziare così una protesta molto dura coinvolgendo anche gli altri gestori di distributori nel territorio. "Quando non si accettano i diktat del cane a sei zampe", attacca, "ti ritrovi in questa assurda situazione di dover avvisare i propri clienti che non puoi caricare le loro tanto amate tesserine perché l'Eni mi ha punito per non aver ceduto al ricatto. Quella dell'esclusione dalla campagna di raccolta punti non e che l'ultima trovala di Eni a danno dei gestori. Fino a pochi giorni fa il contratto era composto da due paginette con regole chiare e semplici; ora ci sono 37 pagine di contratto da firmare i cui impegni, oneri e relativi rischi sono paragonabili e quelli di un promotore finanziario. E questo viene ripagato con 20 cent per ogni carta emessa. Per fare concorrenza alle pompe bianche (quelle no logo, che di solito possono permettersi prezzi più bassi, ndr)",contìnua, "Eni pretende il 60% del guadagno lordo del gestore sulla benzina. E il 40% che ti rimane basta si e no per pagare le spese, e se non accetti fallisci perché ai prezzi consigliali da Eni non si vende nulla, ma accettando muori comunque perché di soldi dalle benzine non ne prendi. Io su quell' euro e ottanta prendo meno di quattro centesimi al litro.

Senza contare che lo Stato si prende poco più di un euro, il 57% sulla benzina. E quanto dei 73 centesimi delle compagnie sono veri costi e quanto speculazione?", si chiede infine Zamuner "invece che prendersela con i gestori i consumatori farebbero bene a incavolarsi con lo Stalo e i petrolieri".

LEni, già informata della vibrata protesta, taglia corto in merito alla vicenda: "Ci risulta" spiega un addetto stampa che il gestore non abbia semplicemente voluto aderire alle nuove card che sono state proposte e questa è stata la sua reazione". Nei giorni scorsi c'erano stati alcuni disagi nello scaricare i punti a causa di problemi con l'introduzione dei nuovi sistemi, ma sarebbero stali già su perati.

Giovanni cagliassi

Fonte: La Nuova Venezia - Mestre

eni_manifesto_ricattatorio

Commenti (11)
  • Anonimo

    non ci credo a tutto questo . i Gestori eni sono tutti dei lecca c**o e traditori.

  • Stefano Finotto

    Se sei un Gestore ti lascio un indirizzo: Via Piave, Eraclea , Venezia. Fatti un giro e verifica. Se vuoi fatti mostrare anche le carte con cui Eni dirotta i clienti di questo Gestore (che non firma le promozioni ) verso altri impianti ( dei come li chiami tu "lecca c**o" ). Quando crederai chiederai scusa al tuo collega , che si batte anche per gli altri ... caro anonimo S.Tommaso .
    Se invece sei un poveretto assistente rete col volante in mano ( ancora per poco ) allora lascia il tuo num di telefono per il prossimo cartellone che il Gestore scriverà , così la sua utenza potrà rivolgersi anche a te per spiegazioni e non solo al suo responsabile commerciale o capo area... caro anonimo...

  • pippo per anonimo

    IO invece non credo che possano esistere persone s:::::ze come te

  • colui che incula l'anonimo

    caro anonimo s.....o di m.....a visto che non ci credi scarica la pagina della nuova venezia e leggi l'articolo.
    comunque colui che non si firma e non mette la faccia e' una grandissima persona di m***a.

  • Gestore eni

    Io Gestore da 25 anni da due sono diventato eni e il mio sospetto che gran parte della situazione attuale della categoria fosse addebitabile alle scelte fatte dalla casa madre con la collaborazione dei rappresentanti sindacali e di molti Gestori si e' rivelato esatto le scelte fatte dai benzivendoli eni sono fatte solo ed esclusivamente per fottere il collega, i casi di Gestori che non accettano tutto supinamente sono veramente pochi anche se secondo me' basterebbe solo farsi aiutare da una calcolatrice per rendersi conto che con isoli litri non si campa.Siamo messi veramente male.

  • pippo

    Invece io non riesco ad immaginare come TU B S F d P riesca solo a pensare certe cose

  • Sandro Tranchetti  - Pensavo fosse un errore tecnico

    Cari colleghi, da quello che mi ha riferito il mio agente, fra le province di CH, IS,CB e AQ su 102 impianti ci sono circa 24 impianti dove siamo stati esclusi dalla campagna promozionale.
    Prendo atto di ciò che mi ha detto,
    mah,..sono sicuro solo del mio,
    forse la sua è stata solo un affermazione per guadagnare tempo.

  • Moreno Parin  - Tutti spariti?

    Normalmente trovo sempre qualche motivazione per capire il comportamento dei Gestori, ci sono mille motivi per fare o non fare le cose e non tutti sono eroi, ne possiamo pretenderlo in questo momento di crisi, però quando vedo le promesse di insurrezione e varie guerre contro i petrolieri che seguono certe notizie e poi vedo che sulla concretezza di una battaglia di un Gestore queste promesse si squagliano come neve al sole ci resto un tantino male e mi domando se vale la pena di dannarsi l'anima per questi pseudo eroi che poi giocano a nascondino.

    Comunque l'amico Emanuele sa che noi della Gisc TV e VE siamo concretamente al suo fianco..

  • Anonimo

    Questa delle carte e l'ennesima prova che il Gestore da la possibilità alla società di fare quello che vuole,(sindacato si sindacato no) Ai tempi che riunivano i Gestori a 20/25 per volta con documenti penali e timbro, per firmare la campagna, avendo letto il contratto eni/cartaSI di ben 37 pagine, dove il Gestore deve deve deve, la società può può può, Ho preso l'iniziativa nella mia zona, di convincere i colleghi a non firmare la campagna, tutti d'accordo , Dopo una settimana, riunione nella mia zona per la campagna, Sapete quanti dei 23 Gestori presenti alla riunione non hanno firmato la campagna? solo io, attualmente escluso dalla campagna è dal caricare i punti. IL problema non sono i punti, la conseguenza e che perderemo i clienti MULTICARD, perche quei clienti se non li carichi i punti non fanno carburante, con i tempi che corrono, il Gestore sarà liberamente obbligato a piegare ancora una volta la testa al volere della società . ( colpa del sindacato o dei Gestori?) ( non pago nessuna quota sindacale)

  • gest.eni

    Come dare torto a Parin.
    Ci sono tanti,troppì Gestori che soffrono della "Sindrome di Stoccolma".

    Cari Sindacati,
    avanti con la denuncia alla magistratura per coloro che non rispettano le leggi mandando in rovina i Gestori.

    Ne va della vostra sopravvivenza.

  • oleoblitz  -  a tutti i Gestori ENI

    signore colleghe e signori colleghi...fatemi un favore e ancor meglio FATECI un favore ma grande grande date immediatamente DISDETTA a tutti SCONTI e campagne e carte di qualunque tipo...ne avremo benefici tutti, mammina ENI ha insegnato troppe porcate alle altre compagnie...è ora di finirla, BASTA BASTA!!!!!!! non lo capite ke vi fate del male VOI e date il cattivo esempio...in massa TUTTI finitela di firmare qualunque cosa... 8)

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie