GestoriCarburanti

Giovedì, Maggio 23rd

Last update:08:32:00 AM GMT

Low cost si può. 'Così ho moltiplicato i clienti per dieci'

E-mail Stampa

Intervista apparsa sul quotidiano Il Resto del carlino al Gestore di Energia fluida in via Ravegnana, dopo che la stazione di servizio ha abbandonato i colori tradizionali delle compagnie pretolifere per diventare Pompa Bianca.

Alessandro Bondi, gestore di Energia fluida in via Ravegnana, com'è il bilancio a un anno dall'apertura? "Assolutamente positivo. La clientela è cresciuta di oltre dieci volte rispetto a quando gestivo il distributore con il marchio Total".

Il motivo è la sforbiciata ai prezzi? "Non solo. Per quanto riguarda i prezzi, noto che molti provano a stare a ruota. Credo che sia importante anche la rapidità con la quale offriamo il servizio. Nonostante la presenza di un gran numero di auto, riusciamo a essere veloci nei rifornimenti grazie al personale che lavora alle pompe. E poi ha una certa importanza la posizione, che è strategica. Via Ravegnana è una strada di passaggio".

Quanti veicoli si fermano ogni giorno? "Ne stimiamo tra 1.200 e 1.400. Spesso c'è la fila delle auto fin quasi alla strada".

La scelta di passare alla bandiera bianca si è rivelata azzeccata? "Direi di sì. Ho anche ricevuto un riconoscimento dalla Camera di commercio, insieme al titolare del ristorante America graffiti, per il maggior sviluppo di un'attività commerciale. Ho assunto due nuove persone, potevo scegliere di puntare solo sul self-service ma ho preferito dare occupazione. E tra pochi giorni inaugurerò l'autolavaggio. Si chiamerà Tsunami".

Prevede una crescita ulteriore dei distributori non legati ai grandi marchi? "Ci sono zone, come il Triveneto, in cui c'è già un sostanziale equili brio da tempo nell'offerta del carburante. A Forlì le pompe bianche non sono tantissime. Ribadisco che la qualità della benzina è la medesima. Se non fosse così, ve ne sareste accorti: avrei lasciato a piedi già molti forlivesi...".

Commenti (17)
  • Gestore eni

    Sono contento per il sig. Bondi, ma, mi sembra eccessivo il fatto di dare tanto clamore a quello che ha fatto, perché, lui è fortunato ad essere proprietario dell'impianto, pertanto ha potuto staccarsi dalle fauci delle compagnie......ma come ben sapete il 90% dei Gestori non è proprietario degli impianti, quindi deve sottostare alle direttive delle compagnie.....quindi secondo me, sono da ammirare tanti poveri cristi che fanno salti mortali per tirare avanti, e non chi ha la strada spianata....il sig. Bondi con il suo gesto ha dato lavoro a due nuovi operai, ma....sicuramente ha tolto clienti a 5 o 6 suoi colleghi.....quindi bell'acquisto che facciamo.....ne assumiamo due e ne mandiamo a casa 6.....capisco benissimo che con il suo operato sta combattendo le compagnie, ma sta facendo la guerra anche hai suoi più sfortunati colleghi.....quindi l'encomio sarebbe da dare a quei Gestori che con il solo loro sacrificio e dedizione al loro lavoro riescono a mantenere a galla....

  • Alessandro tamoil

    Non sta combattendo nemmeno le compagnie perché i prodotti da chi li acquista?

  • Max

    'complimenti ' al Signor Bondi...con la sua scelta ha creato lavoro per 2 miseri operatori e ha creato disoccupazione per almeno 50 Gestori...
    tanto di cappello invece ai Gestori di colore non proprietari che stanno nelle vicinanze di quest'impianto e che ancora resistono malgrado ci sia una concorrenza schiacciante..
    mi meraviglio che la camera di commercio assegni premi a chi non ha creato lavoro,bensi' ne ha levato ad altri forte del fatto che non e' Gestore dell'impianto bensi' proprietario..
    una camera di commercio dovrebbe invece vietare la concorrenza sleale e chiedersi come mai un impianto di colore non riesce a tenere gli stessi prezzi di una pompa bianca,considerato che il carburante arriva sempre e comunque dalla stessa fonte..

  • antonio99

    PAROLE SANTE Gestore eni PAROLE SANTE!!!!

  • nord sardegna n

    il signor bondi e invece da ammirare in quanto Gestore total ora bianco con investimento personale ,ma se la predica arriva da chi ha il coraggio di firmarsi Gestore eni,o Gestore esso o tamoil,ecc mi farei un esame di coscienza in quanto pionieri della disfatta della categoria!!

  • Alessandro tamoil

    Lo sai quanto vale il mio impianto? Circa 3000000€... Dimmi tu che sei tanto intelligente come potrei riscattarlo

  • pippo

    Siamo stati noi Gestori con la complicita del sindacato a permettere TUTTO questo e quando qualcuno diceva che se non si fermava in tempo la cancrena delle p bianche era considerato un c******e che non capiva un c***o !!!!!tanto mamma esso o eni non ci avrebbe mai abbandonato visto il ns continuo c**o all aria tanto dentro tutto e adesso ? cosa dovremmo fare ?abbiamo chiesto il blocco totale e nulla ,trattare con le comp nulla,che c***o si deve fare ?io non mi suicido al sig bondi auguro che presto apra vicino una coop con relativo impianto carburanti per quanto al PREMIO della camera di comm non ho parale ma forse il presidente é il propietario del deposito che rifornisce il bondo MA

  • gest.eni

    Cari colleghi,
    tutto questo è le conseguenza della legge sulla liberilizzazione che dà la possibilità anche alla grande distribuzione di entrare nel mondo dei carburanti acquistando sul mercato libero,come i Gestori che sono proprietari degli impianti.
    Il PROBLEMA VERO E'CHE LE COMPAGNIE RIFORNISCONO NOI Gestori CON MARGINI DA FAME E PREZZI IMPOSTI E GLI ALTRI CON MARGINI CHE VANNO DA 25 A 30 CENTS.
    QUESTO E'ABUSO DI DIPENDENZA ECONOMICA PERCHE'VIOLA LA LEGGE SULLA CONCORRENZA.
    Pertanto bisogna fare la guerra,SUBITO,alle PETROLIFERE che violano la legge.
    Viceversa occhio per occhio,dente per dente,violiano anche noi gli accordi andando a rifornirci sul libero mercato.Solo così riusciremo a sopravvivere.

  • anonimo  - colleghi

    Cari colleghi da poco sono diventato pompa bianca.....prima ero Gestore come te solo che io gestivo un'impianto piccolo e non avevo modo di esistere.... e tu uno di quelli impianti che quando piove sei all'asciutto e se tira vento sei coperto.........poi grazie alla liberilizzazione vendo ciò che tu prima vendevi!!!La vita và presa cosi....a volte ti dà...e a volte ti toglie.... ma adesso se tocca a noi non incazzatevi......

  • anotuo

    ma incalati da solo

  • pippo

    Tu prima non eri un Gestore ma un lecca c**o della tua societa che ci haxportato alla fine eE per quelli come teche siamo finiti cosi e adirittura Gode della fine delle gestioni dici bene la vita va presa cosi ma Tu resterai sempre un anonimo del c***o un classico bensinaro capace solo di pensare ai soldi e ai litri

  • Donato

    Le pompe bianche vengono armate dalle compagnie per fare il lavoro sporco ovvero eliminare i Gestori poco concorrenziali ovvero quei Gestori che alle compagnie dicono sempre di no perchè benzinai è non benzivendoli il loro obiettivo è il dimezzamento della rete con il 50% in forma self service il restante con Gestori addomesticati a dovere ai loro bisogni. Non posso dire tenete duro perchè io per primo ho mollato e ho capito i loro giochetti per indurti a lasciare andare avanti ad un giudice in Italia non serve a niente loro hanno un team di avvocati noi se ne troviamo uno onesto dobbiamo cominciare a pagarlo ora per finire di pagarlo magari fra venti anni forse ai suoi eredi con l'incognita del risultato del processo. Appena posso scappo dall'iTALIA.

  • Alex

    Siamo poveri benzinai con la pompa in mano,
    eh,..vero.
    Facciamo gli eroi perchè abbiamo aumentato le vendite diventando pompa bianca,
    il merito non è il nostro,
    è il prezzo visto i tempi che corrono, è del prezzo !!
    Se la pompa era gialla, verde , rossa o grigia, nulla importa, basta che non è di compagnia ed abbia il prezzo.
    Non deve essere di compagnia perchè i clienti oramai sono stufi di essere presi per i fondelli dalle compagnie petrolifere che inventano campagne promozionali per derubare i clienti.
    Tutto questo finirà se la magistratura farà luce sulle indagini che porta avanti,
    a quel punto qualcuno dovrà affrontare la dura realtà, e quel cane che ora si stà mordendo la coda, sarà costretto a fermarsi.
    Le compagnie dovranno giustificare quel margine che negano di avere e le pompe bianche avranno una differenza minima di scostamento con i distributori di bandiera, molti figli della politica saranno costretti a trovarsi una nuova occupazione ed i Gestori nel frattempo saranno morti. Questa è l'italia...

  • gest.eni

    Ripeto:Le petrolifere non rispettano le leggi,allora non li rispetteremo anche noi uscendo dal patto in esclusiva acquistando carburanti sul mercato libero.Guadagneremo il giusto e abbasseremo anche i prezzi.

    Che ne dite?

  • pippo

    Tutto questo elogio alle pompe bianche é una grande STRONZATA e chi pensa di aver fatto l affare della sua vita come il bondi non ha capito un c***o mi spiego Nel trevigiano e nel veneziano ormai ci sono pompe bianche ogni 2 km la gurrra é passata dalle comp di colore alle p b si stanno scannando e chi credeva di aver fatto l affare della sua vita sta fallendo !!!!!!la concorrenza va pianificato e ragionata mentre noi poveri ottusi ancora una volta stiamo cadendo nella trappola per poi chiedere aiuto :Che categoria di m***a potevamo avere il :mondo :e per ingordigia abbiamo solo umiliazioni

  • Stefano

    ragazzi ci stanno americanizzando al massimo, solo che noi non abbiamo i numeri per fare ciò. cmq io vedo che molte pompe bianche adottano il classico sistema self 24, ma si continuiamo a distruggere i rapporti sociali, diventiamo degli automi così poi con le nuove normative non saremo neanche più in grado di mettere benzina, e allora si che si rimpiangeranno i Gestori........

    io mi auguro, e vi auguro buona fortuna, cmq rimango sempre dell'avviso che per chi gestisce pompe legate a brand nazionali.......

    siamo e saremo sempre delle grandi persone

  • Gigi x Stefano

    8)

    finisci il discorso.................siamo e saremo delle grandi persone........... :grin ..disoccupate :grin .............ma del resto...........la causa è onorevole, pur di comprare il jet privato con sauna al "capo" potremmo anche vendere i reni dei nostri figli..............Stefanoooooooo svegliaaaaaaaaa

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie