GestoriCarburanti

Venerdì, Dec 13th

Last update:08:32:00 AM GMT

Benzina: via all'iter per cambiare la legge Fvg

E-mail Stampa

La proposta Asquini-Narduzzi passa in commissione e prevede nuovi sconti e incentivi
UDINE. Comincia l'iter consiliare perla proposta di legge, targata Roberto Asquini (capogruppo del Gruppo misto) e Danilo Narduzzi (capogruppo della Lega), per modificare il sistema degli sconti regionali sulle benzine.
Martedì la proposta sarà al vaglio della II commissione, dove verrà illustrata, mentre mercoledì toccherà alla IV commissione esprimere un parere di merito. Tra la fine di febbraio e l'avvio di marzo, quindi, il documento che rivoluziona l'attuale norma, passerà all'attenzione del Consiglio regionale.
Ma l'idea sembra già raccogliere favori, come quelli arrivati ieri dal Consiglio delle Autonomie, che però ha rinviato il parere sul documento, e che stanno arrivando dalle Camere di commercio dell Friuli Venezia Giulia. Perchè Asquini ha illustrato il provvedimento agli enti camerali di Udine e Trieste, mentre nei prossimi giorni farà lo stesso alla Camera di commercio di Pordenone.
Nella proposta Asquini-Narduzzi, dunque, spariscono le cinque fasce in cui è divisa la regione e che hanno sconti diversi e arrivano gli incentivi per tutto il Friuli Venezia Giulia, daun minimo di 3 a un massimo di 20 centesimi, sia per gasolio, sia per la benzina. E poi viene introdotta la formula dei contributi per l'acquisto di auto ecologiche, sia ai privati sia alle imprese, e per i progetti che puntano a creare una "mobilità pulita". La filosofia dell'articolato prevede due linee di intervento: il sostegno per gli acquisiti di carburante e la diffusione dei veicoli ibridi, per garantire, quindi, contributi alla pompa, ma anche proiettare
la Regione verso un futuro che la veda molto meno dipendente dal petrolio. Al posto delle cinque fasce ci sono tre livelli di applicazione degli sconti. Il primo, quello standard, vale per l'intera area regione, mentre scende nella parte occidentale del Friuli Venezia Giulia (ritenuta con minore necessità di incentivi per i consumi) e sale nei Comuni attaccati ai confini, sia a nord sia a sud. Gli incentivi previsti dalla legge Asquini-Narduzzi, poi, partono da un minimo di 3 centesimi al litro perii gasolio nella zona a minore livello, ai 15 della benzina, ma che possono diventare 20 al massimo. Già, perchè la proposta prevede che vengano aggiunti 5 centesimi al litro di sconto per le auto con motore ibrido. I finanziamenti per l'acquisto di auto ecologiche andranno da mille e 500 a 3 mila euro.

Fonte: Messaggero del Veneto

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie