GestoriCarburanti

Venerdì, Nov 22nd

Last update:08:32:00 AM GMT

Anche in Piemonte arriva la tassa sulla benzina, +2,58 cent a litro

E-mail Stampa

I fondi serviranno a coprire i danni dell’alluvione

Mentre divampano le polemiche e le proteste contro l'ultimo aumento delle accise a livello nazionale, la Regione Piemonte, per far fronte ai danni provocati dalle alluvioni, aumenterà di 2,58 centesimi al litro per un gettito totale di 27 milioni di euro, le accise regionali sulla benzina. La I Commissione Bilancio del Consiglio Regionale ha approvato nella mattina di ieri, con i voti della maggioranza e (a sorpresa) del Movimento 5 Stelle, le modifiche alla legge regionale 47/1993 in materia di imposte regionali sulla benzina. 
Le accise previste dalla normativa sono state fino ad oggi inapplicate a causa della mancanza dei regolamenti tecnici richiesti. Si è pertanto deciso di dare attuazione alla materia e destinare i fondi alla ricostruzione delle zone colpite da alluvioni e calamità naturali. Tale possibilità è stata riconosciuta anche dalla legge 225/2010 (c.d. "milleproroghe") recentemente approvata in Parlamento.
 
Per Gianluca Vignale (Pdl) "gli stati federalisti si distinguono per l'autonomia fiscale. Questa tassa ha uno scopo ben preciso, aiutare a ricostruire i danni degli alluvioni che ammontano a circa 131 milioni di euro".

Preoccupazione per le ricadute sulla fasce deboli è stata invece espressa dal gruppo Pd perché "l'aumento delle accise colpisce tutti in maniera uguale senza distinzioni di reddito. Il prezzo della benzina ha effetti pesanti sull'inflazione che grava sulle famiglie già provate dalla dura crisi".

"L'opposizione faccia proposte alternative - ha sottolineato Antonello Angeleri (Lega Nord) - chi parla ha una memoria troppo corta e si dimentica degli aumenti fatti quando era al governo".
Per Luigi Cursio (Idv) "la benzina in Italia è oggetto di troppi ricarichi sul costo iniziale. Abbiamo il dovere di lavorare per migliorare tutto il processo distributivo, a partire dalla rete che non è all'altezza degli altri paesi".

"Le emergenze idrogeologiche vengono evitate solo se si mette in sicurezza il territorio per tempo. Dobbiamo ragionare in termini di prevenzione e non aumentare le tasse solo quando accadono i disastri" ha spiegato Monica Cerutti (Sel).
Per Michele Dell'Utri (Moderati) "presto dovremo affrontare grandi tensioni sociali perché da una parte stiamo togliendo i servizi minimi ai cittadini e dall'altra aumentiamo le tasse".

In conclusione il vicepresidente della Giunta Ugo Cavallera ha spiegato che "c'era la convinzione che la legge fosse già operativa. Siamo quindi di fronte a un passaggio tecnico per riscuotere un'imposta prevista fin dal 1993 e che aiuterà a risolvere numerosi problemi del nostro territorio".

Commenti (7)
  • Franco di Torino

    "ZUMP U' CITRUL e va IN CUL ALL'URTULAN".
    Traduzione:gira e rigira , in quel posto te lo trovi sempre tu, popolo bue. I mittenti?
    SEMPRE LORO, I CASTISTI!

  • mario  - c'è di più

    oltre a questa tassa aumentano anche le tasse sulle assicurazioni in provincia

  • mario di parma

    ma non prendetevela cari colleghi,gia poi fate lo sconto a vs. spese

  • Anonimo

    visto che governa la Lega sarà il primo esempio di fedralismo fiscale
    complimenti a Cota

  • Mirco

    La prossima regione sarà il Veneto..

  • Moreno Parin

    ci avevano già provato, poi le proteste e hanno sospeso in attesa del momento giusto, sicuramente lo faranno e parlavano di 5 centesimi...

  • Stevanin Alberto  - Tra -cota - nza

    :p TRA - COTA - NZA, che dir si voglia, quando si và a governare la fantasia è la costante della pervicacia: finchè c'è benzina, c'è speranza.
    DI TASSE !
    Trovo tragicomico - per non dire delitto alla intelligenza altrui - affermare che le tasse di una Regione rispetto a quelle di altre, siano più "sante" rispetto ad altre !
    Trovo pericolosamente stupido affermare che bisogna fermare i costi distributivi quando i costi "tassativi" vengono aumentati a piacere:
    le accise, l'iva. i ticket regionali sono l'80 percento del costo di un litro.
    l'uno per cento sul 20 per cento residuale dei privati - compagnie e Gestori - sono propriamente un c***o di fronte al costo finale al consumatore.
    Onorevoli consiglieri di ogni partito siete invitati a rispettare l'intelletto del pubblico e a tenervi le minchiate a casa vostra.
    Volete più soldi ? Eccoveli e che vi vadano in casse da morto !

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie