GestoriCarburanti

Venerdì, Nov 15th

Last update:08:32:00 AM GMT

La Puglia si allinea al DL Liberalizzazioni

E-mail Stampa

Gli impianti di distribuzione di carburante potranno aprire rivendite di tabacchi purché abbiano una superficie non inferiore ai 1.500 metri quadri; obbligatorio per tutti gli impianti esistenti sulla rete stradale ed autostradale installare apparecchiature per il rifornimento self-service e per il pagamento elettronico viene eliminato l’obbligo per i nuovi impianti di affiancare alla vendita di carburanti tradizionali anche un prodotto eco-compatibile, gas o metano.

Sono le novità introdotte dalla IV Commissione della Regione Puglia  in linea con il recente Dl sulle liberalizzazioni emanate dal Governo a guida Mario Monti.

Il testo attuale, commenta la vicepresidente Loredana Capone, non è inedito e interviene su un settore “di notevole importanza economica”  . È infatti lo stesso che già nella passata legislatura fu approvato dalla commissione di merito, senza però riuscire ad arrivare in Aula. Prima di approdare in Consiglio, Lunedì 6 febbraio dovrà passare il vaglio delle associazioni di categoria nel corso delle audizioni cui parteciperanno anche i rappresentanti dell’Assopetroli. E la Capone rassicura: “Le nuove norme avranno il compito di potenziare la concorrenza fra operatori a tutto vantaggio dei consumatori”.


Commenti (6)
  • Marcello Fornaro  - Mah...

    Per i tabacchi ci siamo, ma non imporre almeno un prodotto Eco e come lasciar libero spazio agli speculatori...ed alla GDO. Come se non ci fossero già troppi impianti...

  • Enzo

    scusa chi non ha un area che supera i 1500 mt non può aprire il tabacchi? e allora cosa deve fare morire...........ma che liberalizzazione è questa solo per i più forti

  • Q8

    QUESTO VALE ANCHE PER LE AUTOSTRADE O LI LA CONCORRENZA E' BLOCCATA DA AUTOGRILL ???????

  • Enzo

    questa vendita di sigarette perchè non le danno a tutti almeno si guadagna qualcosa

  • peppe  - almeno in puglia....

    almeno in Puglia saranno concessi i tabacchi ai distributori con area complessiva superiore ai 1500 mq. ; a Napoli sarà sempre l'AAMS a decidere autonomamente, secondo i vecchi criteri. Questa almeno è la situazione che è stata riscontrata da chi si è rivolto all'AAMS in questi giorni : distanze, reddito della tabaccheria più vicina, possibilità di ricorso e relativa sospensiva da parte del tabaccaio con più santi in Paradiso. PROVARE PER CREDERE !!!!

  • mp

    devono scendere almeno a 1000mq, abbiamo bisogno di far entrare qualche soldo in cassa!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie