GestoriCarburanti

Venerdì, Jul 19th

Last update:08:32:00 AM GMT

La Regione Toscana firma l'accordo con Conad e Coop

E-mail Stampa

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha firmato formalizzando l'intesa con la Conad e l’associazione delle Coop avente l'intento, secondo i firmatari, di accelerare ed accompagnare il processo di liberalizzazione per quanto riguarda la distribuzione dei carburanti seguendo le linee guida liberalizzatrici avviate dal governo nazionale. L’accordo era stato annunciato la scorsa settimana con due obiettivi: fissare un prezzo più basso e vantaggioso per i consumatori e garantire il riassorbimento del personale delle piccole stazioni di servizio che potrebbero chiudere o dover ridurre gli addetti. Era uno dei timori dei piccoli esercenti.”Capisco le loro preoccupazioni – ha dichiarato il presidente della regione Rossi – e pensando a loro e alla salvaguardia dei livelli occupazionali abbiamo inserito questa clausola. Spero – ha aggiunto – che anche altre sigle firmino l’intesa”.

Ma l’intervento potrebbe non fermarsi alla grande distribuzione. Perché liberalizzazione e concorrenza possano davvero riuscire ad incidere sui costi alla pompa, tutti i gestori dovrebbero infatti poter acquistare i carburanti sul libero mercato: anche quelli con un’insegna monomarca. Così il presidente Rossi, parallelamente all’intesa firmata stamani, ha scritto una lettera al presidente del consiglio Mario Monti e al presidente della conferenza delle Regioni Vasco Errani per chiedere una modifica al decreto “Cresci italia” e consentire a tutti i gestori di poter acquistare carburanti sul libero mercato per almeno il 50 per cento di quanto erogato l’anno precedente.

Con l’intesa firmata oggi l’associazione delle Coop (Accdt) e la Conad si impegnano ad aprire nuovi impianti di distribuzione di carburante garantendo prezzi alla pompa più bassi e competitivi rispetto al mercato tradizionale. Qualora poi l’impianto comporti la chiusura o l’esubero di personale in altre stazioni di servizio nel raggio di quindici chilometri, i centri commerciali si impegnano a riassorbire la manodopera: anche in altre attività presenti nel complesso commerciale. In alternativa la grande distribuzione che aprirà impianti non con il proprio marchio – e che non potrà quindi riassumere direttamente manodopera – si impegna a scegliere per l’affidamento delle stazioni di servizio in gestione, a parità di condizioni, gli esercenti che già operano negli stessi quindici chilometri. E’ il caso delle Coop.

Parallelamente la Regione Toscana farà un monitoraggio dei prezzi alla pompa praticati negli impianti di tutta la Toscana. L’osservatorio non fa parte dell’intesa siglata oggi e non riguarda solo la grande distribuzione, ma ne è un corollario e servirà a garantire prezzi trasparenti. I dati saranno infatti pubblicati on line, a disposizione di tutti i consumatori. Si potrà capire quale è il prezzo medio applicato in Toscana e, naturalmente, l’offerta più vantaggiosa. L’osservatorio vigilerà naturalmente anche sulla corretta applicazione dell’intesa.

In Toscana oggi ci sono 1565 stazioni di servizio. Le pompe ‘bianche’, quelle senza logo e con prezzi presumibilmente low cost, sono 39, di cui 4 gestite dalla grande distribuzione: 1 dalla Conad e 3 dalla Carrefour. I grandi centri commerciali in tutta la regione sono 165.

La Conad ha già da tempo un piano di sviluppo pronto: tra le domande presentate una riguarda Prato e un’altra Venturina, in provincia di Livorno. Ma saranno presentate in tutti i comuni capoluogo, ha spiegato il responsabile dell’azienda a margine della firma, con l’auspicio che la semplificazione possa consentire risposte ed iter più rapidi. L’obiettivo dell’azienda, che aprirà distributori a marchio Conad come già ne esistono diversi in Sardegna e Lazio ed uno anche in Toscana, a Gallicano in provincia di Lucca, è inaugurare un paio di stazioni di servizio entro il 2012 assieme a qualche cantiere già in fase di realizzazione.

La Coop invece non aprirà distributori con il proprio marchio, ma farà accordi con gestori già esistenti: un po’ come è già stato fatto davanti all’Ipercoop di Sesto Fiorentino con un impianto Agip.

Il presidente Rossi è convinto che nei nuovi impianti che saranno aperti i consumatori possano godere di uno sconto di almeno 10 centesimi rispetto al prezzo medio del carburante. “Nell’accordo non ci sono cifre perché questo sarebbe stato in conflitto con le norme sulla concorrenza” precisa. Ma questo è l’obiettivo. Conad dal canto suo ha spiegato che esperienze analoghe hanno portato finora in Italia un risparmio per i consumatori di 7,9 centesimi al litro rispetto al prezzo medio pubblicato ogni mese dal ministero. Tra i 7 e gli 8 centesimi, compresi eventuali punti per la spesa nei centri commerciali, i vantaggi ottenuti nei distributori "presi in affitto" dalla Coop.


Commenti (6)
  • Gestore esso

    Speriamo che almeno poi paghino le tasse queste coop....

  • anonimo2  - almeno avremmo un posto fisso e le ferie

    ma ce la faranno ad assumerci tutti? siamo in diversi circa 2-4 per impianto se ne chiudono 6 o 7 sono c.a. 20 persone solo dai distributori, ed all' ora se la benzina la regalano dove prenderanno i soldi per gli stipendi? forse ce li darà ROSSI poi tutte queste cooperative le tasse come le pagano? e quanto pagano?

  • Gestore eni  - re: e non solo quelle
    Gestore esso ha scritto:
    Speriamo che almeno poi paghino le tasse queste coop....

    non capisco poi perche ROSSI non toglie le accise regionali, ma forse così e più facile e poi così anzi, ne metterà anche sul gasolio tanto ci sò le pompe bianche

  • pasquale  - pompe bianche

    Queste iniziative sono ridicole. Stanno facendo passare i Gestori come il vero problema dei prezzi cosi' alti. Ma queste fantomatiche pompe bianche che nella maggior parte sono selfizzate e per cui senza manodopera promettono un prezzo piu' basso di circa 7/10 cent/litro pensate o volete far apparire che il problema sia risolto? Ma fatemi un piacere. es. la benzina invece di 1,92 costa 1,82 il problema e' risolto?
    sapete qual'e' il vero problema? La politica i politici e le accise che servono per pagare i loro sprechi e sperperi. LASCIATE IN PACE I Gestori E NON BUTTATE FUMO NEGL'OCCHI DELLA GENTE.

  • Anonimo  - e' proprio cosi'

    Caro Pasquale hai completamente ragione, ma questo non e' fumo negli occhi questa e' la ignoranza del consumatore la poca cultura (e non per offendere) come dici tu se domani vanno alla coop o alla conad a fare carburante e invece di 1,92 lo pagano 1,82 sono stracontenti perche' hanno risparmiato 0,10 cent. pero' se su quel 1,82 pagano 1 € fra iva e accise non glie ne frega un c...o, per0' poi quando queste cooperative non pagano tasse e creano i loro paradisi fiscali fuori si lamentano.

  • Marcello Fornaro  - ma scusate...

    ...ma perchè un governatore di regione votato da persone fisiche e non da cooperative (penso) debba prendere accordi direttamente con queste per abbassare i prezzi? Cioè per le Coop prepara una legge, per i Gestori una letterina a monti...wow che gran lavoro. Si metta a discutere con i Gestori invitandoli ad acquisire terreni, a questo punto, adiacenti ai centri commerciali ed in forma consortile aprire distributore lowcost, così i Gestori che perdono reddito per gli erogati, lo recuperano dall'utile del lowcost. Ma così è troppo semplice, meglio fare un po' di casino...

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie