GestoriCarburanti

Venerdì, Jul 19th

Last update:08:32:00 AM GMT

Decalogo della Confcommercio su "Come comportarsi durante una rapina"

E-mail Stampa

Ventuno commercianti della capitale hanno partecipato al corso, organizzato dalla confcommercio, per imparare le tecniche utili a gestire il panico e mantenere la calma in situazioni di difficoltà I più colpiti sono farmacisti, tabaccai, benzinai e gioiellieri. L'orario a rischio è quello della chiusura. L'importante, però, è essere preparati e mantenere la calma.

A spiegare ai commercianti romani le tecniche per affrontare una rapina ci pensa il corso organizzato da Confcommercio in collaborazione con l'Istituto di vigilanza dell'Urbe.

Guidati da Marco Strano, psicologo della polizia di Stato e fondatore dell'Icaa (International Crime Analysys Association) i ventuno partecipanti hanno imparato a reagire ad un'aggressione e gestire il panico durante una situazione difficile.

Il corso antirapina, alla sua prima edizione, è sembrato quasi necessario in un periodo di crisi che comporta, inevitabilmente, un aumento di criminalità. A subirne le conseguenze sono spesso i piccoli esercenti. "Abbiamo già subìto rapine a Milano e Verona  -  racconta uno dei partecipanti  -  Vogliamo essere preparati se dovesse ripetersi anche nel nostro punto vendita della Capitale".

Nella classifica delle Province italiane, Roma è al 101esimo posto per sicurezza, ma le statistiche presentate dall'Ivu rilevano una crescita esponenziale del numero di furti, rapine e aggressione. Secondo i dati del Viminale, nel 2011 a Roma c'è stato un aumento del 7,9% delle rapine rispetto all'anno precedente. Crescono quasi del doppio le aggressioni (+13,5%) e i furti in casa (+13,1%). Complessivamente i reati nella Capitale sono aumentati del 7,5%, su territorio regionale del 21%.

Dati e statistiche variano, poi, a seconda della categoria. Per le farmacia, per esempio, il rischio maggiore di subire una rapina è intorno all'ora di pranzo. I mesi più sfortunati maggio e novembre. Gli aggressori scelgono, principalmente, un taglierino come arma e l'azione criminale dura, in genere, non più di un minuto.

In quel minuto il commerciante deve saper gestire il panico, riconoscere il tipo di rapinatore che ha di fronte e reagire di conseguenza. Sembra impossibile, ma non lo è. E spesso fare la cosa giusta significa riuscire ad evitare il peggio senza rischiare la vita.

"Guardando i filmati di alcune rapine, soprattutto, ai benzinai romani, ho scoperto che molti di loro hanno la pessima abitudine di affrontare il rapinatore cercando di strappargli la pistola dalle mani. Capite bene che in questo modo il rischio di essere uccisi aumenta e di molto". Per il criminologo Marco Strano, funzionario di polizia e sindacalista Ugl, i commercianti devono cambiare atteggiamento quando si trovando davanti un bandito e "controllare i comandi che il cervello invia in una situazione tanto stressante", aggiunge.

L'idea di un corso ad hoc, totalmente gratuito, è piaciuta molto e le richieste di adesione sono state tante. Per questo una seconda edizione è già in programma ad inizio novembre. E' ancora possibile partecipare contattando Confcommercio

Commenti (9)
  • Gigi

    8)

    Che stronzata, come si fa a mantenere la calma?

    La Confcommercio dovrebbe tutelarci contro Scaroni :upset altro che rapinatori!!

  • Max

    io spero di non dover mai 'affrontare' .....questo 'argomento'..

  • mario api ip

    vabbe come dice fantozzi e una cagata pazzescaa

    a parte gli scherzi io ho subito qualche furto ma negli orari di chiusura , di rapine mai , non so come reagirei ,e anche se ho un porto d'armi x difesa personale non vado mai armato sul lavoro .basta vedere gli esiti dei malcapitati , quidi pensiamoci prima di avere reazioni .. alla fine ci rimettiamo sempre nel bene e nel male ...

  • rambo john j

    Corsi anti rapina conf commercio pensi prima a levarci dalla schiavitù insieme ai suoi alleati cisl e confesercenti arracatta mazzette !!!

  • Gestore eni

    ma tu dimmi cosa si inventano,non pensano mica che gigi ha perfettamente ragione altro che rapine fate il vostro lavoro con i sindacati invece di dire c........

  • gest.eni  - Chi tace acconsente

    Il corso avrà la sua importanza ma ha priorità zero rispetto ai problemi che abbiamo noi Gestori in questo momento.

    EPPUR NESSUNO SI MUOVE E TUTTO TACE.
    Le compagnie petrolifere invece vanno speditamente avanti con le loro politiche commerciali,letali per noi Gestori.

    Queste penseranno;CHI TACE ACCONSENTE.
    Speriamo si diano una mossa al più presto.

  • Gestore povero.

    Il problema più grosso durante una rapina, sarà convincerli che l'incasso è davvero quel poco che hanno trovato. :sigh

  • peppe  - che senso ha?

    mi chiedo quale senso possa avere trattare del futuro di una categoria che ormai è destinata al fallimento. Se non ci ammazzano i rapinatori, ci pensano le compagnie. Avrei volentieri partecipato se ci avessero spiegato come affrontare il Capo Area o il Territory Manager in caso di proposta di modifica unilaterale delle condizioni contrattuali.....

  • peppe

    ....in ogni caso , reagire non è mai un comportamento intelligente. Nei mie trent'anni di gestione, e ben 13 rapine , le uniche due volte che ho reagito mi son costate una denuncia per lesioni gravi e una per eccesso colpoo di legittima difesa. Fortunatamente entrambe cadute per accordo . La prima volta il ragazzotto era minorenne e ha quasi rischiato di essere ammazzato a colpi di spranga , per fortuna nella foga riportai anch'io delle piccole lesioni e il suo avvocato mi chiese di non costituirmi parte civile in cambio della rinuncia dell'imputato a proseguire. La seconda volta minacciarono il mio bambino e neanche vi dico quante persone ci son volute per sottrarlo alla mia furia (incapacità temporanea di intendere e volere, assolto ma con circa 6 milioni di lire di spese legali). Le altre volte, come ho sempre predicato ai miei collaboratori, hanno preso il denaro e sono andati via tranquillamente. MAI REAGIRE , ovviamente se non toccano i vostri familiari. In quel caso, ritengo sia impossibile mantenere la calma.......

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie