GestoriCarburanti

Venerdì, Feb 21st

Last update:08:32:00 AM GMT

Il comportamento sciagurato di eni su iperself h24

E-mail Stampa

Non vi sono più dubbi, l'eni vuole eliminare il Gestore dalle sue stazioni di servizio. Lo ha confermato nella giornata di ieri il Retail Executive Vice President, Paolo Grossi, durante il lancio ufficiale di "eni station per una rete moderna e funzionale", avvenuto presso il punto vendita di via Fulvio Testi 25 di Sesto San Giovanni (Mi). 

Grossi ha detto, senza troppi giri di parole - nonostante le molte disdette per fallimento che arrivano alle strutture locali, i molti carichi sospesi  - che il Gestore deve guadagnare 1,6, massimo 2 centesimi al litro, come succede negli altri paesi, mentre in Italia, i Gestori, "pesano" per 4 centesimi al litro. Il Retail Executive Vice President non ha dubbi. Il peso dei Gestori è troppo anche in considerazione di una contrattattualistica di favore per la durata dei contratti 6+6.  

Ha anche contiunuato sul numero eccessivo degli impianti: 'In Italia abbiamo troppe stazioni di rifornimento, secondo i dati di fine 2010 sono 22 mila e 220. Un numero pari a circa il doppio rispetto a quello di paesi con consumi di carburanti simili ai nostri. E avere il doppio delle stazioni rispetto agli altri significa essere meno efficienti in termini di costi gestionali''. Parole pronunciate, è bene ricordarlo, dal President di una azienda che detiene più del 30 % di quota di mercato avendo circa 4500 (record europeo per numero di impianti convenzionati e di proprietà che fanno riferimento ad un solo operatore)  stazioni di servizio. 

Purtroppo l'eni in queste ultime ore sta dando il meglio di se anche in altri ambiti. A quanto appreso da questa redazione l'azienda ha messo in campo tutta la forza della struttura R&M per poter contare il maggior numero di adesioni. Dal Territorio nazionale arrivano molte segnalazioni da Gestori che subiscono pressioni e minacce per la sottoscrizione di Iperself h24. Adesioni, che nonostante l'armata eni, rimangono ancora circoscritte ad un numero limitato.

Tra l'altro, colleghi ci segnalano che uomini dell'azienda, nella smania di raccogliere ulteriori firme, e dopo aver dato fondo a tutte le pressioni possibili, starebbero indicando la lista presente all'interno della pagina internet dedicata ad Iperself h24, come prova della sottoscrizione di molti Gestori. Noi abbiamo potuto controllare e quella lista è un falso incredibile, una pubblicità ingannevole anche per gli stessi automobilisti a cui è realmente rivolta. L'ennesimo esempio del comportamento ingannevole di questa azienda.

L'ennesima motivazione per dire ai Gestori eni di NON FIRMARE IPERSELF H24 

Commenti (20)
  • No H24 ergo sum

    Se stanno arrivando a pubblicare false liste di aderenti (constatato di persona), vuol dire che hanno il fiato corto.
    Non fatevi intimidire e mandateli dove meritano.
    N O N F I R M A T E! vendere senza guadagnare serve solo a farvi chiudere prima.

  • Roberto Gestore IP

    E' Vero , Sono Andato sul sito dell'Eni e c'e' La Lista Completa ... Mi Pare che sono Tantissimi ad aver Aderito , In Provincia di Genova ad Esempio l'Adesione e' Totale !!! Non Penso che una Societa' Come L'Eni Diffonda delle Notizie False ... Non Vorrei che Tanti Gestori avessero gia' Firmato e poi invece fra Colleghi si Vantono di aver Rifiutato L'Iper Self H24 ... Di Sicuro qualcuno MENTE !!!

  • No h24 ergo sum  - per Roberto

    Su quella lista c'è il m io nome e quello di 3 colleghi che non hanno nemmeno l'Iperself. Sto valutando se interessare della cosa un legale.
    E' diffamazione bella e buona.

  • No h24 ergo sum

    Volevo dire , il mio impianto. Se non è diffamazione è pubblicità ingannevole.

  • Roberto Gestore IP

    Allora se dici Cosi' e ci Credo , Sono Messi Veramente male all'Eni , Vogliono Fare una Bella pressione Piscologica in Modo che alla fine vi faranno firmare Tutti ...

  • Antonio  - Adesioni iperself 24

    Se fosse giusto quello che scrive l'Eni sul sito le adesioni superano le 3800 praticamente tutte le pompe self hanno aderito. E' sicuro che qualcuno mente!!!

  • Anonimo

    scusate e sulle nuove regole del mercato del lavoro cosa mi dite dei contratti in associazione?

  • ENI

    SI MERITEREBBERO CHE TUTTI I Gestori ENI SI UNISSERO E SE NE ANDASSERO TUTTI INSIEME

  • fabio  - full servito-provocazione

    mandiamo una risposta forte ad eni e a tutte le altre compagnie. eroghiamo solo in modalità full servito. dove sta scritto che il self service debba essere aperto. nel diritto del Gestore c'è una scelta economica-commerciale e nessuno potrebbe eccepire. se non campo piu' con i margini e debbo pagare le spese ( acqua, luce, pulizie, ecc) , decido di eliminare alcune cose che mi costano ( spengo il self e non erogo in self.

  • Moreno Parin  - Bugiardi!!!!

    Ne ho viste di falsità, ma mettere addirittura in lista gli impianti ex eni, ora Vega, significa essere veramente stati assunti con il test delle tre scimmiette!

  • Gestore esso  - senza parole...

    E meno male che questa è la compagnia di Stato....questa è l'Italia, senza parole...

  • Sandro

    Nella lista dove non spiega se sono quelli che hanno adeito, se sono quelli che devono essere contattati o altro, sotto la provincia di Chieti, a San Salvo, nela frazione Marinelle dovrebbe esserci l'impianto gestito da me.
    Io non faccio il -10, non faccio il Pring -8, ho un cluster più alto dei miei colleghi di 1.8 centesimi, ho un discaund dei carburanti a 400 metri,
    non ho firmato nulla, anche se mi hanno messo in lista e NON CREDO DI AVERE INTENZIONE DI FIRMARE L'H24 .
    Ahhh... dimenticavo, ammiro Pasquale Minuto "vedi articolo Davide contro Golia su GC "

  • API IP

    MA UN ATTO DI FORZA E INFLUENZARE TUTTI I Gestori DI ALTRE COMPAGNIE A NON EFFETTUARE PIù SCONTI? TANTO CI RIMETTIAMO SOLO NOI.. QUALCUNO A PENSATO DI FREGARE IL VICINO , ALLA FINE CI FREGHIAMO SOLO NOI ...

  • G.L.

    Sono pienamente d'accordo! Finalmente qualcuno che ha capito che spesso siamo noi Gestori a pestarci i piedi gli uni con gli altri. Avere il coraggio di ammetterlo è segno di maturazione e civiltà.

  • Anonimo  - Anonimo

    Un suggerimento a Luca Squeri da un'associato Figisc,ci hai portato al fallimento,dimettiti prima che si troppo tardi non solo per tutti noi ma anche per te. Dammi retta lascia la Figisc non ne sei degno di esserne il presidente, sei un venduto,vergognati. Spero che il tuo direttivo ti sfiduci prima possibile.

  • enzo41

    Noi Gestori siamo esseri umani non siamo dei numeri.

  • canazza  - re:
    G.L. ha scritto:
    Sono pienamente d'accordo! Finalmente qualcuno che ha capito che spesso siamo noi Gestori a pestarci i piedi gli uni con gli altri. Avere il coraggio di ammetterlo è segno di maturazione e civiltà.


    Non è civiltà: è fare cartello! Ma daltronde siamo in Italia...

  • G.L.

    Scusa magari sono io a non capire, ma la tua risposta per me non ha alcun senso. Chi fà un cartello lo fà insieme ad altre persone, se noi Gestori abbiamo cominciato a fare sconti per rubare , e dico rubare, fette di mercato ad altri Gestori, senza capire che si sarebbe innescata solo una corsa al ribasso. Un ribasso però che va ad intaccare solo il margine del Gestore perchè le compagnie state sicuri non perdono niente. Spesso ho notato Gestori che facevano capo alla stessa bandiera applicare prezzi molto differenti. Allora cosa succede, il consumatore percepisce che il prezzo finale lo facciamo noi e invece cosi non è e non deve apparire così.

    Se io faccio lo sconto, un altro fara lo sconto, così io faro un altro pò di sconto ecosì via. Chi ne guadagnerà saranno solo le compagnie.
    Noi dobbiamo fare la concorrenza solo con il SERVIZIO.

    Un cartello quindi è un gruppo di persone o società che applicano uno stesso comportamento o uno stesso prezzo pre blindare il loro mercato. QUINDI IL CARTELLO LO HANNO FATTO LE COMPAGNIE NON NOI: NOI LO SUBIAMO INVECE DI ESSERE UNITI.

    A tutti buon lavoro e una Pasqua serena.

  • fabio  - re: concordo

    è ora di finirla di fare i furbetti di giornata perchè , come sempre, la guerra la fa i poveri e i generali sghignazzano

  • piero bell

    per sandro di chieti.
    ci sono tanti pasquale minuto, conoscili,cercali,aiutali a dar battaglia all'eni.
    tanti distributori chiusi senza riconsegnare le chiavi.........fatelo.
    allora anche tu sarai pasquale minuto, è facile ammirare e non fare.
    io ne conosco uno che ha avuto il coraggio di sfidarli, denunciarli......chiudergli l'impianto da due anni.......e ancora lotta anche per te


    tanti sono , ma forse lottano solo i soliti due

    minuto
    campana

    e gli altri dove siamo?????????????

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie