GestoriCarburanti

Martedì, Mar 19th

Last update:08:32:00 AM GMT

Imu: Assopetroli, bene governo su no aumento accise carburanti

E-mail Stampa

'Assopetroli esprime il proprio plauso al Governo che ha evitato il rincaro delle accise sui carburanti. Auspichiamo che l'impegno a non aumentare il prelievo fiscale sui carburanti sia mantenuto anche per il futuro ricorrendo ad una piu' puntuale revisione della spesa pubblica piuttosto che agli incrementi di accise, al fine di reperire le risorse occorrenti allo sviluppo del Paese e per abbassare la pressione fiscale''.

Lo afferma in una nota Franco Ferrari Aggradi, presidente di Assopetroli Assoenergia che rappresenta e tutela le oltre mille imprese del settore della commercializzazione dei carburanti e dei servizi e prodotti energetici.

'Nel testo in bozza del Dl sul pubblico impiego, varato dal consiglio dei Ministri lo scorso 26 agosto, leggiamo con favore come siano stati finalmente eliminati almeno i controlli anti-traslazione della Robin Tax effettuati dall'Autorita' per l'Energia Elettrica e il Gas sulle piccole e medie aziende del settore energetico con un fatturato totale inferiore a circa 480 milioni di euro, che sono obbligate al pagamento della maggiorazione Ires del 10,5%, rispetto ad altre aziende operanti in altri settori produttivi non soggette a tale imposta che peraltro resta in attesa del pronunciamento di costituzionalita' da parte della Corte Costituzionale''.

 ''Escludere dai controlli - continua Aggradi - le nostre imprese, che non possono ne' traslare l'imposta proprio per la loro natura commerciale ne' incidere sul prezzo della materia prima, e' una norma positiva e di buon senso che permette alle stesse di liberare le risorse umane ed economiche, sino ad oggi usate per gli onerosissimi adempimenti burocratici richiesti dall'Autorita' per l'Energia Elettrica ed il Gas, per destinarle allo sviluppo competitivo dell'impresa e per l'occupazione''.

''E' un risultato importante - prosegue Franco Ferrari Aggradi - che Assopetroli-Assoenergia attendeva da molto tempo e per il quale si e' fortemente spesa con le Istituzioni di riferimento. Dobbiamo quindi dare atto al Governo Letta e soprattutto al ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, che lo aveva promesso, di aver mantenuto gli impegni''. ''Nell'esprimere quindi il nostro plauso al Governo per quanto fatto, - conclude il presidente - confidiamo pero' che si prosegua sulla buona strada della collaborazione intrapresa affinche' - conclude Ferrari Aggradi - nel prossimo decreto del Fare, di cui gia' si parla, lo stesso riveda l'articolo 5 comma 1 del dl Fare 1 che dispone, per reperire solo 75 milioni di euro annui, l'allargamento della platea di imprese soggette alla Robin Tax anche alle piccole e piccolissime imprese energetiche a partire dal gennaio del 2014, ponendo le stesse nella spiacevole condizione di operare la difficile scelta tra il pagare la tassa o il mantenere gli attuali livelli occupazionali''.

Commenti (2)
  • pippo

    BRAVO !!!! guai aumentare le accise CI siamo gia noi che rincariamo i prezzi quando ci fa comodo magari in concomitanza delle ferieNOI che mettiamo alla fame i ns Gestori risparmiando milioni !!!! noi che non paghiamo i cali NOI che con i vari cali termici nei depositi truffiamo milioni Ci mancherebbe che qualcuno ci aumentasse anche le accise inaudito ....Speriamo nella buona strada che ci dia ,il governo, i milioni per chiudere gli imp e bonificare a spese loro (stato)i ns vecchi imp che negli anni ci hanno fatto ricchi ,mica vorranno che adesso li bonifichiamo a spese ns ????!!

  • Gigi x pippo

    8)

    Dovresti saperlo:

    Assopetroli "è" il governo!

    Se non aumentano le accise stai tranquillo che ad aumentare ci pensano loro.

    ..............................................

    Inoltre:

    entro due anni la metà di noi senza lavoro, l'altra metà ridotta in regime di schiavitù.

    ..............................................

    Possibile che i sindacati non abbiano provato a fermare il fenomeno dei contratti di prestatori d'opera?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie