GestoriCarburanti

Sabato, Sep 21st

Last update:08:32:00 AM GMT

Eni L’utile scende a 1,43 miliardi (-39%). La quota di mercato rete al 29,1% in calo del 1,3%

E-mail Stampa

Nel primo trimestre 2013 Eni ha conseguito l’utile operativo adjusted di €3,79 miliardi, in riduzione del 39,2% rispetto al primo trimestre 2012 per effetto essenzialmente dei minori risultati delle Divisioni Exploration & Production e Gas & Power. Depurando il trimestre di confronto del contributo Snam alle continuing operations, la riduzione dell’utile operativo adjusted si riduce al 36,4%.

La Divisione Exploration & Production ha sofferto la flessione del prezzo del petrolio (-5% per il riferimento Brent) e la minore performance produttiva (-4,9%) penalizzata da eventi contingenti (utile operativo in calo del 21,5%). In attesa di sviluppi sul fronte delle rinegoziazioni dei contratti di approvvigionamento, la Divisione Gas & Power ha chiuso il trimestre con la perdita operativa adjuste di €148 milioni a fronte dell’utile di €1.019 milioni nel 2012, penalizzata dal crollo dei prezzi di vendita in un quadro di domanda debole e forte pressione competitiva, mentre il risultato 2012 aveva beneficiato dei proventi delle rinegoziazioni, alcune delle quali con efficacia economica retroattiva. In flessione il risultato di Ingegneria & Costruzioni (-46%) che ha risentito del calo della domanda di servizi e dei minori margini delle commesse.

Queste riduzioni sono state parzialmente compensate dai significativi miglioramenti registrati dalla Divisione Refining & Marketing  (+32,1%) e da Versalis (+62,7%) che hanno beneficiato delle azioni di efficienza e ottimizzazione, nonché della ripresa dello scenario prezzi.

Refining & Marketing

Nel primo trimestre 2013 il margine di raffinazione nell'area del Mediterraneo ha registrato un parziale recupero rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (3,97 dollari/barile il margine medio di raffinazione sul Brent nel Mediterraneo, +36% rispetto al primo trimestre 2012), pur rimanendo su valori non remunerativi a causa della perdurante debolezza della domanda, elevato costo della carica petrolifera e strutturale eccesso di capacità. Il trend in aumento dello spread tra prodotti pregiati e olio combustibile ha sostenuto la redditività delle raffinerie a elevata conversione del sistema Eni.

Nel primo trimestre 2013 le vendite di prodotti petroliferi nel mercato rete Italia hanno registrato una flessione dell'8,8% a causa del calo dei consumi di carburanti su cui ha pesato la recessione e dell'intensificarsi della pressione competitiva. La quota di mercato è pari al 29,1% nel primo trimestre 2013, in calo di 1,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (30,4%). In calo (-5,6%) le vendite rete nei mercati europei del primo trimestre 2013, principalmente nell'Europa Occidentale.

L’ad Paolo Scaroni ha però rassicurato analisti e investitori - anche se oggi il titolo ha risentito dei dati negativi -  spiegando di "confermare gli obiettivi di crescita e redditività del 2013 malgrado il rallentamento del primo trimestre ". La Divisione E&P ha sottolineato Scaroni, "conferma gli obiettivi di crescita per il 2013 grazie ai progressi nello sviluppo dei progetti in corso. La G&P beneficerà delle rinegoziazioni dei contratti gas che mitigheranno l'impatto negativo di un mercato ancora in forte contrazione. Le Divisioni R&M e Versalis, in forte recupero rispetto allo scorso anno, proseguiranno nelle azioni di miglioramento della redditività".

Risultati primo trimestre 2013

Commenti (8)
  • Gestore eni

    GRAZIE SCARONI !
    SEI GRANDE!!!!
    C'è un solo problema, il suo stipendio aumenta, il nostro si azzera.

  • Gestore eni

    caro a.d. ricorda che chi prega la morte degli altri la sua è dietro la porta.
    E' un detto che usavano i vecchi, ma si addice perfettamente al attegiamento che l'azienda attua nei confroni dei propri Gestori.

  • gest.eni

    Speriamo che si cambi registro e che finisca l'aggressione e l'arroganza senza limiti della società verso i Gestori.

  • Anonimo  - Over forever.

    Gestori Eni, overate, overate, overate! vIa h24 e sconti a ns. carico.
    Tutto il resto è fuffa.
    1000 lt x 10 cent fa sempre 100 euro. Ricordatelo.

  • Gestore eni

    Speriamo che i Gestori inizino a farsi due conti basterebbe quello per rendersi conto che non basta fare piu' litri per guadagnare di piu'
    basta sconti basta campagne a redditivita' zero,e' questo il primo passo per migliorare la nostra situazione ormai abbastanza compromessa.
    Le pompe bianche le gdo i cluster sono problemi che le societa' tutte in primis eni potrebbero contrastare ma finche' ci saranno Gestori pecoroni capaci solo di lamentarsi per poi aderire a tutto con il solo proposito di fottere il collega vicino saremo purtroppo destinati all'auto distruzione. SVEGLIA siamo noi i maggiori artefici del nostro destino

  • nord sardegna n

    ma di questi super sconti esso ?-17 -18?

  • gest eni

    anche in puglia esso meno 14 - 11 - e poi anche - 10 servito alcuni ora sono un po scesi come scontistica ma sono molto distanti da tutti gli operatori... specie eni ... noi invece siamo impegnati con le nuove tesserine dobbiamo vendere meno per avere tempo nella presentazione delle nuove tessere mangia cervello

  • gest.eni

    Divisione Eni Refining & Marketing:+32,1% in forte miglioramento rispetto all'anno scorso da una parte.
    Dall'altra i Gestori spolpati e portati sull'orlo del fallimento.

    Cari colleghi,continuate a fare l'H24 con il -8 e -10 contribuendo al prezzo con 1,5 cents nel primo caso e con 2,5 cents nel secondo caso.

    VI RENDETE CONTO CHE IL NOSTRO MARGINE,FERMO DA QUALCHE ANNO,E'DI SOLI 3,7 CENTS?

    COME SI FA A LAVORARE A LAVORARE CON APPENA 1 CENT?

    Qualcuno che fa il -8 0 peggio il -10 mi risposnda per cortesia?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie