GestoriCarburanti

Mercoledì, Nov 13th

Last update:08:32:00 AM GMT

Sciopero, ‘no rid day’ e stop alle carte di credito a dicembre, contro governo, petrolieri e banche

E-mail Stampa

Le   Organizzazioni   di   categoria   dei   gestori   -Faib   Confesercenti,   Fegica   Cisl e   Figisc/Anisa Confcommercio- denunciano la drammatica crisi strutturale che attraversa la distribuzione carburanti e colpisce duramente le migliaia di piccole imprese di gestione che, malgrado questo, continuano a garantire il capillare servizio di rifornimento carburanti sulla rete ordinaria e su quella autostradale, essenziali per l’intero Paese e per la mobilità dei cittadini. 

La caduta verticale dei consumi che soffoca ogni settore produttivo e commerciale, nel nostro specifico è solo parzialmente da addebitare alla crisi economica e finanziaria di quest’ultimo anno e le responsabilità di questa situazione sono ben altrimenti individuabili e diffuse.

Le Istituzioni e la Politica, distratti e disinteressati per decenni ad un settore produttivo strategico, portano su di loro la gravissima responsabilità di avere ormai spinto alla disperazione ed al fallimento una intera categoria che denuncia un indebitamento complessivo superiore ai 300 milioni di euro.

Tenuto conto del drammatico quadro delineato, dei danni ingentissimi e non più ulteriormente sopportabili che i gestori stanno sopportando e della sostanziale inerzia che non è stata scalfita nemmeno dagli impegni -completamente disattesi- che Ministero e industria petrolifera si sono assunte con la sottoscrizione formale del Verbale del 27 luglio scorso, le Organizzazioni di categoria dei gestori -Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio- ritengono di non avere altra scelta che sostenere la vertenza con il ricorso alla mobilitazione generale e con la proclamazione immediata delle seguenti iniziative sindacali:

  • prima chiusura di tutti gli impianti della rete di distribuzione carburanti dal 12 al 14 dicembre 2012, senza garanzia dei livelli minimi di servizio;

  • manifestazione nazionale a Roma da tenersi il 12 dicembre, con presidio della Piazza di Montecitorio;

  • istituzione del “no RID day” protesta attraverso la quale ciascun gestore manderà “insoluto” il pagamento di una fornitura di carburanti, a titolo di parziale anticipo sull’adeguamento della propria remunerazione cha sarà definita dalla futura contrattazione per il rinnovo degli accordi collettivi nazionali, in un giorno a scelta tra il 21, 22 e 23 dicembre prossimo;

  • rifiuto del pagamento con “moneta elettronica” (carte di credito, pago bancomat, ecc.) dei rifornimento di carburanti, nella settimana che va dal 24 al 30 dicembre prossimi.

Le   Organizzazioni   di   categoria   dei   gestori   -Faib   Confesercenti,   Fegica   Cisl e   Figisc/Anisa Confcommercio- si rivolgono alla Presidenza del Consiglio ed al Ministero dello sviluppo economico perché assumano le iniziative che il ruolo istituzionale e le leggi riservano loro, sia in termini di garanzia e di controllo sul rispetto delle norme, sia in termini di mediazione per le vertenze sociali e collettive.

Ordine del Giorno Assemblea congiunta dei gruppi dirigenti del 21 novembre 2012

Commenti (59)
  • rovigo

    Mi vien solo da ridere :grin

  • Alex

    Il sorriso abbonda sulla bocca dello stolto !

  • Paolo Matteucci  - 

    Ridi perchè non eri presente e ignori cosa succede veramente in questo settore.

  • Gigi  - Non servono a niente

    La solita stupidata di sciopero, ormai i sindacati non hanno più potere su quei furboni o che si ritengono tali di Gestori che accettano e sottoscrivono contratti assurdi con la compagnia petrolifera, ed è anche in parte grazie a questi Gestori incoscenti che la categoria è finita nel baratro, e il peggio dovrà ancora venire, vedi la situazione delle gestioni eni che si stanno dando le martellate con l'adesione all'h24, che per loro è un sucidio sia che abbiano aderito e sia per quelli che non hanno aderito, perchè gli ultimi non hanno un prezzo esposto basso. Noi in total abbiamo perso litri e incassi grazie all'eni, con l'h24 e riparti con eni. Gestori, continuate a guardare singolarmente sempre il vostro orticello, però quando sarà secco e non darà più frutti sarà tardi per chiedere aiuto. Sul fatto dello sciopero, penso sarà un gran flop visto che anche gli altri lo sono sempre stati, o per annullamento o per la poca adesione.

  • Eurolineer  - re:

    Nel mio paese c'è un detto:
    -" A su nudda non bah piccihadogliu!!", tradotto: "Sul niente non ci puoi attaccare Niente;"
    Può darsi che non siano delle forme di protesta abbastanza incisive, può anche darsi che ci facciano prestare il fianco a delle rappresaglie da parte delle compagnie petrolifere ma è anche vero che è ora che si muova qualcosa.
    Io stesso mi lamentavo del fatto che mi mandassero le lettere periodiche ricordandomi i problemi del settore ( che ogni Gestore purtroppo conosce) senza invece cercare risalto a livello televisivo o su carta stampata.La gente al di fuori non conosce i nostri problemi; io sono un pò pessimista riguardo al futuro della nostra categoria ma giunti a questo punto bisogna mettere da parte qualsiasi animosità tra di noi e tra di noi e il sindacato per riuscire ad ottenere qualcosa, per almeno un pò di visibilità

  • mario da parma

    la montagna a partorito il topolino,colleghi non sioperiamo per protesta contro la triade

  • Giancarlo TV  - re:
    Paolo Matteucci ha scritto:
    Ridi perchè non eri presente e ignori cosa succede veramente in questo settore.

    Gent.le Dott. Matteucci io invece o ben presente la situazione del settore, dove eravate lo scorso anno dal 17-09-2011 al 12-10- 2011
    queste date le riccordano qualcosa il 29-03-20112 dove eravate VOI, dal 04-08-2012 al 24-08-2012 ? ? ?

    HA capito qualcosa o ne è all'oscuro se vuole posso aiutarla !
  • Anonimo

    ....con due giorni di sciopero chi dovremmo mettere in difficoltà???....a parte noi stessi......per come la vedo io tutto dicembre chiusi e mister scaroni a pulire il mio piazzale!!!!!!

  • lino q8

    Paolo raccontaci cosa succede veramente in questo settore?
    come se noi non lo sappiamo! lo viviamo tutti i giorni!
    Purtroppo andiamo ancora dietro ai nostri rappresentanti,che ,come Governo e Compagnie, ci prendono per ignoranti .
    Si fa sempre il loro gioco,riunioni belle parole,bla bla bla e il tempo passa e nulla cambia.
    Ci danno,poi, il contentino esempio ,come i precedenti accordi, 1 euro a metro cubo di aumento dei margini altre cazzate varie e i nostri rappresentanti sono contenti.
    No cari rappresentanti,questa volta non basta ,non basta niente.Vogliamo quello che ci hanno rubato ,soldi e sopratutto dignità.
    SIAMO INC................ATI!!,ma cosa dico di PIU'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Basta chiacchire vogliamo i fatti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!!!!

  • Massimo  - re:
    mario da parma ha scritto:
    colleghi non sioperiamo per protesta contro la triade


    che stronzata che hai detto!!!

  • ercole  - unione sindacati

    almeno siamo riuniti come organizzazione sindacale. adesso proviamo a fare queste azioni, ma uniti, senza arrabbiarsi con il vicino.
    h24 o non h24 , siamo uniti.

  • raffaele

    ho sempre attaccato i sindacati ma questa volta chi protesta ho e venduto alle compagnie ho e in malafede iniziate ha scioperare senza se senza ma pecoroni!!!!!!!!!!!!!!

  • lino q8

    Bravo Raffaele!!!
    Ci prendiamo anche de "pecoroni" da un collega! ammesso che lo sei!
    Lo sciopero: AD OLTRANZA.
    Garantendo solo il rifornimento a: AMBULANZE ,FORZE DELL'ORDINE ECC.
    Il resto a piediiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii fino a quando non accettano quello che chiediamo.
    A proposito,ma che cosa chiediamo???????????????????
    Non lo leggo da nessuna parte.

  • Anonimo  - andrea q8

    come al solito in quanti rispetteranno questo sciopero "generale"???
    ok nemmeno io penso che 4 giorni di sciopero servino a qualcosa, ma meglio di niente. non come ad agosto annuncio sciopero e poi ovviamente salta tutto

  • GIGI748

    non facciamo solo sciopero facciamo che non ordiniamo la benzina per una o più settimane lasciamo a casa i dipendenti chi ne ha ancora e noi apriamo solo per pulire i vetri opp per tutte le altre attività collaterali !! ma i distributori senza carburante.. e se la gente ci chiede ilò perchè noi diciamo che non abbiamo soldi per comprarla e che non guadagnamo abbastanza .. smeplice!! NON ORDINIAMO LA BENZINA c***o

  • kazunori

    io nel mio paesino ho gia' sondato il terreno,sono andato dal collega Eni e gli ho chiesto :QUESTA VOLTA CHIUDERAI SPERO(VISTO CHE FINO AD ORA NON HA MAI ADERITO AD UNO SCIOPERO)risposta ....NON POSSO PERCHE' HO UN CONTRATTO CHE SE CHIUDO L'AZIENDA MI CACCIA :? :? :upset :upset .Se tutti i Gestori Eni ragionano cosi' questo sciopero sara' il solito fiasco :upset :upset

  • raffaele

    non e vero niente nei contratti non ce scritto e basta sparare sui Gestori eni ................lo sciopero va fatto senza trovare scuse se i miei colleghi vicini non lo fanno ne pagheranno le conseguenze io almeno avro la coscienza a posto ci avro provato

  • Simone  - X Raffaele...

    Ma lo impariamo l'italiano? "ho" è verbo avere, "o" è una congiunzione. Non parliamo degli accenti e le punteggiature. Con questo grado di ignoranza che si pretende? ...mah... Purtroppo però tutto ormai è vano, solo una rivoluzione potrà rimediare ai danni attuali...

  • raffaele x simone

    non e l' ortografia che ti disturba sono i contenuti, se ero ingegniere non facevo questo lavoro imbecille

  • Anonimo

    Caro Simone sono ingegnere (senza i) e faccio questo alvoro.
    Il problema è che siamo italiani, ecc ecc... solo parole.
    L'adesione a suo tempo dei Gestori ( in primis eni ex agip) a qualsiasi forma di scontistica (prima servito e poi in self), alle varie campagne punti, ecc... conla scusa che altrimenti sarebbero stati cacciati e , non per ultima, LA PSEUDO LIBERALIZZAIZONE, che ha aumentato il numero di impianti invece di ridurli della metà, sono lecause che faranno chiudere (ed è certo, matematico ) la metà di noi entro un anno. ORMAI E' TROPPO TARDI.........pace e bene all'anima dei poveri Gestori....amen...

  • Stefano Finotto

    Intanto guardatevi la puntata di report del 2 dicembre su rai 3 alle 21 .Si parla di Eni e dell' " AFFARE BENZINA " ( capirete che per qualcuno è un vero e proprio affare milionario ).
    Poi , una volta indignati , venite a Roma il 4 dicembre a Montecitorio alle 11 a manifestare contro l'eni . L'invito è aperto a tutti, eni e non eni , è libero , non c'è bisogno di riconoscersi in alcuna sigla sindacale . E' una manifestazione voluta e fatta dai Gestori ( che il gisc li abbia coordinati è secondario ) per i Gestori . Facciamo capire da subito che non scherziamo. I Gestori gisc hanno invitato anche faib, fegica e figisc . Speriamo che decidano di partecipare , anche se , avendo loro indetto un'altra manifestazione il 12 ...la vedo dura che partecipino a quella dei Gestori gisc ( e qui mi domando : se sapevano ed erano stati invitati dai Gestori gisc per il giorno 4 a Roma , che motivo avevano di organizzare un' altra manifestazione autonomamente per il 12 ? e qui mi rispondo : i Gestori non devono essere indipendenti dal sindacato e il gisc è per loro molto scomodo ).
    Infine , se si vuole far sciopero , per il quale chiederò la partecipazione dei Gestori che io rappresento in provincia di Venezia, sono ultrasicuro che 2 gg non bastano , 4 nemmeno . Ci vuole fermezza e determinazione per almeno 1 settimana e lo sciopero deve essere blindato . Chi apre prima della fine del periodo di sciopero no deve rischiare che gli taglino le canne degli erogatori , troppo facile; deve rischiare i 2000 euro che preventivamente avrà lasciato in cauzione ! Inoltre i depositi vanno bloccati , altrimenti lo sciopero diventa un favore fatto alle pompe bianche e gdo .
    Sul no rid day stendo un velo pietoso ; fino a ieri hanno firmato accordi legali penalizzanti , quei pochi che non erano penalizzanti non sono stati rispettati dalla controparte e nessuno ha fatto nulla di legale per farli rispettare e oggi chiedono ai Gestori di fare qualcosa di illegale ( non pagare il prodotto ricevuto è illegale ) per dimostrare che esistiamo . Pazzi . Piuttosto , senza andare nell'illegalità , fai pervenire la disdetta di tutti gli iperself h24 d'italia, blocca tutte le carte aziendali , sospendi la distribuzione dei punti star q8 ritirando i pos abilitati . Questo vuol dire toccare l'immagine delle compagnie. Non pagarle invece significa mettersi in bocca dei loro avvocati e dei loro decreti ingiuntivi .
    Comunque....sono contento che si stiano allineando a quello che gisc chiede da anni . Lo fanno lentissimamente , male , senza unitarietà , ma almeno hanno intuito che le compagnie li hanno buggerati per 10 anni . Evviva . Complimenti . Sempre un po' in ritardo , ma stanno intravedendo una direzione . E pensare che sarebbe bastato osservare dove andava il gisc . Bene arrivati e ... se vorranno presenziare all'invito voluto e rivoltogli dai Gestori gisc , benvenuti .

  • gianluca

    kazonuki taglia le gomme all'eni un intero weekend senza vendere
    dalle mie parti chi non chiude chiude dopo e fa molto male

  • Giancarlo TV

    Egregio Dott. Finotto:
    Delle paventate azioni legali che ne avete fatto ?
    L'esposto al T/e 24/24 di fiera ( TV ) dove l'avete presentato ?

    Come vede non siete dissimili dai colleghi.

    Serve una azione eclatante ( più della mia ) vi manca l'intrapendenza e intuito parliamone.

  • Gestore Eni Treviso  - San Vendemiano almanco tasi

    Gisc ha denunciato l'apertura del Total Erg h24 a Treviso, ma se non sbaglio dovevi essere tu a farlo per primo.
    Continua con la croce il cappio e la bara, noi siamo andati a Report, forse un pò più ecclatanti ed unitari di te!!!!
    Rimango stupito che dopo aver avuto la solidarietà di molti colleghi trevigiani e non solo tu abbia solo il tempo di fare inutili polemiche.
    Tu nei casini ti ci sei messo da solo, non è stata ne la crisi ne il sistema ne i sindacati ad averti rovinato....!!!!!
    Quindi almanco tasi

  • Alessandro tamoil

    Ma lo sanno che chi paga con rid ha una fideiussione a garanzia? È se non paghiamo un rid oltre che disdirci il contratto ci mangiano anche la casa? Ma questi ci vogliono proprio rovinare

  • Sandro

    Hei sveglione il rid lo puoi bloccare anche per altre cose non solo per il carburante. Poi ti basta fare una letterina con cui dici che aderisci alla protesta sindacale e che è un blocco momentaneo. Nessuna compagnia si sognerebbe di succhiarti la fidejussione per una cosa del genere.
    Mi chiedo con certi molli ma dove vogliamo andare. Facciamoci calpestare che ci piace. Continuate bravi.

  • Lino q8

    caro Presidente FINOTTO,

    Vorrei da Lei sapere quali sono le richieste che farete al Governo e alle Compagnie?
    Si parla delle azioni da fare ma non conosciamo le nostre richieste.
    La ringrazio in anticipo.
    Buon lavoro.

  • Moreno Parin  - Per Lino q8

    mi intrometto anche io per darti la risposta più banale che ci sia: Un reddito onesto rapportato all'impegno, alle responsabilità, ai rischi, ecc. del Gestore.

    Ti basta questa richiesta? vedi tu.

    Io li ho invitati quelli del nazionale alla nostra manifestazione, ovviamente no ci hanno ne risposto ne contraccambiato l'invito. Come al solito, pazienza.

  • Stefano Finotto

    Caro Lino ,
    farete è futuro e presuppone che dobbiamo ancora farle . Sarebbe stato più corretto usare il tempo al passato e quindi chiedere: " quali sono le richieste che avete ( già ) fatto ? " . Per la cronaca sono state inviate alla decima commissione industria ( dove di fatto viene scritta la riforma ).
    Nuova contrattualistica : 2 PROPOSTE ALTERNATIVE a) Contratto di comodato d'uso oneroso degli impianti ( affitto di azienda ) e acquisto del prodotto a prezzo platt's .Questa forma contrattuale già esiste e già funziona. Il Gestore paga 4 cent/lt di affitto ( e deduce il costo ) ma compra a meno di come comprano le pompe bianche . Se poi vogliamo consorziarci a livello di colore provinciale...
    b) Reddito del Gestore slegato dai litri che vende , ma commisurato agli orari , agli sforzi , alle responsabilità , ai rischi che ha . Trattativa negoziata ? Chiamala pure così .
    Chiusure : 5000/6000 impianti andranno chiusi , e questo lo hanno detto in tutte le salse. L'importante è non aprirne altri e , per coloro che chiudono , ci deve essere un lauto indennizzo erogato attraverso il fondo apposito . Il costo delle bonifiche a carico delle compagnie va incentivato attraverso una contrazione temporanea dei limiti inquinanti . Saranno incentivate dunque alla chiusura attraverso uno sconto normativo con l'aggiunta di una contribuzione da parte del fondo indennizzi che rimane dopo aver pagato i Gestori.
    Rapporti contrattuali : i contratti vanno rispettati . Lo stato si fa garante delle sottoscrizioni. Quando le compagnie ( ma lo stesso vale per le banche ) non rispettano le normative lo Stato deve IMPORRE L'APPLICAZIONE .
    Gestore: da ottenere qualifica per lavoro usurante ( l'hanno ottenuta gli autoferrotranvieri perchè a noi non è stata concessa ? ) , partecipazione statale alle assicurazioni sugli incassi e aggio per il ruolo di sostituto d'imposta svolto .
    E molto altro ...
    Tutto questo è stato depositato in commissione industria , dalla quale attendiamo una audizione per il giorno 4/12/2012.
    Come vedi abbiamo fatto molte proposte ( realizzabili ) , sicuramente migliori rispetto al contratto di commissione o franchising sui quali ,sembra, i 3 sindacati abbiano già calato le braghe.
    Altre informazioni , se ti servono , le potrai avere partecipando alla manifestazione del Gisc a Roma il 4/12/2012.
    Ciao

  • Rambo John J

    Voi criticate criticate il sindacato critiate il collega ma voi chi vi credete di essere ? Prima di tutto siamo tutti nella stessa barca , seconda cosa il bonus fiscale il cipreg la riduzione degli orari l avete ottenuta voi ? Io trovo i 3 della triade molto preparati e alle volte mi chiedo veramente chi glielo fa fare con tùtti sti negatvismi atroci ... Criticate tanto le iniziative allora se non avete il coraggio di affrontare un nuovo domani, fossili, state la a firmare tutto cio che vi chiede l acr senza consultarvi con nessuno ... Poi criticate le iniziative per cercare di rompere un sistema ... Siete soli dei bravi schiavi senza nessuna voglia di liberta !!! Lo sciopero e manifestazione e' simbolico e' il no RID day importante ... spero che molti abbiano la voglia di far vedere alle compagnie che non siamo proprio i mentecatti che credono .

  • Rambo John J

    Fate per fino fatica a sperare in qualcosa di buono per noi !

  • Anonimo

    cari benzinai benzivendoli lo sapete che almeno la metà dovete sparire,continuate pure a fare gli sconti a vs.spese

  • bitocco

    Hai ragione....

  • Roberto Gestore IP

    Oramai sono arrivato sull'orlo della chiusura : Sto vendendo 700 / 800 Mediamente al giorno ( Fino all'anno scorso ero SEMPRE oltre 2000 Lt anche nei peggiori periodi dell'anno ) , sono l'unico impianto nel paese , di sconti ai clienti non se ne parla ASSOLUTAMENTE ... Ho chiesto un indenizzo mensile per tenere aperto l'impianto che oltretutto e' stato rifatto da pochissimi anni ... non mi hanno chiuso questa possibilita' , aspetto la risposta fino a Lunedi' prossimo e poi devo assolutamente Fermarmi !!! Ho fatto i conti precisi con la commercialista , sto' guadagnando al netto da settembre in poi al Massimo 500 € mensili ( CINQUECENTO EURO ) !!! Un cameriere disoccupato che nella stagione invernale prende il sussidio di disoccupazione guadagna almeno 700 / 800 € ... Se tutti i Gestori si facessero BENE i conti in tasca di Impianti aperti ce ne sarebbero pochi !!!

  • Lino q8 -Per Moreno Parin

    se cosi fosse, mi basta certamente!
    Anche se non si scende nei particolari ma mi basta quel " REDDITO ONESTO "-
    Mi devi spiegare come funziona : i nazionali se non accettano gli inviti e si dovesse arrivare ad un accordo ,sarà riconosciuto anche agli altri Gestori ?per esempio del Sud? visto che quelli riconosciuti ,a livello Nazionale sono Loro?
    GRazie

  • peppe  - bonifica degli impianti

    il vero ostacolo ad una reale e concreta moderizzazione della nostra rete è il problema della bonifica degli impianti. Nessuno ne parla, nessuno ne scrive, ma l'unica pesante zavorra che impedisce una ristrutturazione e un ammodernamento della nostra categoria è nascosta tra le righe delle varie leggi e leggine regionali. Per chiudere un impianto si spende più di quanto sia necessario per realizzarne uno nuovo. Questo è l'unico motivo per il quale vedete fiorire impianti nuovi anzichè modernizzare quelli vecchi. Le compagnie cercheranno di venderci gli impianti accollandoci tutte le responsabilità connesse alla bonifica del suolo, che alla fine ci ridurranno alla fame. Personalmente, se mi proponessero di rilevare l'impianto che gestisco da oltre trent'anni , al prezzo simbolico di un solo euro, rifiuterei. Tra esecuzione del piano di caratterizzazione, bonifica e smaltimento dei residui della vecchi struttura sotterranea (l'impianto è stato totalmente rifatto nel 2004, ma la Regione ha preteso un piano di caratterizzazione della bonifica ovviamente mai partito) sarebbe necessario oltre UN MILIONE di euro. Chiudere un distributore e restituire al suolo le caratteristiche oriiginarie ha un costo quasi mai inferiore ai 3/400 mila euro. Per questo l'Api/Ip è in grosse difficoltà economiche : ha rilevato il peggio di Ip e Agip, trovandosi in pancia impianti obsoleti ed a basso erogato che costituiscono un patrimonio negativo, praticamente un debito. E il Governo, fingendo di voler aiutare la nostra categoria, farà un favore alle compagnie aiutandole a cedere gli impianti ai Gestori , che si troveranno in un mare di guai. Occhio alla penna .

  • Anonimo

    E intanto prima dello sciopero nuovo aumento della benzina ..che pezzi di m.... !!!

  • kazunori

    Cari colleghi volevo ricordarvi che nonostante i buni propositi scritti in questo forum a spanne saremo il 5% dei Gestori italiani sul web,quindi a Roma voglio proprio vedere in quanti andranno :sigh :sigh :? :?

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie