GestoriCarburanti

Sabato, Sep 21st

Last update:08:32:00 AM GMT

Faib e Fegica pro Bersani

E-mail Stampa

Un vero e prorprio spot elettorale pro Bersani quello lanciato dai presidenti di Faib Confesercenti e Fegica Cisl. Landi e Di Vincenzo hanno invitato, tramite una nota,  i gestori carburanti a sostenere la candidatura di Bersani per aprire una nuova fase di sviluppo del paese e rilanciare la liberalizzazione della distribuzione carburanti.

Di seguito riportiamo l'appello rivolto ai Gestori

Martino Landi e Roberto Di Vincenzo, rispettivamente Presidenti di Faib Confesercenti e Fegica Cisl, hanno incontrato -insieme con una nutrita delegazione di gestori impianti carburanti- il Segretario del PD, Pier Luigi Bersani, in corsa nel ballottaggio delle primarie per la scelta del candidato Premier della coalizione di centro-sinistra alle prossime elezioni politiche.

L’incontro ha fatto emergere la comune convinzione che sia possibile e necessario contenere la spinta all’innalzamento dei prezzi, riallineare la tassazione italiana sui carburanti a quella europea e disincentivare l’introduzione di addizionali regionali.

In questo quadro, bisogna lavorare perché, per un verso, si concretizzi un adeguato contrasto ai monopoli esistenti ed alle conseguenti strozzature del mercato che impediscono una maggiore concorrenza.

E, dall’altro, perché venga incentivata la crescita professionale e una autonomia commerciale dei gestori adatta alle nuove esigenze del mercato e della competizione, anche attraverso l’adeguamento dei rapporti con gli altri operatori del settore, sia in termini di contrattazione collettiva che di natura contrattuale.

Landi e Di Vincenzo hanno inteso segnalare al Segretario Bersani -già ispiratore da Ministro dell’Industria del d.lgs 32/98 e della legge 496/99, tuttora fondamentali strumenti di tutela della categoria contro l’invadenza e lo strapotere delle compagnie petrolifere- l’esigenza che nell’agenda programmatica della prossima legislatura trovino posto e concreta attuazione una rinnovata attenzione della Politica per le vicende dell’energia in generale e delle distribuzione carburanti.

In questo settore operano, infatti, circa 25 mila piccole imprese di gestione ed oltre 120.000 addetti, la cui attività è sempre più drammaticamente minacciata da dinamiche falsate del mercato, dalla scientifica e progressiva aggressione dei rapporti negoziali collettivi e dalle evidenti discriminazioni praticate ai danni dei gestori.

Alla luce del risultato dell’incontro, Landi e Di Vincenzo, che già nei giorni scorsi avevano promosso la costituzione di un comitato di gestori per appoggiare la candidatura di Bersani, hanno deciso di invitare pubblicamente la categoria e tutti i cittadini italiani, che hanno votato al primo turno delle primarie, a sostenere il Segretario del Pd nel ballottaggio del prossimo fine settimana, nella convinzione che il suo impegno possa significativamente contribuire ad aprire una nuova fase di ripresa e sviluppo del Paese.

Commenti (41)
  • Stefano Finotto

    Purtroppo è tutto vero ; hanno pubblicamente, politicamente un'altra volta ( lo aveva fatto anche Squeri ) appoggiato un politico ed in questo caso ci sarà anche chi , non leggendo tra le righe del comunicato che potrete trovare sui siti di faib e fegica ( oltre che su Tutti x Bersani ) li giustificherà sostenendo che hanno fatto bene perchè Bersani è figlio di un Gestore. Purtroppo , al di là dell'amarcord tipico della sinistra post resistenza che farebbe pensare a un occhio di riguardo per tutti noi , nulla giova ai Gestori il baratto concluso . Sostegno dei Gestori a Bersani in cambio della promessa a mettere in agenda nella prossima legislatura la questione carburanti , le nuove opportunità commerciali per i Gestori in un mercato nuovo e a togliere quelle strozzature del mercato che ne impediscono la liberalizzazione completa . Già , tutto vero . No , ma dico questi sono pazzi . PROSSIMA LEGISLATURA ??? Ricordo ai loro sostenitori che i tavoli delle trattative durano da 10 anni e hanno fino ad oggi partorito fumo !!! Aspettiamo che nella prossima legislatura si decidano a mettere in agenda ....fra sei mesi siamo morti !!! Sveglia !!! E poi a mettere in agenda cosa ?Nuove opportuniotà commerciali , cioè vendere tabacchi e patatine da dentro i chioschi (per chi ce li ha ) mentre i piazzali rimangono vuoti dal momento che i clienti vanno dalle pompe bianche a farsi servire ? Questo baratto è proprio un'affare !!! Ma non è finita , perche', non so se ve ne eravate accorti , il mercato NON è del tutto liberalizzato , NON si può aprire un distributore ogni 10 metri , NON possono i privati acquistare la benzina da chi vogliono al prezzo che vogliono...........NOOOOOO...... C'è bisogno di Bersani per essere sicuro di farsi arrostire dai debiti .
    Allora mi dico : se c'è bisogno di un nuovo governo per proporre ciò che già c'è ( quindi per NON CAMBIARE LE COSE ) ,perchè oggi si proclama uno sciopero contro questo governo ?Sarà forse uno sciopero politico ? Perchè con Bersani non si baratta una riforma TOTALE del nostro mercato ? Forse perchè non c'è nulla da proporre ? Perchè Di Vincenzo chiede in assemblea e scrive a De Vincenti che vuole 1 cent in più al lt per i Gestori ? 1 cent in più al lt nel momento che non si vendono litri cosa ci cambia ? Forse che sia un altro baratto per ritirare anche il prossimo sciopero ( che abbiamo detto essere politico ) ?
    Ed infine , ammesso e non concesso che ci fosse un'ideona segreta, una super proposta di riforma a nostro favore, il coniglio nel cilindro e che fosse giusto schierarsi politicamente ( cosa che non è ,cosiccome non lo è promettere il voto ) , mi faccio l'ultima domanda : NON ERA FORSE MEGLIO ANDARE DA RENZI ? E' lui quello che vuole cambiare le cose , che vuole dare dignità al merito , al lavoro , eliminare gli sprechi , tutelare i più deboli ,far pagare il costo della modernità a chi ha tanti soldi ( nel nostro caso sarebbero le compagnie ) , impiegare le risorse disponibili per gli investimenti a favore dell'economia e quindi del lavoro . Voglio dire.... avranno anche questa volta puntato sul cavallo sbagliato ?
    Io non voto per il PD , ma a questo punto mi auguro fortemente che vinca RENZI , al quale , per non sbagliare ho scritto una lettera intitolata " CARO CARBURANTI - BERSANI PROSSIMO CONNIVENTE ". E' facile , basta registrarsi sul suo sito e si può comunicare con lui da casa ( così nel frattempo si possono seguire le cause dei Gestori contro Eni ) . Non ho neanche fatto baratti , gli ho solo detto che i Gestori vogliono il cambiamento , che non ci chiamiamo tutti Landi e Di Vincenzo e che, se dovesse vincere lui le primarie , per cambiare le cose il GISC gli può mandare la bozza di riforma che ha mandato a Cursi .
    Buone primarie a tutti.

  • Giank

    Non so chi fra Bersani e Renzi sia migliore, ma di una cosa sono certo: non potranno essere peggiori di un governo che partorì esperti del settore del calibro di Saglia che avrebbe voluto risollevare le nostre sorti con i pastigliaggi... :upset

  • Moreno Parin  - per Giank

    Vedi Giank, le idee politiche personali sono sacrosante e vanno sempre rispettate, e questa è democrazia allo stato puro.

    Diversamente un sindacato che sia tale sa che deve sempre rapportarsi con chi al momento sta al potere, rosso, bianco o nero che sia, un presidente non può e non deve mai schierarsi ma deve avere sempre la forza per confrontarsi con il governo di turno, questa è la vera forza di un sindacato, diversamente sei un portaborse e come tale sei trattato.

    A questo punto e con questo spot pubblicitario pro Bersani tutti sono legittimati a pensare che lo sciopero del 12 dicembre sia prettamente politico, e si regoleranno di conseguenza.

  • Gestore esso

    Io starei molto attento con questo Bersani perche' lo sanno tutti che e' connivente con le coop rosse e forse ci stiamo dimenticando che queste gestiscono la GDO la quale ci sta massacrando( vedi auchan, enercoop etc.)... Non ne hanno abbastanza di privilegi???

  • mario da parma

    come già espresso in altra sede ritengo che questa manifestazione pro bersani sia del tutto inopportuna in quanto non tutti i Gestori la pensano così,io sono per Renzi come molti altri colleghi,ancora una volta la dicono lunga quanto sono politicizzati questi dirigenti,non le ne frega nulla dei Gestori,basta guardare che sul territorio da mesi non si fanno più riunioni in quanto hanno paura delle contestazione che a mio avviso sono più che legittime

  • James  - Questa presa di posizione . . . . . . .

    . . . . . a mio modesto parere mi sembra inopportuna, visto che io, dal mio punto di vista, ritengo che qualunque sindacato debba pensare al bene dei suoi assistiti a prescindere dal colore politico del governo del momento. E comunque visto che se ne sta parlando, ora dico la mia sui due candidati, a me bersani pare rappresenti il modello di "vecchia" politica, quindi tra i due darei la preferenza a Renzi, almeno è un giovane e non siede in quel parlamento da decenni come gli altri.

  • yuri

    renzi fa politica dal '99. Era pres provinciale della margherita già nel 2001
    poi è stata tutta una carica. il rottamatore dovrebbe rottamare se stesso.su 25 consigli comunali era presente in 4. tra i primi a privatizzare l'acqua. A me renzi fa paura come anche bersani.

  • Anonimo

    Bersani lo abbiamo gia' conosciuto a proposito delle sue lenzuolate,una vera miseria.Bersani e' un'altra delusione della sinistra,vedrete,non fatevi incantare dal suo parlare calmo.

  • yuri

    Stavolta mi sa che non pagherò più la tessera. No bersani ! No renzi ! No sinistra ! No destra ! se dovrò sostenere qualcuno sosterrò il M5S.

  • Gestore Eni  - ma come si permettono

    Come si permettono queste sigle "sindacali" ora come ora a parlare di politica??? il problema di tutti i Gestori è legato soprattutto alle compagnie che rappresentano, i governi che si succedono sono un problema importante ma secondario, anche questa volta si vuole guardare altrove, evitare il tema scottante del dare dignità morale ed economica alla categoria. Noi siamo stufi, stufi, stufi, io da bologna mi unirò ai ragazzi della Gisc perchè mi sembra di aver capito che vogliano veramente fare qualcosa che non sia politica!!!!

  • Anonimo

    tanto io voto il Berlu....
    almeno lui sa fare l'imprenditore...

  • enos

    Mamma mia che tristezza!!!!!!!! Noi siamo praticamente cancellati dal mercato e questi non trovano di meglio che fondare il comitato dei Gestori pro Bersani.
    Ma quanto e cosa sono in grado di sopportare i Gestori?????? Quanti saranno i Gestori che andranno a manifestare per la triplice, ma soprattutto, per chi e per cosa hanno minacciato lo sciopero? A sostegno di Bersani o di Renzi, e la FIGISC quali bandiere porterà?
    Io a Roma ci vado il 4 dicembre, non so quanti saremo, ma di una cosa sono certo, i poveretti con la pompa in mano saranno in Piazza Montecitorio per difendere la propria dignità e non per appoggiare questo o quel partito o questo o quel candidato.
    Tirem inans saluti Enos

  • Gigi

    8)

    Bersani dice di essere figlio di un benzinaio.............eppure non l'ho mai sentito esprimere qualcosa in nostro favore.

    Anche lui sicuramente non conosce la situazione economica dei Gestori.

    Anche lui (figlio di benzinaio) non ci ha difeso dall'attacco e dalle offese di quel criminale a.d. dell'Eni.

    Anche lui crede che la colpa del caro carburante sia da imputare al servizio del Gestore, eppure, la matematica non è un opinione:
    il Gestore percepisce netti (tolti i costi che qualunque impresa deve sostenere, tipo luce, acqua, tasse e materiali di consumo) circa due centesimi/ litro............................................. .................................................. ...........SONO DUE CENTESIMI/LITRO IL PROBLEMA!!!!!

    MA CENSURED!!

    -------------------------------------------------- ----------------------------------------

    Quindi:

    Anche lui ha come unico interesse quello di mantenere la propria poltrona e quella degli amici e familiari che ha raccomandato.

    Anche lui è lo specchio dell'Italia - L'Italia marcia che conosciamo.

  • Gigi x redazione

    8)

    accetto la censura (ma...... :grin ..........."censured";) -

    Modererò i termini alla prossima.

    Buon lavoro

  • TIMPANI

    Mi limito solo a dire che lo sciopero non c'entra niente con Bersani. ma capisco che è meglio mettere tutto nel pentolone e fare un po' di baldoria. E non intendo neanche rispondere successivamente a chi normalmente, dicendosi rappresentante sindacale, continua anche su altri commenti a dare dei buffoni e cialtroni agli altri Si puo' essere d'accordo o no sulla presa di posizione pro Bersani, e questo è un argomento. Ma confondere le ragioni di altre proteste ( che non sono solo sciopero) con questa iniziativa, lo trovo veramente strumentale.
    Fà bene chi scrive e Rienzi, in nome dei Gestori che rappresenta, fà bene chi si schiera con Bersani sempre in nome dei Gestori rappresentati e non per gloria personale, come invece altri esempi passati. Quindi, per favore, non confondiamo. Se ci fossero state le primarie nel Pdl, ci saremmo schierati ed avremo cercato compatibilità con l'esponente ( Berlusconi, Alfano,altri ?) che ci avrebbe dato attenzione almeno in questa fase.. noi, come Fegica, saremo vecchi e da buttare ( e me lo faro' dire nei congressi da chi è tesserato ovviamente) ma siamo stati sempre coerenti. abbiamo combattuto contro i governi di destra e sinistra negli anni ed anche ferocemente contro Bersani ai tempi - e lui se lo ricorda bene - senza timori e senza crisi di indentità. Per noi un governo è buono o cattivo con la categoria e per questo abbiamo sempre e dico sempre dimostrato autonomia. ma certo, a chi lo dico ? lo dico in questo sito perchè ammiro chi lo gestisce e seguo sempre con attenzione e passione gli interventi dei Gestori, anche quelli estremamente critici, ma corretti nel linquaggio e rispetto delle posizioni altrui. Avverto pero' che non intendo ritrovarmi in un dibattito fra i soliti che sputano sentenze e rapide condanne.

  • Moreno Parin  - Per Timpani

    Mi spiace Roberto ma stavolta avete volontariamente toppato alla grande, ma la cosa peggiore è che vi siete messi sullo stesso piano di Squeri, un sindacato non si schiera mai, poi pensatela e vendetela come meglio vi pare ma questa è per me la realtà dei fatti.

    Vogliamo essere ancora più cattivi? Bene, che ci faceva Di Vincenzo al centro del tavolo dell'assemblea unitaria? non dovevi esserci tu? Io ero uno di quelli che aveva apprezzato il gesto di Di Vincenzo di dimettersi da Segretario della Fegica, la massima carica di allora, per candidarsi in politica, peccato che poi si sia inventato la carica di Presidente per aggirare lo statuto, e il mio apprezzamento è andato completamente a puttane.

    Fai bene a dire che non intendi ritrovarti in un dibattito tra sputasentenze e sommarie condanne ma voi avete già scritto la condanna dei Gestori.

  • Nicola  - re: ma come si permettono
    Gestore Eni ha scritto:
    Come si permettono queste sigle "sindacali" ora come ora a parlare di politica??? il problema di tutti i Gestori è legato soprattutto alle compagnie che rappresentano, i governi che si succedono sono un problema importante ma secondario, anche questa volta si vuole guardare altrove, evitare il tema scottante del dare dignità morale ed economica alla categoria. Noi siamo stufi, stufi, stufi, io da bologna mi unirò ai ragazzi della Gisc perchè mi sembra di aver capito che vogliano veramente fare qualcosa che non sia politica!!!!

    Bersani è una garanzia che tutto rimarrà come adesso. Mangiano tutti come hanno fatto fino ad ora.....tutti ma non noi!!!!

  • ciccio

    Ieri sera alla domanda sulle liberalizzazioni BERSANI e RENZI hanno detto che se loro saranno eletti daranno pieno appoggio alle POMPE BIANCHE , parole testuali , e ad ogni altra forma di liberalizzazione ( forse coop? ) non hanne accennato ad altro Con questi presupposti contro chi si va ha manifestare ? contro chi scioperiamo ? Bersani è il padre della fine dei Gestori e ci sono sigle sindacali che lo sostengono grazie per averci fatto fallire

  • yuri

    Queste primarie sono una grandissima presa per i fondelli, chiunque le vinca (renzi , bersani) o governi (destra sinistra) la verità è che il programma di governo è già sul tavolo (agenda monti).

  • lino q8

    Carissimo segretario Timpani,è impossibile arrampicarsi sugli specchi!
    lo sa benissimo.
    Appoggiare Bersani per " rilanciare la liberalizzazione della distribuzione carburanti ". ma ricordo male ,non è lui che dobbiamo ringraziare della nostra attuale ,catastrofica,situazione?Non è lui che ha liberalizzato il settore carburanti e quindi ha dato possibilità di apertura di impianti no logo?Pensava ,forse e qui ho i miei dubbi essendo figlio di un Gestore come noi,che con la liberalizzazione si sarebbero abbassati i prezzi dei carburanti?Illuso o furbo?
    Segretario forse non gli è ancora chiara la nostra situazione? perchè non vive di persona il problema! Tempo non c'è ne più,non possiamo concedere ancora tempo! o cambia tutto o si va a piediiiiiiiiiiii! Primarie,voto ,politici,ma ci rendiamo conto che non c'è più POLITICA?
    Pensano solo a loro! alla poltrona .

  • TIMPANI

    Per Moreno : ringrazio Parin per quello che sembrerebbe un apprezzamento personale a me, ma non gli posso consentire di intervenire nelle valutazioni e nelle scelte della mia organizzazione. Se Di Vincenzo è presidente, lo si deve ad una libera e democratica scelta tutta interna alla Fegica. Mi dispiace per Parin, non ci abbiamo pensato a contattarlo per sapere cosa ne pensava ed avere i suoi preziosi suggerimenti. Stavolta ha toppato lui. Nessuno di noi interviene sulle libere scelte della gisc . e' come se io volessi sindacare che preferisco Finotto a Parin !!!! mi sembra scandaloso. Parin sta perdendo lucidità , altrochè ! siamo oltre il delirio di onnipotenza. Sulla condanna dei Gestori evito di entrare in polemica, proprio perchè questo si che è un giudizio sommario

  • Moreno Parin  - per Timpani

    Allora se proprio vogliamo parlare di intervenire nelle scelte di altre organizzazioni potrei tirare fuori una lettera giunta anni fa ai Gestori della provincia di Treviso, gli apprezzamenti non si sprecavano, in negativo, cerca nel vostro archivio e la troverai.

    Poi ho capito che la coerenza è una cosa che non mi riguarda e ne prendo atto, prendo altresì atto che sto perdendo lucidità e che sono preda di un delirio di onnipotenza, cosa vuoi che ti dica, mi toccherà passare da un carrozziere per un lucidatina alla carrozzeria e il 4 dicembre mi recherò in ginocchio in oltretevere cospargendomi il capo di cenere.

    Mettiamola sul ridere che è meglio, io e te siamo troppo lontani come concezione del sindacato.

    Stammi bene

  • timpani

    Che Parin ed io siamo lontani come concetto di sindacato puo' essere. Ne prendo atto e guardero' con attenzione quello che la gisc fà in merito. Che forse i Gestori si meritino di piu' dei vari Timpani e Parin secondo me è un altro fatto. Siamo cresciuti in un mondo in cui i Gestori si davano il cambio nei turni domenicali e, qualsiasi fosse la divisa, si ritrovavano a parlare dei loro problemi, si aiutavano reciprocamente e vivevano di poco ma sereni. Forse, Parin ed io, dovremmo lasciare ad altri, l'ingrato compito di occuparsi di questa categoria che, in fondo, amiamo allo stesso modo, per esperienze personali e politiche fondamentali che tuttavia non vedo nei cosiddetti giovani che avanzano. Stammi bene anche tu Moreno, e facciamoci da parte che è meglio. Sulla lettera a Treviso, che ovviamente conservo, i tempi erano ben diversi. esiste la gisc e nessuno la mette in discussione, e mi pare che questo sia un altro fatto, io dicevo solo e credo che veramente Parin sia confuso in merito, che preso atto che la gisc esiste, nessuno si permette di dire che deve starci a capo uno o l'altro. se Moreno vuole mandare a casa Timpani o Di incenzo, si iscrive alla Fegica e fà la sua battaglia. Potrebbe essere una idea..

  • Moreno Parin  - per Timpani

    I tempi diversi non scusano il fatto di averla mandata quella lettera, punto e basta.

    Ci mancherebbe altro che si mettesse in discussione l'esistenza della Gisc, che poi in tanti facciano finta che non ci sia è altra cosa, quanto alla supposta confusione da parte mia posso solo dire che ho quasi tutti i capelli bianchi ma la zucca ancora un po' funziona, e tranquillizzati che non voglio mandare a casa ne Timpani ne Di Vincenzo ma ancora meno penso di iscrivermi alla Fegica, e questa non è una idea ma una certezza.

    PS. quì da noi si danno ancora il cambio dei turni domenicali e siamo ancora tra amici, non solo colleghi.

  • Stefano Finotto

    A me non interessa nulla dei DI Vincenzo ,dei Landi , delle loro scelte politiche , delle loro cariche ( presidente o segretario ) dei vostri statuti etc ... Sono solo contrario agli schieramenti da leccac...o quando invece ci dovrebbero essere proposte sindacali di riforma su cui andrebbero coinvolti i Gestori prima che i politici . Il fatto è che , siccome non sapete come venir fuori dalla palude in cui ci avete messo , siccome non avete alternative da sottoporre ai Gestori ( a parte la bella trovata di 1 cent in più al lt = curare il cancro con l'aspirina ), siccome avete già deciso che la categoria è spacciata ( ma non avete il coraggio di dirlo ) , siccome siete già divisi ( se foste uniti non vi sareste schierati con Bersani sapendo che così facendo Squeri ve la farà purgare a modo suo ), siccome altre cento questioni...allora delegate a Bersani una speranza di largo spettro da sottoporre nell'agenda della prossima legislatura barattandola con un sostegno a suo favore che ,tra l'altro , non gli potete nemmeno garantire. Al massimo se non accadrà nulla in nostro favore direte che non è stata colpa vostra . Ma vi volete rendere conto che noi non abbiamo più tempo di pettinare le bambole ( visto che vi piace tanto il personaggio ) ? Che non abbiamo più tempo per farci amica la politica ? Che non siamo al centro dell'attenzione ? Che vogliamo ( e noi ne abbiamo il motivo ) una rivoluzione della distribuzione del carburante ? Che la rivoluzione deve creare una tipica italianità professionale : quella del Gestore con un reddito legato alle responsabilità e al ruolo che svolge ? E che per fare questo ci vogliono proposte e battaglie ? Le proposte non le avete,e vabbè , ma almeno fate le battaglie . E non fatele contro QUESTO governo ( mentre strizzate l'occhio al prossimo ) , fatele contro il nostro reale nemico : LE COMPAGNIE e l' UNIONE PETROLIFERA . Anche perchè queste ultime non hanno bisogno di ammiccare ai segretari di partito ; queste li comandano , li manipolano , li ricattano , ne gestiscono le sorti e se tutto ciò non bastasse se li comprano !!!!!!
    Chi ha dunque più speranze con la politica ? Di Vincenzo e Landi o De Vita ? Quindi , cari " PROGRESSISTI " ( così vi chiamate tra di voi ...no ? ) o cambiate il vostro modo di pensare e agire , oppure tra 6 mesi non esisteranno più redditi per i Gestori ( e forse non esisterete più nemmeno voi ) , nè strizzatine d'occhio in nome dell'amarcord tra "compagni" .
    Il GISC invece di andare da Bersani ha deciso di andare in piazza (il 4 dicembre ) e contemporaneamente di denunciare lo schifo che attanaglia il mondo dei carburanti ( report - aproposito ... la puntata del 2 dicembre è stata posticipata al 9 dicembre alle 21 su rai 3 ... ne vedrete delle belle ! ) e contemporaneamente di andare a spiegare le proposte ( già anticipate a inizio novembre ai nostri Gestori e alle istituzioni ) a chi di di dovere . Se non basterà torneremo in piazza , alla faccia vostra e dei vostri/nostri politici . Quei politici che , vi ricordo , concedono la qualifica di lavoro usurante ai ferrotranvieri e non ai benzinai ( forse che guidare di notte fa più male del benzene ? ). Sarà che i ferrotranvieri vanno in piazza ?
    L'ultima cosa : anzichè criticare , o peggio, ignorare Parin e il GISC voi leccapolitici fareste meglio a rispondere ai suoi inviti di partecipazione o quantomeno a ricambiargli il favore e invitarlo al vostro tavolo . Forse riconoscereste qualcuno che dall'alto dei palazzi che frequentate avete perso di vista : I Gestori .

  • TIMPANI

    Complimenti a Finotto per la prosa consueta . continuo a dire che forse tra voi colleghi ancora esiste qualcosa come dice Parin, ma devo sempre constatare che la delicatezza e il sereno confronto non è piu' vostro patrimonio, come era prima con persone che sono onorato di aver conosciuto. Mi congratulo di nuovo per tutte le risposte che ho ricevuto che ammettono sempre gli errori degli altri. ed anche questo mi sembra il nuovo stile e il nuovo modo dI fare sindacato. che Finotto e Parin facciano le loro lezioni ad altri e dimostrino che con le loro idee riusciranno a far uscire i Gestori da questi drammi e da queste tragedie. Continuo a dire che io, da queste colonne o in altre occasioni non mi sono mai permesso di insultare gli uomini della gisc e questo è un fatto qualunque sia la verità che finotto o parin intendono far capire ai Gestori. Non credo che su questa strada si possano fare passi avanti. Andate avanti voi con il vostro modo di fare, come se gli altri non facessero assemblee, non incontrassero i Gestori, non condividessero le sofferenze. Voi avete la verità e guai a chi osa metterla in dubbio. mi dispiace solo che, per il grande rispetto che ho per chi gestisce questo portale, si meritava altri confronti che non fossero quelli che il buon finotto intende avere. dato che sono figlio d Gestore e sono stato Gestore anche io, la mia educazione non mi permette di rispondere a tono alla sequenza di insulti. buon lavoro.

  • Moreno Parin  - Timpani e Finotto

    Vedi Roberto Stefano Finotto ha il pregio-difetto di essere ancora giovane, e come tale irruenti e sanguigno, io penso che più che guardare alla prosa e ai pseudo insulti dovresti guardare la concretezza delle cose, e per quello non è necessario scomodare l'amico Ettore, lascialo riposare in pace che è meglio.

    A proposito di errori, ne vuoi uno dei miei? il non essere scappato prima dalla Figisc, un'altro? l'aver perso una intera giornata a Roma due anni e mezzo fa! se vuoi te ne faccio un elenco lungo così di errori miei, grossi e meno grossi.

    Buon Sindacato

  • Stefano Finotto

    Io ti parlo di che tempo che fa e tu mi racconti che ore sono . Comunque faccio io un passo indietro.Mettiamola così: se la calma, la pacatezza, il bel parlare non sono mie caratteristiche me ne scuso e preciso che non ce l'ho con la vostra persona, ma con il modo che adottate per onorare il ruolo che i vostri Gestori vi hanno dato . Sia chiaro che non è nè sarà mai mia intenzione giudicare gli uomini ,quanto piuttosto i sindacalisti . Quindi , con sincerità , mi scuso con l'uomo Di vIncenzo e l' uomo Landi .
    Ma lo faccio , sia chiaro , ad una condizione : che cambiate , subito , il vostro modo di fare sindacato , di prostrarvi alle compagnie , di cercare sterili accomodamenti politici , di cercare nei corridoi dei palazzi le soluzione per il mercato , di prendere tempo in tavoli tecnici illusori , di caricare e scaricare i Gestori per scioperi inutili etc e che torniate ad essere quei sindacalisti che probabilmente siete stati . Tempi più fortunati per i Gestori , ma tempi in cui le idee e gli scopi avevano sempre il sopravvento ; tempi in cui non davate occasione a chi lavorava con voi di arrabbiarsi quanto si arrabbia suo figlio ; tempi in cui fare sindacato avava un senso . La condizione non finisce qui ; no no . Se riteneste che quei tempi e quegli uomini fossero definitivamente tramontati , per onestà verso i Gestori ditelo chiaramente : ragazzi non c'è più nulla da fare , la categoria è spacciata , si salvi chi ancora può e chiudiamo la bottega delle gestioni e del sindacato . Questo vale anche per il GISC , s'intende, anche se finchè vedremo una via , anche piccola, noi la percorreremo a partire dalla strada. In caso contrario , se dite che le vie sono tutte chiuse, andiamo tutti a casa , ci troviamo davanti a un buon bicchiere di vino e scoprirai , ti assicuro , una persona civile ,educata e piacevole , generosa e leale verso chi lo merita . Dimenticavo: per niente prosaica !

  • TIMPANI

    Mi dispiace, non so se parlo di altre cose o non riesco a chiarire . mettiamola cosi. la categoria non è spacciata, secondo me, gli accordi sono stati fatti nel passato ed ora è finita quella stagione. ci sono delle idee e delle possibilità che questa categoria abbia un futuro. nelle cose che diciamo - parlo della mia federazione - e nelle cose che facciamo, storia o non storia, ci sono gli elementi, considerando tuttavia come sta cambiando il nostro settore.
    ci siamo venduti, ci siamo prostrati, rimaniamo attaccati alle poltrone ?
    ma si' tutto questo che voi dite, tanto, per me quello che conta, al d là delle comunicazioni virtuali su internet, è sentire dalla viva voce dei Gestori come la pensano. e' con loro e solo con loro che condivido le sofferenze e il bicchiere di vino.
    una ultima cosa che ritengo che vada detta proprio per togliere quel fango che puntualmente ci viene gettato addosso: a quei Gestori che ci chiedono informazioni sulla iniziativa del 4 dicembre ( quella della gisc intendo) noi consigliamo di andare numerosi, perchè riteniamo giusto manifestare e protestare. Pensate quanto siamo ignobili ! grazie per l'attenzione.da un vecchio sindacalista prostrato e venduto.

  • Moreno Parin  - per Timpani

    Non è che tu parli di altre cose o non riesci a chiarirle, è che ci sono due visoni troppo diverse del modo in cui fare sindacato, due modalità che hanno come risultato la percezione diversa del come e del perché e, purtroppo, del fine, poi il fango non è che ci venga gettato addosso è che noi, metti anche me, facciamo di tutto per tirarcelo questo fango, le divisioni, le ipocrite riconciliazioni e quanto di meglio si riesce a fare hanno allontanato la categoria dal sindacato, e non parlo solo in ambito nazionale, solo in quelle pochissime oasi dove il presidente di turno ha stabilito un buon rapporto con i colleghi rappresentati c'è ancora un po di fiducia, e questo vale per tutte le sigle.

    per il resto che vuoi che ti dica, che in giro c'è sempre qualcuno che ha voglia di provarci, e anche questo vale per tutte le sigle, noi nel nostro piccolo ci stiamo provando con Eni, non senza dimenticarci degli altri, comunque mi fa piacere che sulla nostra manifestazione del 4 dicembre tu abbia questo atteggiamento, certo mi piacerebbe incontrarti in piazza Montecitorio, ma sappi che verso le vostre manifestazioni pur nella nostra contrarietà non abbiamo mai imposto le nostre direttive lasciando liberi i colleghi Gestori, l'ultima volta riguardava un collega che voleva venire alla assemblea del 21, che io sappia non è venuto e non ne so il perché ma poteva farlo senza problemi pur essendo un rappresentante di colore.

  • gest.eni

    Ho seguito il dibattito tra Renzi e Bersani.Renzi ha citato le pompe bianche e non è vero che sia stato detto che si dava pieno appoggio alle pompe bianche.
    E basta fare il processo alle intenzioni e dare valutazioni su cose che forse non si tradurranno mai in fatti.Non mettiamo il carro davanti ai buoi.
    Visto che siamo tutti sull'orlo del baratro,non servono a nulla le polemiche fra rappresentanti di associazioni sindacali diverse.
    Dobbiamo stare CONCENTRATI E UNITI senza perdere di vista neanche un attimo i nostri problemi.
    A noi dovrebbe andar bene qualsiasi politico,il colore non interessa,che abbia intenzione non a parole di darci una mano a uscire da questo pantano.
    Vista la situazione,il governo tecnico e quello precedente nulla hanno fatto
    per i Gestori e per le liberalizzazioni in generale.

  • CICCIO per gest eni

    LA frase é stata :si deve continuare sulla strada delle pompe bianche : e anche solo il nominarle é stato un pieno appoggio visto che LUI ne é il promotore non giriamoci attorno

  • contro politica e sindacati  - furebetti della politica e furbetti dei sindacati

    Ormai tutto e' trasparente come l'acqua ci sono i furbetti della politica e i furbetti dei sindacati.
    Oggi dire la parola politica e la parola sindacati e' la stessa ed identica cosa, FALLIMENTO.
    Caro Bersani invece di liberalizzare il mercato pensa a liberare dalla morsa delle compagnie e dello Stato quelli come tuo padre che hanno lottato una vita al caldo e al freddo su di un piazzale per ben 12 ore al giorno

  • Roberto Gestore IP

    i sindacati che ti invitano a votare ... Bersani ??? Ma vogliamo una volta per tutte che in Italia cominci a cambiare qualcosa ??? Gente sto Renzi ha 2 palle quadrate cosi' !!! Proviamo a dargli fiducia , un po' di coraggio dai !!! ... E' inutile dire " Pero' e' veramente in gamba sto Sindaco di Firenze ... " ma e' tutto inutile se Domenica non si va' a votarlo , c'e' tempo ancora oggi per iscrivervi anche Online CORAGGIO !!!

  • Q8 ESSENNE

    MA BERSANI NON è LO STESSO CHE DA MINISTRO PROPOSE LA LIBERALIZZAZIONE SELVAGGIA?
    TANTO BERSANI O RENZI PENSERANNO A LORO,MICA A NOI

  • Sara

    INFATTI TUTTO è INIZIATO PROPRIO DA QUELLA LIBERALIZZAZIONE.....GUARDA CASO!!!!! FORSE HANNO DIMENTICATO...ALL'EPOCA...DI DEFINIRE MEGLIO QUALCOSA PER QUALCUNO E LO FARANNO PROSSIMAMENTE SE ANDRANNO AL POTERE....MA ANCORA CHE CREDETE NEI POLITICI....DESTRA O SINISTRA SONO TUTTI Lì PER I LORO INTERESSI.....QUELLI CHE VERAMENTE VOGLIONO FARE QUALCOSA PER I CITTADINI O LA PUBBLICA UTILITà VENGONO ELIMINATI, ALLONTANATI, ESCLUSI....E NON VOGLIO AGGIUNGERE L'IPOTESI PEGGIORE CHE NELLA STORIA è SUCCESSO E NON UNA VOLTA......I POTENTI ALLE PERSONE CHE VOGLIONO FAVORIRE I PICCOLI GLI TAGLIANO........MA VA VA

  • Tonino

    Cari colleghi, non c'è nulla da meravigliarsi del comitato sindacale pro Bersani.
    Questa è la dimostrazione che i vertici sindacali di tutte le sigle, ( non dimentichiamo l'appartenenza di Squeri al PDL), negli ultimi anni, invece di tutelare la categoria, hanno pensato a fare politica.
    Le manifestazioni si organizzavano a secondo della convenienza politica di ognuna di esse al di la dei contenuti.
    E, intanto la categoria dei Gestori moriva.............
    A questo punto, dopo i guai che hanno fatto, farebbero bene a dimettersi!!!!!!!!!

  • Gigi

    8)

    Ogni volta che i sindacalisti intervengono esprimono troppi concetti e poche proposte.

    Puntualmente, chi legge, associa l'intervento dei sindacalisti a quello dei politici - demagogia.

    Noi Gestori dalle mani sporche (ma con il cefalo connesso) non abbiamo bisogno di demagogia. La compagnie ci raccontano bugie e i sindacati non se ne accorgono; per esempio:

    - è una bugia quella del margine lordo di 18 centesimi (è molto più alto)

    - è una bugia quella delle vendite sottocosto (un impresa può praticare questo tipo di esercizio per periodi limitati)

    - è una bugia quella dell'eccessivo numero d'impianti (ne chiudono 5 che sopravvivevano con 500.000 litri l'anno e ne aprono 2 che necessitano di 5.000.000 di litri l'anno.........volete un pallottoliere?)

    - è una bugia quella della promessa dei tabacchi (Sindacati dei Tabaccai, ;) si scrive con la S maiuscola ci siamo capiti)

    - è una bugia quella del caro carburante generato dal servizio dei Gestori
    (già detto tante volte, due centesimi in più o in meno non li guarda più nessuno il problema e il distacco di 10/15/20 e spesso oltre centesimi al litro di distacco - volete di nuovo il pallottoliere?)

    - Altre bugie emerse le lascio raccontare ai colleghi di sventura.

    -------------------------------------------------- -------------------------------

    Io direi che noi Gestori siamo stanchi di sentire bugie.

    -------------------------------------------------- ------------------------

    Adesso tiro fuori la bacchetta magica e trovo la soluzione!

    - liberalizzazione ok discriminazione ko:

    ogni compagnia proponga il prezzo che meglio crede, a patto che sia identico per tutti i p.v. del suo colore 的过去式和过去分词 cari sindacati?( :grin è cinese come il loro linguaggio)

    Se venisse attuato quello che ho detto la concorrenza VERA se la farebbero le compagnie, non noi!

    Fidatevi, se ne vedrebbero delle belle!!!!!!

    -------------------------------------------------- -------

    Oppure prezzo deciso dallo Stato come quello dei tabacchi lavorati.

    -------------------------------------------------- --------

    Attuare una di queste due possibilità vuol dire vivere altrimenti chiunque si prepari al peggio.

  • Gestore eni

    Caro Gigi preparati ad un nuovo contratto di commissionario, già deciso nelle segrete stanze con l'accordo dei tre sindacati senza però definire alcun margine.
    Questo è quello che ci sentiremo dire prossimamente.

  • Alex

    Se bersani voleva aiutarci, l'avrebbe dovuto già, fare, visto che è figlio di un Gestore e conosce bene i nostri problemi.
    Probabilmente il padre avendo un figlio politico avrà usufruito di un trattamento sicuramente migliore del nostro. Doveva liberalizzare i benzinai, le farmacie, i tassinari, i notai !
    Fra tutti questi settori chi ha liberalizzato ?
    Soltanto un settore che aveva bisogno di regole e non di liberalizzazioni !
    Ricevuto da un ministro qualunque questo regalo lo avrei accettato, ma dal figlio di un Gestore mi sembra assurdo.
    Siccome mi reputo serio, voterò Renzi , perchè da bersani non mi serve nessuna elemosina o baratro. Il politico lo si fa con serietà e non mercanteggiando i voti nel momento delle elezioni.
    Il ruolo di un grande politico è quello di occuparsi del bene del popolo, ed io sono il popolo.

  • Gestore esso

    Comunque vorrei vedere il comportamento del signor BERSANI se il papa' fosse ancora Gestore,da parte mia gli auguro lunga vita politica,
    ma all'orizzonte si intravedono delle altre entita' che segneranno la fine della vecchia politica.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie