GestoriCarburanti

Sabato, Oct 19th

Last update:08:32:00 AM GMT

Faib Fegica e Figisc chiedono l'attivazione del tentativo di mediazione vertenze collettive

E-mail Stampa

Con una comunicazione congiunta al Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, le associazioni di categoria dei Gestori Faib, Fegica e Figisc chiedono, cosi come prevede la normativa di settore, nei confronti di Api/Ip, Eni, Esso, Kupit, Shell, Tamoil e Totalerg l'attivazione del tentativo di mediazione delle vertenze collettive.

Faib, Fegica e Figisc fanno esplicito riferimento, oltre alle denunce già ripetutamente avanzate sui comportamenti delle compagnie citate nella comunicazione, all'ultima iniziativa messa in campo da Eni con la proposizione del contratto d'opera,  cosi come riportato da un articolo di Staffetta Quotidiana.

Tale richiesta, si legge nella comunicazione,  "è da mettere ulteriormente in relazione ai contenuti del Verbale d’incontro
sottoscritto in sede ministeriale il 27 luglio 2012, oltreché all’incontro del 18 dicembre scorso, in funzione del quale le scriventi hanno ritenuto di sospendere ogni forma di agitazione prevista per le prossime settimane".

Gli intendimenti in particolare di Eni - continua la comunicazione -  (ma ciò vale per tutte le altre compagnie citate in oggetto), confermano inequivocabilmente la reiterazione dei comportamenti adottati in violazione delle previsioni di legge in materia di nuovi contratti (l. 27/2012) e di condizioni economico-normative tra gestore e compagnia (d.lgs. 32/1998 e l. 57/2001).

Una situazione gravissima - concludono -  e che offre una chiara evidenza del carattere di estrema urgenza che s’impone all’intervento fermo e risoluto richiesto all’Amministrazione in forza delle norme vigenti.

Comunicazione congiunta

Commenti (50)
  • un collega stufo

    "Una situazione gravissima - concludono - e che offre una chiara evidenza del carattere di estrema urgenza che s’impone all’intervento fermo e risoluto richiesto all’Amministrazione in forza delle norme vigenti."

    una situazione gravissima, dice l'articolo ...
    talmente grave che la triplice ha ben pensato di sospendere le già ridicole forme di protesta precedentemente annunciate.


  • Anonimo

    E IO DEVO FAR DECIDERE DA 4 MENTECATTI QUANTI SOLDI PRENDERE,CHE CONTRATTO ACCETTARE,COME FARMI INCAPRETTARE...E SONO REPONSABILE VERSO LA BANCA DEI DEBITI CHE MI FANNO FARE,RESPONSABILE VERSO LO STATO DELLE TASSE CHE NON RIESCO A PAGARE,RESPONSABILE VERSO I FORNITORI DELLE FORNITURE,RESPONSABILE VERSO LA MIA FAMIGLIA DEI SOLDI CHE NON RIESCO A PORTARE A CASA...
    PORCO D.. MA LA VOGLIAMO FINIRE!!!??
    SIAMO IMPRENDITORI O COSA??COSA!!???COSA!!????
    O NE ABBIAMO I COGLIONI PIENI O SIAMO PIENI DI COGLIONI CHE CREDONO ANCORA ALLE FAVOLE!!!
    BASTA PER L'AMOR DI DIO...DOBBIAMO ARRANGIARCI...COME SE LI AVESSIMO VERAMENTE!

  • pistillo

    io se fossi la triplice avrei mandato a quel paese i Gestori , specie quelli che tutto chiedono , nulla danno , e oltretutto criticano delegittimando.
    Invece loro seguitano a lavorare almeno per quello che possono sia per quelli che li legittimano sia per quelli che discreditano.

    I detrattori del sindacato potrebbero fare un sindacato autonomo e farsi rispettare meglio della triplice , visto che sanno come si fà.

  • Anonimo

    Io sono un imprenditore fino a prova contraria...dove c'é scritto che devo avere dei rappresentanti??
    Se voglio un sindacato,vado a lavorare alla FIAT!!!

  • ttr

    difatti non c'è scritto da nessuna parte , e nessuno ti obbliga !
    Ma chi si vuole fare rappresentare dal sindacato per far rispettare le "regole" lo può fare liberamente e non vedo perchè debba andare alla fiat per esercitare un suo diritto che tu vedi come una stranezza.
    Ma forse fai parte della scuola scaroni per il quale avere un sindacato di tutela dei diritti è considerata un'anomalia italiana : via i sindacati , via le regole , via i diritti , vai con la deregulation. E 666 euro al mese......

  • Anonimo

    Io se devo fare impresa devo avere anche il diritto di guadagnare...non lo decide nessuno quello che devo guadagnare...Chiaro il concetto???
    Sennò vado a fare il dipendente...

  • Alessandro tamoil

    Mi sa che di questa professione non ha capito nulla... Se vuoi fare l'imprenditore Apriti una fabbrica o se vuoi fare il benzinaio il distributore te lo compri così fai quello che ti pare... Purtroppo quello che guadagni con la benzina lo decide la compagnia visto che ti da l'impianto ad uso gratuito

  • Giank

    "Imprenditore, fare impresa". Ho la netta sensazione che tu faccia il Gestore solo da qualche mese.....
    Vai in area a fare una trattativa personalizzata e poi dicci come è andata :grin

  • Donato

    Tu sei un imprenditore? hahahahahahahahahahahahahaha

  • pippo

    SE dopo anni di lotte e sacrifici il sindacato ci ha portato in questa situazione dabbiamo legittimarlo ancora ????Se uno non sa fare il lavoro per il quale é preposto va a casa !!!!PErche nel pallone quando la scuadra perde si cambia l allenatore e non i giocatori ??Da noi no la colpa é SEMPRE dei Gestori

  • Anonimo

    Quando la squadra perde i calciatori non si cambiano perchè è chiuso il calciomercato . l'unico che puoi cambiare in quel momento è l'allenatore. A fine campionato cambiano pure i giocatori.

  • pistillo

    non ho capito se i voti negativi pervenuti sono a difesa o contro l'azione della triplice a cui ho riconosciuto la stima e la perseveranza dell'azione o contro i sapienti del momento a cui è stato chiesto di dimostrare quanto valgono in alternativa ai sindacati attuali .
    E' da interpretare.

  • mario api ip

    si si gravissima , così grave che stanno pronendo contratti a sconti a 2 centesimi litro, o contratto d'opera , sti gran figli di..............
    resistere , ma x quanto ancora riusciremo, ora con queste vendite credo questione di mesi

  • Anonimo

    ragazzi il problema non è la società petrolifera,sono le leggi.....se ormai la figura del Gestore non ci deve essere piu,che ci diano uno stipendio da manager per chi gestisce un grosso inpianto con dipendenti in regola.....e per i piccoli sempre uno stipendio giusto per tutte quelle mansioni che deve svolgere per tenere inpianto in regola.......a sto punto ai sindacati chiedo di lavorare sui NUOVI contratti di legge che il governo dovrà emanare,o si è impredintori o dipendenti,se si è dipendenti facciano dei contratti decenti!!!

  • Giorgio

    Spiegatemi una cosa .. I Gestori sono imprenditori. Quindi:
    1 - come imprenditori non dovrebbero avere sindacati
    2 - come imprenditori, se ol modello di business non e' profittevole, lasciano e trovano un'altra attivita' con ritorno sul capitale piu' elevato
    Se i Gestori non sono imprenditori, allora che diventino subordinati delle societa' petrolifere.

    Mi manca qualcosa nell'equazione ? Credo proprio di no ....

  • ttr

    nell'equazione manca per le gestioni in comodato :
    l'impianto è il loro , il prezzo lo fanno loro , gli obiettivi li fanno loro , gli sconti li fanno loro , con il tuo contributo che hanno deciso loro , gli affitti li fanno loro , il margine lo fanno loro , devi comprare il prodotto loro . Qiundi una volta che loro hanno deciso tutto , ti illudono che sei un Gestore perchè ti fanno tirare fuori i soldi per la gestione , ossia per fare rimanere aperto l'impianto loro , e caricarti di tutti gli oneri che non si vogliono prendere loro. Se ti senti imprenditore fai pure l'imprenditore , io mi sento un facente funzioni a contratto neanche tanto rispettato.

  • Anonimo

    e questi non sono buoni motivi per portarli in tribunale?
    qua si vuole la pappa pronta e qualcuno che tolga le castane dal fuoco...
    siamo un branco di ipocriti,nei contratti c'è scritto che ci si basa sulla legge ex 81 (3)del trattato ora 101...

  • Gigi x Giorgio

    8)

    Gli imprenditori non dovrebbero avere sindacati?

    Perché?

    Sai quello che dici o no?

    I ricavi mancano a causa delle Compagnie ingorde e dello Stato ladrone.

  • Anonimo

    Anche i tabaccai sono imprenditori e anno i sindacati,anche i taxisisti,anche quelli che hanno uno stabilimento balneare.....il sindacato serve per difendere la parte debole......il problema e che il governo che fa le legge la parte debole non glie ne frega una mazza.....
    Giorgio il tuo discorso non fa una piega,ma non si puo permettere a una categoria intera di essere trattati da schivi deficenti.....i contratti per i benzinai gia ci sono,se le compagnie pensano che siano troppo esosi per loro che chiudano gli impianti,non gli si puo dare l'opportunità di sfruttare i disperati!

  • mario da parma

    x l'anonimo antisindacato,ricordati che come imprenditori abbiamo bisogno di un sincacato forte e non di tre o quattro,in quanto al tuo anonimatoè un comportamento da c******e in quanto uno che ha le palle si firma

  • Anonimo

    Io non sono antisindacato ma anti l'attuale traade che ci ha preso per i fondelli per 10 anni...W IL GISC!!!!
    Un ex Gestore!

  • miki eni  - per l'anonimo

    caro anonimo,
    sarebbe meglio che tu ti firmassi per sapere chi dice cazzate e continua a contraddirsi.
    -Sei imprenditore e non vuoi essere rappresentato?
    -I problema non sono le società petrolifere ma le leggi

    Ma dove vivi?
    -Le petrolifere ci stanno rovinando anche in presenza delle associazioni di categoria,figurati se eri solo tu a trattare con la petrolifera.
    -il problema sono le petrolifere che non rispettano gli accordi presi e leggi sottoscritte in presenza del rappresentante del governo.

    Non ti sei mai chiesto perchè le petrolifere vogliono la trattativa "one to one"?Trattative Eni/Gestore.Prova a immaginare come va a finire?
    Per te invece è colpa del governo e sindacati.
    Il tuo ragionamento è uguale a quello che farebbe un funzionario delle petrolifere che dice queste cose per dividere i Gestori.

  • pippo ex

    HO letto queste 5/6 mail anti sindacali pro sindacali tutti che dicono i problemi della categoria passati e futuri chi in anonimo chi firmati uno contro l altro INTANTO il privato avanza e le comp fanno quello che vogliono ,A mio avviso la colpa é nostra perche non abbiamo mai mostrato le palle pensando di essere intoccabili e del SINDACATO il quale in 20 anni non ha fatto nulla sapendo benissimo quali prospettive aveva il ns futuro QUALSIASI rappresentante sindacale che in 20 anni ha portato alla fine il proprio RAPPRESENTATO deve avere il buon senso di dimettersi e chiedere scusa UN sindacato che chiede la mediazione quasi con scusa e sottomissione é FALLITO NELL augurarvi buone feste attendo vs risposta

  • gest.eni

    Se le petrolifere non risposndono a questo appello BISOGNA RICORRERE AD OGNI FORMA DI LOTTA.

    Cari colleghi Gestori,
    tutti sappiamo in che condizioni lavoriamo e che andando avanti così
    non c'è futuro PER NESSUNO.
    Pertanto mandiamo a spigolare i crumiri e chi ci vuole dividere e lottiamo.
    LO DOBBIAMO A NOI STESSI,ALLE NOSTRE FAMIGLIE E AI NOSTRI COLLABORATORI.

  • Anonimo  - incazzatissimo

    Vogliono gli impianti liberi per darli agli schiavi per due soldi e nessun diritto.
    Per liberare gli impianti ricorrono al fallimento pilotato .
    Molti sono arrivati a quel punto e si ritirano o sono prossimi al ritiro.
    Dialogo non esiste e ne è previsto.
    A questo punto , quando partono le vertenze davanti al giudice ?
    I tempi sono maturi , e per alcune gestioni è la miglior soluzione ; lunga che sia è meglio di un ritiro catastrofico.
    Chiederei solo di organizzare collettivamente la battaglia , il resto viene da solo................

  • miki

    ragazzi,avanti con la lotta.
    UNITI SIAMO UNA POTENZA E SI VINCE.

  • mario da parma

    tutti chiedono la lotta poi solo il 30% la fà,quanti Gestori eni hanno disdettato tutti i vari sconti? quì è la risposta

  • Un Gestore Agip

    Come siamo scesi in basso le OO. ss. chiedono l'aiuto del governo per farsi rispettare, abbiate il coraggio di fissare una settimana di sciopero se la maggioranza dei Gestori non la fa voldire che stanno bene e allora ... tutti a casa.

  • Anonimo

    pretendono dal governo l'applicazione e il rispetto degli accordi , non chiedono l'aiuto per farsi rispettare . E' differente da come la poni te.
    Per lo sciopero invece si poteva fare un trimestre tanto che ci siamo , così potevamo pretendere di più e far beneficiare anche quelli aperti.
    Se la maggiioranza dei Gestori stà bene e quindi non sciopera , meglio così , vol dire che il sidacato deve lavorare solo per la minoranza che stà male , e il compito dovrebbe essere più facile visto che il problema sembrerebbe circoscritto. Ma non mi sembra che le cose stiano in questo modo.

  • nino sardegna

    Secondo la mia modesta opinione,il sindacato dovrebbe censire quei Gestori iscritti al sindacato, quelli che fanno gli scioperi, e quelli che continuano a credere al sindacato,vedere quali sono gli impianti rimasti fuori dal mercato dei prezzi,in quanto quelli che hanno firmato i contratti senza la presenza sindacale vuol dire che gli sta bene così e che stanno continuando a guadagnare ,magari fregando i clienti al vicino,secondo mè questa è l ultima spiaggia per noi fieri di lavorare con quel margine pieno e +e con la speranza che se ci fosse
    una eventuale chiusura sia remunerata dalle compagnie petrolifere.

  • Anonimo

    Sindacato si sindacato no , prima dello sciopero, tutti "chiudiamo, tutti a Roma, andiamo a protestare a montecitorio" ABBIAMO chiuso, SIAMO andati a Roma. I risultati 30% chiusi, 500 Gestori a Roma, Tutta quà la rabbia? Così ci facciamo ridere dietro, poi ce la prendiamo con i sindacati? vergognamoci è quelli che dicono che il sindacato fa schifo , incominci a rinunciare alle cose che ha ottenute tamite il sindacato, dopo magari può criticare, è non chiagnere è fottere. Vi dico una cosa che sono stato testimone personale, Incontro con setefi , per discutere sulla gratuitità delle carte "secondo legge" nulla di fatto. Un dirigente setefi fuori dai tavoli , disse "se solo tutti i Gestori spegnessero non una giornata ,ma un'ora tutti ma tutti i pos dopo 5 minuti vi convochiamo noi , a chiedervi cosa volete per riaccendere i pos". MEDITATE !!!!! Spaccandoci facciamo solo il gioco del nemico, non il NOSTRO INTERESSE . AUGURI a TUTTI

  • pippo ex per anonimo

    Mi vuoi dire quali sono i risultati ottenui dal sindacato negli ultimi anni ?Forse la concorrenza delle pompe bianche ?il cipreg che adesso se lo godono senza colpo ferire la GDO le P bianche le coop ?La diminuzione del margine dimezzato in pochi anni tra sconti e comm bancarie ?lavoriamo ancora 60 ore alla settimana ?negli ultimi mesi siamo stati adirittura chiamati inutili e nessuno ha mosso un muscolo !!!!!le compagnie e le banche non rispettano gli accordi e il sind chiede 2 gg di sciopero inutileForse sbaglio ma aspetto con ansiala tua risposta che mi chiarisca cosa ha fatto il sind per noi

  • mario da parma

    guardate colleghi che per i bancomat non c'è solo Setefi ci sono altri intermediari coi quali si può ottenere dei buoni risultati

  • Anonimo

    Nessuno si pone la domanda : perchè si dice che bisogna razionalizzare e quindi chiudere 4000 impianti se poi il mercato favorisce nuove aperture di impianti privati ?
    Sicuramente c'è qualcosa che non và, se la presenza di troppi impianti stà producendo bilanci negativi alle compagnie , come mai le stesse mettono nel mercato lo stesso carburante a prezzi decisamente più remunerativi tanto che i privati ne riescono a trarre benefici economici nonostante i loro investimenti ???

  • fw14  - non siete ancora stanchi


    NON VI SIETE ANCORA STUFATI DI LAMENTARVI.

    TUTTI CAZZUTI DIETRO L'ANONIMATO ED UN BLOG.
    POI A ROMA VISIBILI ERAVAMO 500 .
    SMETTETELA !!!

  • Anonimo

    Giusto tutti chiacchiere e distintivo, ha Roma eravamo 4 gatti !

  • miki

    Leggetevi il commento di ttr.
    Ha fotografato bene la nostra situazione.

  • miki  - per mario da parma

    Ah mario,
    tu dici tutto e il contrario di tutto.
    Tu lamenti che solo il 30% dei Gestori ha fatto sciopero poi sei stato il primo su questo portale a dire CHE NON LO FACEVI.
    Decidi da che parte stai.Per me sei contro stesso.

    Se tutti fossero come te la battaglia sarebbe persa in partenza.

  • pippo

    SE a roma si era in 500 gatti forse si dovrebbe capire che il modello di sciopero é vecchio come lo ripetiamo in tanti ma forse a loro conviene cosi Bisogna lottare dentro l impianto bloccando le carte le tessere gli sconti il servizio senza limiti di tempo e visto che la maggioranza dei gest sta benissimo e non partecipa a nessuna lotta il sind dovrebbe trattare solo per chi partecipa vedrete come aderiranno in massa

  • gest.eni

    Cari colleghi,
    ricordatevi che i SINDACATI siamo noi.
    Immaginate i 3 segretari nazionali trattare con le compagnie petrolifere senza alcun seguito da parte nostra.In questo caso la triade riceverebbe,se le compagnie sono in vena di generosità,solo sonore pernacchie.
    Se noi invece ci assumiamo le nostre responsabilità e ci informiamo partecipando oltre a fare il nostro dovere faremmo anche i nostri interessi.

    Avete mai visto generali vincere battaglie senza esercito?

    I crumiri e quelli afflitti dalla sindrome di Stoccolma dovrebbero meditare prima di parlare.

  • Anonimo

    ottimo , hai centrato il punto.

  • ciccio

    Ci sono state battaglie perse perche i generali prendevano decisioni sbagliate e mandavano l esercito al massacro i generali devono prendere le decisioni giuste e consone alla situazione E poi BASTA CON il sindacato siamo noi !!!!!! il sindacato sono loro loro decidono loro fanno e almeno che negli ultimi anni abbia dormito qualcuno mi vuole dire cosa hanno fatto per evitare questo dramma della categoria ????

  • fabio

    nonostante sia uno di quei Gestori in crisi, per una questione di coerenza lo sciopero non l'ho fatto( prima portavo i volantini agli altri colleghi per sensibilizzare), ma dopo l'ultima riunione faib in Calabria ho deciso di non partecipare più a nesssuno sciopero perchè è stato kiesto ai sindacalisti se ci avessero messo la faccia( come per il rappresentante dei forconi) in un eventuale blocco dei DEPOSITI UNICA FORMA DI PROTESTA VALIDA KE COSTRINGEREBBE TUTTI AL BLOCCO e loro hanno risposto ke non era possibile, questo perchè preferiscono farci scannare tra di noi e noi subito pronti a giudicare krumiri qua, sindrome di stoccolma la.... secondo me bisigna andare da mc donald a portare il cv in questi giorni stanno selezionando 3000 persone forse gli facciamo pena
    :cry :cry :cry

  • oleoblitz  - in un mare di cacca

    partiamo dal discorso che siamo tutti colleghi insieme in un comune destino, questo è vero, purtroppo colleghi ma differenti nei nostri intenti, per fare chiarezza una volta per tutte ci sono tante e troppe situazioni, come si dice all'italiana...chi è Gestore di un impianto di proprietà della società petrolifera (divisi dal colore e hanno sempre voluto questo per dividerci) chi è Gestore della società ma il terreno dell'impianto è di una terza persona, chi è Gestore di un impianto convenzionato con la società ma di proprietà di un privato o di una società terza che andar bene fa biscotti, chi è dipendente, chi è solo un guardiano, chi è solo in commissionario, chi lavora in nero per un terzo soggetto ke sarebbe il vero Gestore ma fa altro lavoro, etc etc...etc etc.. in un casino totale come questo si aggiungono impianti INCOMPATIBILI non più a norma di legge per una serie infinita di problemi...le leggi son ben chiare, ma ancora aperti e tenuti in vita a forza di proroghe e multe, anche se vendesse poco qualcosa pur vende sempre meglio ke chiuderlo e spendere soldi nello smaltimento...INSOMMA bisogna partire prima da tutte queste cose per fare pulizia altrimenti non ci sarà mai accordo e sarà ben difficile trovarlo, ma questo non vogliono farlo...aspettano ke saltiamo per aria giorno per giorno, vogliono creare la ristrutturazione della rete sulla nostra pelle, sboccando sangue dalla sera alla mattina...questo è tutto, un mio semplice pensiero per dirvi ke tutti ci vogliono cosi' ovvero indebitati per creare un soggetto debole che stà sempre zitto e accetta tutte le vessazioni più assurde....a tutti voi che parlano della figura dell'imprenditore dico solo che non lo siamo perchè non siamo LIBERI nella scelta e decisioni dell'impresa...siamo poveri cristi in mano a mamma società petrolifera di qualsiasi colore ke ci vuole tanto bene!!!!

  • Anonimo

    ma perchè il GOVERNO non propone un accisa pro-Gestore ?

  • Otto Q

    Già fatto un'altra volta. La benzina venne aumentata di cinque lire destinate al margine dei Gestori che era uguale per tutti. Dissi allora che voleva evidenziato in fattura come componente differenziata del costo del prodotto ma i geni di allora, Pomogranato in testa, risero della mia proposta. Abbiamo perso anche quelle cinque lire nelle spire del pitone/margine. Credo fosse il provvedimento CIP n° 1/1991.

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie