GestoriCarburanti

Domenica, Aug 18th

Last update:08:32:00 AM GMT

Il 30 Aprile scade la prima rata contributo al Fondo indennizzi

E-mail Stampa

Il decreto Ministeriale del 19.04.2013  in tema di fondo indennizzi, oltra a regolare l'intensità degli aiuti e le modalità di accesso agli incentivi ha reintrodotto, nonostante la protesta delle Organizzazioni di Categoria per l'imposizione dell'ennesimo obbligo contributivo, la contribuzione da parte dei Gestori e dei titolari di autorizzazione al pagamento dei contributi per la razionalizzazione della rete distributiva carburanti in Italia.

La corresponsione a carico dei Gestori della prima rata di quota di contributo al Fondo indennizzi stabilito dal Decreto Ministeriale del 19 aprile 2013 deve essere effettuata entro il 30 aprile 2014. LA seconda rata deve essere versata entro il 31 dicembre 2014. Il Decreto Ministeriale non prevede sanzioni in caso di mancato pagamento, tuttavia quando la Cassa Conguaglio GPL - anche a distanza di tempo - dovesse richiedere il pagamento di quanto dovuto, in caso di pagamento omesso saranno da sommare anche gli interessi al tasso legale corrente.

Gli importi per i titolari dell'autorizzazione degli impianti sono da calcolare con una componente fissa di Euro 100,00 ad impianto, ed Euro 2.000,00 per gli impianti dichiarati incompatibili.

La componente variabile è rispettivamente a carico sia del Titolare che del Gestore nelle seguenti percentuali riferite all’erogato 2013 di Benzine, Gasolio e GPL.

Euro 0,0015 litro su erogato 2013 a carico dei titolari
Euro 0,015 litro su erogato 2013 a carico dei titolari di impianti incompatibili.
Euro 0,0005 litro su erogato 2013 a carico dei Gestori
I titolari possono, a seguito di apposita delega, effettuare il versamento anche per l’importo a carico del gestore.

I Versamenti devono essere indirizzati a:
MONTE DEI PASCHI DI SIENA
Filiale – Roma Via del Corso 232
Iban IT 80 J 01030 03200 000005636791
Intestato a : Cassa Conguaglio GPL Via Sicilia 50 00187 ROMA

Copia delle ricevute di bonifico, sia per i titolari che per i Gestori, accompagnate da rendiconto (chiusura UTF 2013 con l’indicazione Codice Ditta che è riportato nella licenza fiscale dell’impianto ) debbono essere inviate alla Cassa Conguaglio GPL Via Sicilia 50 00187 ROMA, si suggerisce per Raccomandata tenendosi copia per eventuali riscontri.
ATTENZIONE : Nella causale di versamento va inserito “ Primo versamento art. 6 DM 19 Aprile 2013 “
     
Si ricorda che il Fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti eroga contributi ai Gestori degli impianti, non solo per la cessazione delle attività, ma anche per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito della loro chiusura.

Il decreto ministeriale prevede, per i titolari di autorizzazione o concessione degli impianti stradali di distribuzione di carburanti della rete ordinaria che li chiudano tra il 1° gennaio 2012 e il 31 dicembre 2014, l'accesso a:
gli indennizzi previsti dal decreto ministeriale del 7 agosto 2003, relativo al rifinanziamento del Fondo per la razionalizzazione della rete di distribuzione dei carburanti, in caso di soggetti titolari di non più di dieci impianti alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 98/2011 (l'indennizzo può essere concesso una sola volta per ciascun gestore);
i contributi per i costi ambientali di ripristino dei luoghi a seguito della chiusura di impianti di distribuzione dei carburanti.

I contributi sono pari al 60% dei costi effettivamente sostenuti per le specifiche attività e non possono eccedere complessivamente la somma di 70mila euro per ciascun impianto, mentre la somma dei contributi e degli indennizzi percepiti dai titolari degli impianti non deve superare l'importo complessivo di 100mila euro per impianto.

Le domande di indennizzo devono essere presentate al Ministero entro un anno dalla fuoriuscita dalla gestione dell'impianto, mentre le istanze relative al contributo per i costi ambientali devono essere presentate entro sei mesi dalla data di chiusura.

Presentazione domande a valere sul fondo per la razionalizzazione della rete dei carburanti

Commenti (20)
  • Giuseppe

    Io non pago, per due ragioni:
    1) la prima è perchè non ho i soldi:
    2) la seconda non ve la dico, tanto basta la prima.

    Saluti

  • OLEOBLITZ  - falliti

    io non pago, per due ragioni: finiti i quattrini e finiti i soldi e quindi tanta miseria nera nera------

  • Anonimo

    Li morti loro squajati!!!!!!

  • Antonio

    Io ho già ricevuto comunicazione dalla compagnia per la chiusura dell'impianto, ho sentito che se non si paga poi alla chiusura dell'impianto si avrà dei problemi per accedere al fondo indennizzi.

  • stefano

    Proprio così Antonio...della serie cornuti e mazziati....anche io avrei preferito non pagare ma essendo sotto un retista lo devo far per forza altrimenti pregiudico un'eventuale buona uscita ( pedata nel c**o ) n caso chiusura forzata....chi è direttamente sotto la compagnia, perlomeno così ho sentito, non deve pagar nulla...Grandi retisti !!!!! grazie anche per questo....

  • dan

    con tutte le accise messe...ferrotranvieri, spettacolo, ecc.., una volta che serviva a uno scopo dedicato e specifico del settore.....
    e va bè si raccoglie quello che si semina.....

  • Gestore Esso

    Ma quali chiusure, qua continuano ad aprire pompe bianche.....ma vaff...... :upset :upset :upset :upset :upset

  • anonimo

    se tu aderisci allo sconto esso con chi tela vuoi prendere...? io sono bianco che ci posso fà

  • Gestore Esso

    Scusa ma non capisco il tuo ragionamento....

  • mario api ip

    PAGARE UN FONDO INDENNIZZI , DOPO CHE HANNO LIBERALIZZATO E FATTO A PEZZI NOI CHE GIA ABBIAMO PAGATO PER ANNI ?
    BASTARDI ..

  • korgul

    Io direi che ,visto che nn ci sono sanzioni, se NESSUNO di noi paga vale come una protesta di massa.

  • claude

    Per una volta tutti insieme riuscissimo ad essere uniti e non pagare questo inutile balzello, sarebbe una bella vittoria.

  • stefano

    Ma i sindacati che dicono ?????????....BOHHHHHHHHHHHHHH

  • Anonimo

    Quanti di voi ha già firmato la delega che la società ha spedito via E-mail?

  • ipstation

    Io ho risposto al mio retista che non pago nulla e se un domani li chiederanno......staremo a vedere e comunque spero di essermene già andato da questo piazzale !

  • andrea totalerg

    porco ............ anche io lo già pagati,non sanno più come farci arrivare con le pezze al c**o :cry :cry :cry :cry

  • andrea totalerg

    che vadano a cagare

  • Anonimo  - Gestore pompa bianca

    NON PAGHIAMO.....BASTAAAAAA....ANDATE A ROMPERE I GABASISI AI VERI TRUFFATORI ED EVASORI, NON A NOI CHE LAVORIAMO 10 MESI L'ANNO PER PAGARE LO STATO...FATE PIU' SCHIFO DELLO SCHIFO....RIBELLIAMOCI TUTTI...UNA SETTIMANA DI SERRATA TOTALE...MA TUTTI!!!!!!!!

  • Anonimo

    DATEMI UNA SPIEGAZIONE LOGICA A QUESTA RICHIESTA .. TITOLARI DI CHE SENSO HA ?
    NOI CHE SIAMO Gestori E NON TITOLARI PAGHIAMO GIA' E NON VENDO AZIENDE PETROLIFERE NON INTENDIAMO ASSOLUTAMENTE PAGARE :(

  • Cornuti e mazziati  - Razionalizzazione di che????????

    Dal 2013 ad oggi nel mio comune sono stati aperti 4 nuovi mega impianti!!!!! Ora che io smetto per mancanza di reddito chi mi rimborsa???? Il mio impianto forse lo daranno a qualcuno che è senza reddito che si accontenterá di guadagnare come il reddito di cittadinanza.....quindi lo manterranno aperto......Ed io li dovrei finanziare?????? Faró l'impossibile per non pagare tanto l'Italia è il Paese dei Condoni e/o rottamazioni.... In questo caso per me è una questione di principio non pagare!!!!

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie