GestoriCarburanti

Martedì, Oct 22nd

Last update:08:32:00 AM GMT

Al via la fattura elettronica. Un obbligo con molti rischi

E-mail Stampa

fatturaelettronica aeDa ieri è scattato l'obbligo di emettere fattura elettronica, un adempimento che interesserà 2,8 milioni di imprese, il 56% delle partite Iva italiane (sono esclusi medici, farmacisti, società sportive dilettantistiche e chi sceglierà di aderire al regime dei minimi o forfettario) ne sono letteralmente "investiti" gli impianti di distribuzione carburanti.

Oltre alle spese in capo alle aziende grandi o piccole che siano, che devono adottare i sistemi di emissione e trasmissione della fattura in maniera digitale, il tutto comporta anche un aggravio di spesa al piccolo imprenditore o artigiano che sia dotato di soluzioni informatiche che non era scontato fossero presenti prima dell'avvento della fattura elettronica. Il tutto a corredo di ulteriori spese di gestione calcolate in fase di tenuta contabile.

Si stima, inoltre, che già nel 2019 saranno trasmessi in digitale qualcosa come 3 miliardi di documenti. Qualcuno si chiede se le infrastrutture di Sogei saranno in grado di reggere l'urto o, come è già successo altre volte, i contribuenti dovranno sopportare intasamenti, rallentamenti, o addirittura paurosi crash informatici.

Ma il problema vero è un altro: tutti questi dati sono un vero e proprio pozzo di petrolio, che fa gola a numerosi soggetti. Il Garante della privacy è intervenuto più volte per rilevare la mancata protezione dei dati. Ma finora si è risolto ben poco. Si è inibita la trasmissione delle fatture contenente dati sanitari (peraltro, una duplicazione) e si sono desanzionati i primi nove mesi, trasformandoli di fatto un periodo di prova tecnica di trasmissione.

Ma rimangono sul tappeto i problemi maggiori. Primo fra tutti il canale di trasmissione delle fatture (ftp), considerato da tutti non sicuro. Le Entrate hanno preso tempo fino a maggio per trasformarlo in un sftp.

Inoltre, come rilevato da qualche organo di informazione, il contribuente se vuole evitare che i dati presenti in fattura vengano utilizzati dal fisco per controlli automatizzati, deve espressamente rinunciare al servizio di consultazione e memorizzazione offerto, gratuitamente, dall'Agenzia delle entrate (una vera e propria trappola, che consentirebbe al fisco di effettuare veri e propri controlli analitici a tavolino).

Infine c'è il problema degli intermediari, già rilevato dal Garante, «alcuni dei quali operano anche nei confronti di una moltitudine di imprese, accentrando enormi masse di dati personali con un aumento dei rischi, non solo per la sicurezza delle informazioni, ma anche relativi a ulteriori usi impropri, grazie a possibili collegamenti e raffronti tra fatture di migliaia di operatori economici». La corsa al petrolio è cominciata. Fermarla, ora, non sarà facile.

Commenti (16)
  • massimo IP  - e chissenef.....

    sinceramente della privacy me ne frego, così come se ne fregano tutti quelli che chiamano al telefono, il vero problema è ben altro: semplificare porta con se risparmio in termini economici; qui siamo andati dalla parte esattamente opposta. e il garante solleva il dubbio della protezione dei dati? .... solo fumo negli occhi da gettare in pasto ai contribuenti,,,, un blablabla fine a se stesso... come sempre...

  • Max


    ma se uno fa rifornimento di sera al self con la macchina della moglie,dell'amante ,della zia e della nonna... e poi mi manda la richiesta di fatturazione per la sua auto aziendale..come la mettiamo?chi vigila ?
    e non e' forse vero che tutto questo portera' solo a piu' evasione?
    almeno con scheda e timbro c'era un minimo di controllo..ma ora?

  • Moreno Parin  - Targa

    Ci si rifiuta di indicare la targa se non si è in grado di verificarla, poi la responsabilità è vostra, fate la fattura se è in grado di esibire lo scontrino, poi si arrangia se ha un controllo, la norma sulla EFattura non prevede l'obbligo di indicare la targa, è un eventuale problema a valle della fattura, ma non del Gestore. Poi è da ricordare ben bene che se è arrivata la fattura per i carburanti è perché era palese l'abuso della carta carburanti.

  • pippo

    Non si risolve il problema dell abuso della carta carburanti con la fattura ieri venivano con la carta oggi con lo scontrino o mandano l amico con la tessera .Chi li controlla ? Anzi visto che i signori del governo ,pensano di aver scoperto l acqua calda e si sentono al "sicuro" sgominata l evasione che invece continua
    Fino ad oggi non ho trovato nessuno che mi abbia convinto che la efattura sia utile al controllo dell evasione ,anzi decine di piccoli artigiani dal primo gennaio hanno chiuso e si sono trasferiti nel paese parallelo ,l Italia in nero
    Noi poveri idioti ,benzinai .,abbiamo calato i pantaloni e accettato tutto !!! non un gg di protesta non un NO "" adesso tutti a preoccuparci della targa dello scontrino del cliente del famoso litro in piu o in meno ,che ci ha portato al fallimento .Non bastava fare gli esattori dello stato ,anche i ragionieri controllori ,e se sbagliamo dobbiamo anche pagare e questo tutto GRATIS
    Un grazie al sindacato ,alle ass di categoria al governo

  • Giovannino

    Io non ho più parole....non ci siamo
    Difesi e non ci hanno difesi!

  • Anonimo

    E quindi se si presenta qualche
    Giorno dopo io posso fare la
    E fattura con data retrodatata?

  • gigi

    semplice….. aderire al forfettario

  • Roberto

    Sinceramente dopo mille preoccupazioni , queste fatture elettroniche sono la cosa piu' semplice del mondo , gia' inviate diverse ieri ... minima attesa per i clienti e poco sbattimento per noi ... ci sono ancora clienti che volevano il timbro !!!
    Una cosa positiva tutte le fatture in uscita ed entrata , le puo' vedere e controllare anche la commercialista e quindi non dovro' piu' andare a portare nessun documento allo studio , quindi per adesso non vedo nessun problema .

  • Gigi per Robero

    8)

    Scusa Roberto ma tu quanto guadagni su venti/trenta euro di rifornimento (prelevamento medio di carburante)? Forse 5/10 euro? Sei sicuro?

    .........Roberto tu, come del resto tutti noi, per venti/trenta euro di rifornimento guadagni circa un euro lordo, quindi non più di 50 centesimi (se sei fortunato altrimenti di meno)........insomma........mentre tu giochi a fare fatture elettroniche (come un bambino gioca con l'Ipad) guadagni alcuni spiccioli per comprarti pane, patate e cipolle - ........ :? ....ti senti un Informatico?

    Mi fai pena

  • Roberto

    Non ho detto che siamo una categoria che sta bene ma Ho SOLO SEMPLICEMENTE detto che fare le fatture elettroniche e' una sciocchezza e tutto sommato mi costano in un anno 65,00 € ... senz'altro sarei stato piu' contento se avessimo continuato con i timbri ma visto che che c'e' una legge dello stato e dobbiamo rispettarla non mi sono fasciato la testa e ho guardato i lati positivi come ad esempio dover andare dal commercialista con molta meno frequenza , non avere il rischio di perdere le fatture cartacee , non dover stampare tutte le fatture e non dover piu' inviare alle aziende con una raccomandata con R/r le fatture di fine mese .

  • Anonimo

    Un curiosità per Roberto ma tu
    Le fatture elettroniche le mandi tramite pc
    Tablet pc o smartphone perché io con
    Questo ultimo ho difficolta

  • Roberto

    per adesso le invio solo tramite pc con il sito " Fattura elettronica APP " , tutto davvero molto semplice , solo la prima registrazione del cliente puo' far perdere un paio di minuti ... devo dire che la mia e' una piccola realta' e non dovro' fare tante fatture , sopratutto nel periodo invernale ...

  • Anonimo

    Per Roberto ma perché tu prima portavi
    I timbri fattura cliente dal tuo
    Commercialista?

  • Roberto

    Da adesso non stampero' e non portero' piu' le fatture al commercialista , il sito su cui mi appoggio e' collegato con il mio commercialista e lui vede tutte le fatture che invio e ricevo

  • Federico

    65 euro ???Io ho pagato il gestionale
    Completo di tutto 250 + Iva...bohhh

  • Roberto

    il portale si chiama : Fatturaelettronica APP
    esattamente paghero' da Marzo : 5,99 + iva a mese , Gennaio e Febbraio prova gratuita .
    Invio e ricezione fatture , conservazione 10 anni , collegamento diretto con il commercialista ... davvero molto semplice e assistenza immediata in caso di anomalie .

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie