GestoriCarburanti

Venerdì, Dec 13th

Last update:08:32:00 AM GMT

Studi di settore: esclusi i distributori di carburanti

E-mail Stampa

Per la Commissione Tributaria Regionale del Lazio la contabilità è sempre a disposizione dell'Erario

Il principio. Non si applicano gli studi di settore ai gestori degli impianti di distribuzione di carburante, poiché obbligati alla tenuta di una dettagliata contabilità analitica di magazzino sempre a disposizione del Fisco.

La sentenza. E’ quanto emerge dalla sentenza della sentenza numero 272/29/2011 della Commissione Tributaria Regionale del Lazio, pubblicata lo scorso 16 novembre 2011.

La vicenda. Il gestore di un impianto di distribuzione di carburanti si vedeva notificare dall’Agenzia delle Entrate un avviso di accertamento, fondato, tra l’altro, sullo scostamento rilevato dallo studio di settore SM80U (vendita al dettaglio di carburanti per autotrazione). A quel punto, il contribuente proponeva ricorso presso la competente Commissione Tributaria Provinciale, la quale lo accoglieva, aderendo così alla tesi prospettata dalla parte privata, circa l’illegittimità dell’atto. L’Ufficio ricorreva in appello.

Motivi della decisione. Niente da fare per l’Ente impositore. Ad avviso del Collegio di secondo grado: “nel caso di specie non possono trovare applicazione gli studi di settore, posto che i singoli gestori degli impianti di distribuzione carburanti concessi in comodato dalle società petrolifere, sono obbligati a registrare giornalmente sui registri di carico/scarico controllati dal fisco la movimentazione dei carburanti”. Da un simile meccanismo di registrazione discende, quindi, una “dettagliata contabilità analitica di magazzino sempre a disposizione dell'erario”, dal che è illogico ipotizzare, come fatto dall’Ufficio, la percezione di ricavi non annotati sulla base del mero scostamento dai parametri di normalità economica, senza procedere a un esame di dettaglio dei citati registri obbligatori.

Conclusioni. Insomma, alla luce del suddetto rilievo la CTR ha respinto l’appello, confermando la decisione del giudice di prime cure. La pronuncia dei giudici tributari del Lazio, a ben vedere, si innesta in un filone giurisprudenziale oramai granitico, originato dalla sentenza 26635/2007, resa dalla Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite.

Fonte: Redazione Fiscal Focus

Commenti (21)
  • Tony  - grossi guadagni

    Con quello che guadagna il Gestore oggi è difficile rispettare gli studi di settore, ma con la contabilità che abbiamo siamo controllatissimi in qualsiasi momento. Sfido altre attività a fare tanto.

  • Anonimo

    a tutti quei Gestori che non sanno cosa scrivere scontone, iperself ect
    quelli scritti qui sopra sono gli argomenti da trattare su questo sito.
    e poi ricordatevi finchè esisteranno due canali di rifornimento (extrarete) siamo tutti fuori mercato ma vi siete mai chiesti se conad o Gestori di pompe bianche sono più bravi di tutti noi a vendere carburanti, io personalmente non credo proprio.
    allora invece di scrivere ca......te fate emergere quali sono i problemi reali di questo settore e ricordatevi che nella magior parte dei casi gli impianti non sono i vostri ma delle compagnie e nessuno vi costringe a fare questo mestiere
    p.s. non si offenda nessuno non è questo il motivo di questo intervento

  • Franco

    hahahaha
    Guarda che per le "condizioni" appena descritte esistono, anzi abbondano, siti istituzionali sindacali, delle compagnie petrolifere e di settore. Questo è il famoso GestoriCarburanti. Qui, anche se può non piacere, vige la libertà sia editoriale che di parola (ovviamente nel rispetto ecc.. ).
    Quindi è meglio rassegnarsi da subito e se non contenti si può sempre evitare la consultazione.
    Un sostenitore di GC :-)

  • Gianni

    Complimenti Franco, seppellito dalla risata degli Dei...

  • pappi

    secondo voi vale anche per chi possiede anche lavaggio e officina io penso di no.

  • Flavio

    Questa è solo una sentenza su questo caso, non è estesa a tutti gli impianti.
    Pappi, credo proprio che continuerà ad essere obbligatoria, soprattutto se si hanno attività extra. Tra l'altro credo che sia già sufficente lo shop......

  • Franca

    Flavio dove sei ??? Hai visto che avevo ragione :)

  • violone

    no cara franca gli studi di settore c' erano e ci sono ancora fino a che l agenzia delle entrate non cambia il testo legislativo la devi presentare

    poi in caso di controversia puoi impugnarla e magari vincere

  • Flavio

    Franca....... mi sono perso a cosa ti riferisci.......... scusami......

  • Franca

    Ma nulla Flavio l'altro ieri ne avevamo parlato ed io affermavo che non esistevano gli studi di settore per la parte dei carburanti e tu dicevi invece il contrario. Era solo cosi per rimarcare....

  • Flavio

    ok, però a me li hanno sempre fatti fare......... Ma credo che i commercialisti siano molto particolari........... ognuno fa diverso dall'altro nel nostro settore........ :grin

  • Tony Montana

    Sfido qualsiasi impianto a essere congruo ............ Con i costi di gestione alti e i margini inesistenti ...........

  • Flavio

    Ribadisco, qui si parla di carburanti ( siamo obbligati a registrare giornalmente sui registri di carico/scarico controllati dal fisco ). Tutto il resto è soggetto a studu di settore. Gomme, lavaggio, shop.........

    Io la interpreto così, sarebbe positivo sbagliarsi..

  • anonimo

    permessa : una sentenza della corte di cassazione a sezioni riunite puo essere considerata come legge .
    la corte tributaria del Lazio la messa in discussione mio personalissimo parere vale sempre la sentenza della cassazione a sezioni riunite .Detto questo pur volendo dire che non si ha l' obbligo di fare gli studi di settore ricordo che questo è comunque un mezzo che, se congruo ci evita verifiche fiscali .
    Consiglio a tutti che se riuscite ad avere un congruità sullo studio presentatelo sempre, non presentarlo o presentarlo non congruo è assolutamente la stessa cosa

  • Flavio

    Grazie mille anonimo, Prendo atto, e continuerò a presentarlo. Possibilmente sempre congruo............ :)

  • flavio

    Hei pollice verso, qualche problema ?

  • Diego IP

    anonimo mi permetto di dissentire. l anno scorso ,premettendo che sono stato congruo e coerente per tutti gli 11 anni di attività con gli studi di settore...ho ricevuto comunque visite di gdf e controlli trasversali con la compaglia da parte dell agenzia delle entrate dove per 4 mesi circa mi hanno requisito tutti iregistri utif e fatture entrata e uscita degli ultimi 6 anni...non mi hanno notificato nessuna infrazione,ma questo per dire che non basta per niente essere apposto con gli studi di settore!

  • anonimo

    proprio perchè si guadagna poco e la contabilità è così rigida spesso la voglia viene meno nel gestirla, mah a mio parere siamo più bravi delle banche nel gestire i soldi degli altri..... buona serata.

  • Diego IP

    su questo invece mi trovi non d accordo..di piu!!!

  • Gestore ip

    per chi fa' gli scontoni: attenzione perche' non saranno mai congrui e
    coerenti!!!

  • anonimo

    ma certo mica volevo dire che con lo studio congruo non sarebbe mai venuto nessuno a fare una ispezione fiscale siamo sempre soggetti .
    al terzo anno che non si congrui scatta d' ufficio la segnalazione , sempre secondo quanto ne sò io che non sono un consulente anche a me ne hanno fatta una appena sei mesi fà

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie