GestoriCarburanti

Domenica, Aug 18th

Last update:08:32:00 AM GMT

Regione Toscana, il presidio dei Gestori Eni viola la normativa su orari e turni

E-mail Stampa

La Regione Toscana,  interpellata in merito ad una richiesta di chiarimento fatta dalla Faib Confesercenti regionale Toscana sull'iniziativa commerciale promossa da ENI denominata  "Riparti con ENI", la quale prevede per i Gestori aderenti l'obbligo di garantire la presenza costante di personale sul piazzale almeno dalle ore 13.00 alle ore 22.00 del sabato e dalle ore 7.00 alle ore 22.00 della domenica,  ha risposto "che la presenza del gestore deve essere prevista e garantita solo qualora trattasi di impianto aperto". 

La d.ssa Paola Frontini, Responsabile della P.O.Rete distributiva su aree pubbliche ha chiarito in una sua comunicazione in risposta al quesito esposto dalla Faib che "l'impianto dovrebbe svolgere il servizio di rifornimento all'utenza senza la presenza del gestore venendosi altrimenti a configurare l'ipotesi di violazione delle prescrizioni in materia di orari e turni di apertura e chiusura degli impianti. In buona sostanza l'impianto che fuori dall'orario di servizio eroga con la presenza e assistenza alla clientela del gestore o dei suoi dipendenti viene a configurarsi come impianto aperto e in quanto tale dovrà essergli contestata la violazione di cui all'art. 105, comma 5, lett. c) della l.r. 28/2005 con conseguente applicazione della sanzione".

Dalle disposizioni elencate a corredo della lettera la d.ssa Paola Frontini fa riferimento all'Art. 84 bis il quale "stabilisce criteri per la fissazione dei turni di riposo prevedendo che nelle domeniche, nei giorni festivi e di riposo infrasettimanale il Comune garantisce l'apertura degli impianti in misura non inferiore al 20% (o del 33% o 50%). Sempre la medesima disposizione prevede che tali percentuali sono da considerarsi garantite anche qualora il servizio di erogazione carburanti venga svolto mediante l'utilizzo di apparecchiature self-service pre-pagamento. Ma "che solo quando l'impianto effettui il proprio orario o turno di apertura (salvo il caso suddetto) è prevista l'assistenza del gestore e dei suoi dipendenti. Qualora invece l'impianto funzionante di regola con la presenza del gestore funzioni esclusivamente in modalità self-service prepagamento, e ciò nel caso di chiusura pomeridiana e serale e nel caso in cui l'impianto, pur inserito nel turno di apertura scelga di svolgere il servizio attivando le apparecchiature self-service pre-pagamento, la presenza del gestore non è richiesta".

Per quanto riguarda l'apertura delle attività economiche integrative presenti nell'impianto,"hanno invece la facoltà di osservare orari e turni diversi da quelli effettuati dall'attività di distribuzione di carburante. Pertanto qualora tali ultime attività vengano esercitate anche durante l'orario e i turni di chiusura dell'attività di erogazione di carburanti il gestore potrà senz'altro svolgere l'attività di bar/ ristorante o di vendita della stampa ma non quella di prestare assistenza all'attività di rifornimento all'utenza".

Parere regione toscana riparti con eni

Commenti (45)
  • peppe

    oh, mamma, che paura. Adesso l'Eni se la starà facendo sotto........

  • Sandro

    Ma certo che no. Intanto perchè la sanzione la paga il Gestore. Ma poi anche fosse rimborsata. Il vero dettaglio è l'ingiustizia subita ancora una volta dagli altri colleghi. Quelli che si fanno il turno, quelli che rispettano gli orari, quelli che non hanno aderito consapevoli di violare alcune di queste semplici regole. Ecco a questi non li rimborserà nessuno.

  • Anonimo

    non l hanno fatto per non trasgredire le regole
    non vi rendete conto delle stupidaggini che dite
    spero che continui

  • Sandro

    Infatti io parlavo del sottoscritto. Mai mi permetterei di farlo in nome e per conto degli altri. Se mi permetti quelle che tu definisci stupidaggini per me sono principi irrinunciabili. Capisco anche certe affermazione, queste si assolutamente superficiali enstupide. Senza contare la puzza di m***a che emanano...

  • Anonimo

    ma quali principi..... sono regole di vita che andavano bene 20 anni fa
    con le persone di 20 anni fa ora e un far west generale e la puzza di m***a la senti sempre

  • Sandro

    IL vero male è il modo smidollato di pensare e con cui persone senza un minimo di dignità e rispetto ci hanno portato al punto in cui siamo. La puzza di m***a si sente sempre perchè siete in tanti ad essere meschini e vili.

  • ciano ve

    NON l anna fatto per trasgredire le regole l anno fatto per che TERRORIZZATI da enie questi sarebbero IMPRENDITORI che pretendono in un futuro di ADIRITTURA potersi comperare i carburanti in proprio e gest il pv come meneger MA andate a fan c...lo

  • G.Giuliano  - LEGGETE IN SICILIA TUTTO TACE

    http://www.faib.it/userFiles/File/info%20e% 20documenti/2012/ riparti_con_eni_protesta_faib_sicilia_2006.pdf http://www.Gestoricarburanti.it/redazione/ editoriali/lettere-dei-Gestori/4148-che-fine-ha- fatto-il-pubblico-servizio
    lo avevamo scritto in tutte le lingue.

  • Tony Montana

    Infatti i Gestori non ne hanno colpa, sicuramente sono stati o minacciati o ricattati dagli agenti rete ENI !

  • Gestore eni

    confermo

  • violone

    ti confermo che anchio non volevo partecipare (ma me NE SAREI PENTITO VISTO I RISULTATI) alla promozione per vari motivi fra cui la famiglia, la scelta di stare da solo a gestire l impianto gli ottimi risultati di vendita carburanti che mi permettono di avere ancora un minimo di stipendio ................ma ce sempre un ma nel nostro lavoro
    ............
    la compagnia che ti fa avere ancora prima di poter decidere cosa fare
    tutta la pubblicita conferenza stampa in mondovisione di scaroni che preannuncia lo scontone l assistente rete che i minaccia di farti guerra fino alla fine dei tuoi giorni sull impianto( non che te lo levano perche un bischero non lo trovano di questi tempi) i sindacati che intervengono quando ormai e tutto fatto (bastava leggere questo sito molti giorni prima per intervenie per tempo)

    e tu piccolo piccolo in confronto a tutto il resto sei costretto a accettare perche pensi o due bambibi il mondo sta tornando indietro di 50 anni
    io ancora un lavoro c'e lo e dopo aver fatto una letigata con l assistente ti sei sfogato un po e accetti .......

    io faccio un po di presidio....non tutte le ore perche vengono anche a controllarci come se fossimo dei bambi cattivi e aiuto solo gli anziani e le persone con qualche handicap non penso che la dottoressa paola frontini possa eccepire qualcosa se viene un nonnino di 65 anni con una pensione di 600 euri a fare benzina e io gli do una mano

    scusate lo sfogo violone

  • violone

    mettete pure i pollici versi questa e la verita se no non s spiega la nostra situazione attuale non certo imputabile a me o al 10 % dei Gestori la media e molto piu alta forse si salva solo tony con la sua mazza da baseball

  • damiano ies

    mio caro violone,giustamente trovi delle motivazioni,ma se non aderivi non era meglio?

  • violone

    dei 3200 impianti che hanno aderito sto basso e ti dico il 50% lo hanno fatto controvoglia costretti( prendere o lasciare chi e eni conosce questa massima aziendale )
    fattela raccontare giustaperche molti si fanno belli ma ti posso assicurare che quando mamma eni chiama devi rispondere obbedisco

    il resto dei mille impianti che non hanno aderito molti non tutti (qualche temerario ce) erano incompatibili con la promozione
    violone

  • Flavio

    Violone sei Eni ?
    Comunque io capisco il tuo sfogo e anche se hai accettato lo sconto . Qui c'è troppa gente che parla, parla,parla ma se gli arriva l'occasione firma,firma,firma..................

  • violone

    eni scontista della prima ora

  • Flavio

    In percentuale che incremento di litri hai avuto in luglio ? Se non sono inopportuno ?

  • violone

    mi infameranno di sicuro ma chi se ne frega
    luglio anno 2011 182500 litri 50% -10
    luglio anno 2012 40000 servito 100000 h24 120000 scontone
    261582 tot

  • Flavio

    381000 litri dall'inizio dell'anno............
    Tutti serviti, tutti a margine pieno e tutti con over 0,022......... tutti da solo senza dipendenti.......

    Direi che non è così scontato che a fine anno ci sia una grossa differenza tra i nostri stipendi........ anzi.......... Potendo curare con calma la parte gommista e elettrauto credo che ce la giochiamo........

    Comunque sono dei bei numeri, ma quanti dipendenti ?

  • violone

    sono solo a lavorare e ho anche un lavaggio di mia propieta doppio portale tutto self e siccome sono un ex meccanico nelle pause pranzo spesso mi faccio qualche lavoretto mi accontento

  • Paolo

    Certo che la foto di grossi presidiatore non ha prezzo. hahahaha

  • dagostini maurizio

    articolo un po in favore dei pv gost senza personale, ad inizio articolo cita: "che la presenza del Gestore deve essere prevista e garantita solo qualora trattasi di impianto aperto". a fine articolo: e nel caso in cui l'impianto, pur inserito nel turno di apertura scelga di svolgere il servizio attivando le apparecchiature self-service pre-pagamento, la presenza del Gestore non è richiesta".a me certe affermazioni mi sembrano un po contraddittorie , è o non è obbligatorio aprire durante il turno! o chi e di turno è solo obbligato a osservare la chiusura dopo il "turno"

  • Francesco

    Guarda che l'articolo cita il contenuto delle osservazione che la regione Toscana ha voluto fare avere alla Faib regionale per chiarire i contenuti della normativa. Quindi non si può certo affermare che l'articolo sia a favore dei ghost.
    Inoltre non hai letto nel merito che l'impianto se aperto e quindi nel normale orario deve garantire l'assistenza, diversamente dall'orario di chiusura pomeridiana o serale.

  • dagostini maurizio x francesco

    non so li ma qui in provincia di cagliari anche i gost sono inseriti nei turni ,e in base a queste dichiarazioni sul self durante il turno che comunque garantisce il servizio in pre- pagamento mi da a pensare ad un favore ai gost sempre in self , mentre per la questione del presidio ed assistenza sono pienamente d'accordo

  • anonimo

    questa è sempre colpa di noi Gestori...c è chi si scaglia contro gli sconti e poi guarda caso ti ritrovi con un bel - 16....viva la coerenza sig dagostino(forse sarà piovuto un aiutino dal cielo?????)

  • dagostini maurizio x anonimo

    inanzi tutto il tuo commento è fuori luogo con l'articolo , e non hai le pall e di scrivere neanche chi sei , io ho sempre detto che sono contrario a politiche discriminatorie, e ogni uno e libero delle proprie scelte, il mio retista a concesso lo sconto a tappeto dove c' erano situazioni di sofferenza dovuti a sconti della concorrenza , tu sei la classica persona che vuole mettere zizzania tra noi Gestori , io mi sono sempre esposto in prima persona se le cose non sono corrette senza nascondermi , o scioperando solo se sciopera il vicino. poi magari il mio modo di ragionare è sbagliato , ma lo dico apertamente.

  • riparticonedi.com  - l'avevamo detto....

    Noi fin dall'inizio abbiamo sollevato la questione ma hanno fatto capire che a livello locale si sarebbe arrangiato il loro potente ufficio legale a sistemare l'amministrazione di turno. a livello veneto abbiamo ottenuto dalla regione conferma che se le attività integrative sono aperte in deroga e non hanno "licenza" a parte sottostanno anche quelle ai turni, contrariamente a quanto sostenuto da Regione Toscana

  • miki

    Complimenti per il sito!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Tony Montana

    Ma si dai, e chi se ne frega ....... Tanto lo scontone finisce al 3 settembre, solo 3 settimane di incubo poi si ristabilizzerà in parte ....... Non saranno così p***i di m***a da estenderlo nei mesi autunnali !!!

  • Flavio

    Io invece credo che ne inventeranno altre.........

  • violone

    purtroppo la penso come te anchio

    ti voglio rivelare una chicca perche mi sembra di aver capito che non hai aderito
    chi a aderito come me alla prima chiamata ha ricevuto un anticipo che copre l esborso settimanale

    chi a osato aderire dopo la prima settimana (molti) non hanno ricevuo nulla
    questa e mamma eni per chi non la conosce bene

  • dagostini maurizio

    sono pienamente d'accordo con te , dove sono io il comune a 2 pv vicini al mio gli permette l'apertura del bar ,quindi la possibilita di cambiare soldi e dare assistenza , basandosi sulle liberalizzazioni del commercio ,pero io se voglio fare orari diversi non mi viene concesso perche dicono che per i distributori non vale , per me se i miei colleghi aprono il bar non mi interessa pero non trovo coretto che solo io sono obbligato ad osservare i riposi. il problema che ogni comune interpreta le leggi a proprio piacimento. bisognerebbe che i sindacati mandino informativa ai comuni delle leggi nazionali vigenti , in modo da avere tutti gli stessi diritti da parte delle istituzioni

  • Tony Montana

    eni e tutti sono delle meXde

  • toni

    PURTROPPO NOI Gestori ANCORA NON CI SIAMO RESI CONTO CHE SIAMO UNA MASSA DI COGLIONI.L'ENI L'HA CAPITO BENISSIMO

  • Flavio

    Io non direi tutti......

  • peppe

    ringrazio tutti per i pollici versi, e ribadisco che di questo intervento della Regione nessuno se ne accorgerà nè tantomeno qualcuno ne pagherà le conseguenze. Credo piuttosto che sia il solito, patetico tentativo di mettere i bastoni tra le ruote all'Eni, tentativo che , come sempre, fallirà miseramente. Tutto quanto messo in atto finora da Eni, Esso , Q8 e compagnie belle vìola in maniera evidente regolamenti, accordi e in qualche caso la Legge del nostro Stato , e finora nessuna autorità si è sentita in dovere di intervenire. Ecco il motivo della mia battuta, che rispecchia semplicemente la realtà. Ah , su questo forum io, Gestore Esso di Napoli NON ADERENTE da quando mi hanno messo le mani in tasca , forse sono uno dei pochi che usa il proprio nome reale di battesimo. E' facile giudicare senza comparire. Non sono d'accordo con chi giudica coglioni i Gestori Eni, anche a me ha fatto comodo guadagnare qualche soldino vendendo 80000 litri tra il venerdì e la domenica, ho disdetto quando mi hanno proposto di partecipare economicamente con la metà del mio margine. Siccome sono abituato a lavorare il doppio per guadagnare il doppio , ho detto no.

  • violone

    bravo paneal pane vino al vino
    basta ipocrisie

  • Flavio

    Per fortuna trovo qualcuno che parla in modo aperto e corretto.
    Ho sempre detto e sempre dirò che a chiunque di noi venisse proposto uno sconto senza partecipazione le possibilità di accettare sfiorano il 100%.
    Non c'è vicino che tenga, non c'è scrupolo. Tutti sappiamo che prezzo basso significa clienti.
    Per fortuna c'è anche chi ragiona come Peppe, e credo non siano pochi. Dal momento che viene toccato il margine bisogna saper dire di no, altrimenti in silenzio si pagano le conseguenze.
    Non siamo tutti coglioni come qualcuno si ostina a scrivere pensando persino di fare bella figura. Siamo una categoria disunita, che ragiona purtroppo ognuno per se, ma non tutti in modo sbagliato. Ribadisco, abbiamo tutti storie diverse, molte anche quasi drammatiche, ma un buon numero di Gestori, il marchio non mi interessa, riesce ancora a ragionare in EURO.
    E a settembre non cambierà nulla, mettiamoci il cuore in pace...........
    Siamo solo all'inizio.
    Buona giornata lo stesso....... ;)

  • dagostini maurizio x peppe

    ottima osservazione peppe, in tanti scrivono con anonimo critiche o frasi per creare discussioni tra noi Gestori cercando di distogliere i commenti dalla reale discussione.

  • Anonimo

    ATTENZIONE !!!!!FINO AL 2/9 SAPPIAMO A COSA SIAMO ANDATI INCONTRO. SECONDO ME IL PERICOLO MAGGIORE SARA' DAL 3/9, PERCHE PASSANDO DALLA TANGENZIALE DI MILANO HO NOTATO CHE MONTAVANO DEGLI ACCETTATORI DI BANCONOTE. MI CHIEDO DAL 3/9 COSA SUCCEDERA'????? H24 TUTTI I GIORNI A - 20 ????? ADDIO CATEGORIA

  • Anonimo

    Andando avanti con la selfizzazione, aggiungendo l'estromissione dagli studi di settore e concludendo con la guerra tra poveri, la vorremo chiamare ugualmente categoria?
    L'unica cosa certa è che se le stazioni sopravviveranno non sarà più per il carburante ma per le attività collaterali ed i servizi.
    Il benzinaio alla cassa attendendo di risquotere le 10 euro e che infila la tessera punti per gli impianti di qualche milione di litri non esisterà più, forse potrà reggere l'addetto al servito se la quantità di carburante erogata al prezzo massimo riesce a mantenergli lo stipendio.

  • Flavio

    Quello che succede nel resto del mondo dopotutto.
    Non ho mai visto Gestori nelle stazioni di servizio spagnole o portoghesi per fare un esempio. Tranne in alcuni impiantini isolati dove trovavi però l'officina come attività trainante e 2 pompe di benzina giusto come servizio aggiuntivo. Il resto delle stazioni di servizio sono impianti enormi, con pagamento alla cassa e basta. Dobbiamo per forza capire che questa è la strada che vogliono prendere. E non credo che esista la categoria di benzinai........ in questi paesi. Ache loro sono stati assorbiti dalle compagnie diventando a tutti gli effetti dipendenti.

  • Tony Montone

    Settimana prossima stacco tutto per 7 giorni .... Spengo il contattore e vado via .... Provo a vedere se stando fermo guadagno di più che a lavorare ....

  • Flavio

    Dove vai di bello Tony ?

  • Tony Montana

    Cagliari !

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie