Regione Toscana, il presidio dei Gestori Eni viola la normativa su orari e turni

Stampa

La Regione Toscana,  interpellata in merito ad una richiesta di chiarimento fatta dalla Faib Confesercenti regionale Toscana sull'iniziativa commerciale promossa da ENI denominata  "Riparti con ENI", la quale prevede per i Gestori aderenti l'obbligo di garantire la presenza costante di personale sul piazzale almeno dalle ore 13.00 alle ore 22.00 del sabato e dalle ore 7.00 alle ore 22.00 della domenica,  ha risposto "che la presenza del gestore deve essere prevista e garantita solo qualora trattasi di impianto aperto". 

La d.ssa Paola Frontini, Responsabile della P.O.Rete distributiva su aree pubbliche ha chiarito in una sua comunicazione in risposta al quesito esposto dalla Faib che "l'impianto dovrebbe svolgere il servizio di rifornimento all'utenza senza la presenza del gestore venendosi altrimenti a configurare l'ipotesi di violazione delle prescrizioni in materia di orari e turni di apertura e chiusura degli impianti. In buona sostanza l'impianto che fuori dall'orario di servizio eroga con la presenza e assistenza alla clientela del gestore o dei suoi dipendenti viene a configurarsi come impianto aperto e in quanto tale dovrà essergli contestata la violazione di cui all'art. 105, comma 5, lett. c) della l.r. 28/2005 con conseguente applicazione della sanzione".

Dalle disposizioni elencate a corredo della lettera la d.ssa Paola Frontini fa riferimento all'Art. 84 bis il quale "stabilisce criteri per la fissazione dei turni di riposo prevedendo che nelle domeniche, nei giorni festivi e di riposo infrasettimanale il Comune garantisce l'apertura degli impianti in misura non inferiore al 20% (o del 33% o 50%). Sempre la medesima disposizione prevede che tali percentuali sono da considerarsi garantite anche qualora il servizio di erogazione carburanti venga svolto mediante l'utilizzo di apparecchiature self-service pre-pagamento. Ma "che solo quando l'impianto effettui il proprio orario o turno di apertura (salvo il caso suddetto) è prevista l'assistenza del gestore e dei suoi dipendenti. Qualora invece l'impianto funzionante di regola con la presenza del gestore funzioni esclusivamente in modalità self-service prepagamento, e ciò nel caso di chiusura pomeridiana e serale e nel caso in cui l'impianto, pur inserito nel turno di apertura scelga di svolgere il servizio attivando le apparecchiature self-service pre-pagamento, la presenza del gestore non è richiesta".

Per quanto riguarda l'apertura delle attività economiche integrative presenti nell'impianto,"hanno invece la facoltà di osservare orari e turni diversi da quelli effettuati dall'attività di distribuzione di carburante. Pertanto qualora tali ultime attività vengano esercitate anche durante l'orario e i turni di chiusura dell'attività di erogazione di carburanti il gestore potrà senz'altro svolgere l'attività di bar/ ristorante o di vendita della stampa ma non quella di prestare assistenza all'attività di rifornimento all'utenza".

Parere regione toscana riparti con eni


Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie