GestoriCarburanti

Domenica, Aug 18th

Last update:08:32:00 AM GMT

La Consulta rigetta il ricorso delle Regioni su liberalizzazione orari e aperture commerciali

E-mail Stampa

La Corte Costituzionale, con la sentenza 299/2012, ha dichiarato "non fondate le questioni di legittimità costituzionale" relative alla deregulation degli orari e aperture inserite nel decreto "Salva Italia". Sono stati così rigettati i ricorsi in materia presentati nei mesi scorsi dalle Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Lombardia e Piemonte. Di fatto, dunque, la Corte conferma la legittimità della normativa attualmente in vigore, che non stabilisce alcun limite agli orari, né alle aperture festive. 

Quindi le unità commerciali potranno aprire 24 ore su 24 nei 365 giorni dell'anno senza tener conto delle ricadute sui valori sociali e aggregativi.

Un coro di disappunto unanime arriva dagli operatori del piccolo commercio secondo i quali questa sentenza rischia di farlo scomparire, schiacciato dai colossi della grande distribuzione pronti a sacrificare giorni di riposo e a procedere a colpi di aperture no stop nella disperata caccia al cliente. Cosa che gran parte degli esercizi commerciali non sono in grado di fare. Secondo molti commercianti, i consumatori rischiano di perdere quel servizio fondamentale rappresentato dai negozi di vicinato, ma perdono anche i titolari, costretti a sostenere costi e problemi gestionali per adeguarsi a questa deregolamentazione spacciata per liberalizzazione, per non parlare dei dipendenti, chiamati a sacrificare il loro riposo festivo.

Viva soddisfazione arriva invece da Federdistribuzione che rappresenta gli interessi della Grande Distribuzione Organizzata,  "esprimiamo soddisfazione per la sentenza depositata dalla Corte Costituzionale che conferma la piena liberalizzazione delle aperture domenicali e festive dei negozi introdotta dalla legge Salva Italia". Questo il commento di Giovanni Cobolli Gigli, presidente di Federdistribuzione, alla sentenza della Corte Costituzionale, contro l'art. 31 della legge Salva Italia, ritenuto dalle ricorrenti invasivo della competenza legislativa regionale in materia di commercio."

Commenti (6)
  • Gigi

    8)

    Sempre peggio, ma il peggio vero deve ancora arrivare -

    Quando saremo alla fame vera forse andremo a stanarli.

  • mario api ip

    gigi come alla fame ? xkè non lo siamo già ..

  • Alessandro Tamoil

    Tutto mirato x portare tutti ad essere schiavi di poche persone padrone del mondo

  • gigi748

    ricordo solo che nessuno si ribella quindi i colpevoli siamo sempre e solamente noi!!!

  • enimic

    Gigi,
    hai ragione,siamo indifferenti a tutto e tutto ci scivola addosso nonostante la spada di damocle sia già giunta a sfiorare il nostro collo.
    LE FESTE SONO PASSATE E IL PANETTONE E' DIGERITO,COSA ASPETTIAMO A APRIRE LE OSTILITA'CONTRO LE PETROLIFERE?
    Qui si muore!!!!!!

  • stevanin alberto  - La Consulta, " de che o de chi" ?

    :( Ci voleva poco a pensare che l'ultra velocità con cui la Consulta ... abbia sentenziato che le Regioni sono escluse dalla programmazione sul proprio territorio !
    Da quando Monti ha cominciato la sua opera "multinazionale" su nostro Paese, è iniziata la sistemica demolizioni delle autonomie locali.
    Ora, siccome potrei nutrire delle simpatie per Casa Pound che avrebbe in programma di gestire il Paese da Roma come ai "bei tempi andati", non dimentico però, che i Regionali hanno fatto tutto il possibile per tirarsi due mattoni sui genitali, per modo di dire ... perchè poi i genitali, o il fondo schiena, ahi che dòlòr, sarebbero infine ... quelli nostri, cioè i nostri soldi usati in cene, donnine, viaggetti e macchinine.
    Mi ricordo che molti anni orsono la Consulta enunciò un provvedimento contrastante quando le leggi sulla delocalizzazione delle funzioni pubbliche incontravano l'avversione dei ministeri romani.
    Vedete, la Consulta è pur fatta di uomini e si sà, gli uomini potrebbero essere deboli, di memoria debolina, cagionevoli ai colpi di vento, cioè si piegano dove questo spira più forte.
    Almeno ci fosse ancora la mai dimenticata Marilin Monroe e la famosa grata dal pavimento che soffiava vento sulle sue gonne incantevoli...che meraviglia ... avevo meno di vent'anni !
    Speriamo non si sollevino ora quei calzoni di quelli lì, con quel vento, sai che rigurgito vedere tutta quella muffa verde spuntare su quel posto li ....
    Alberto Stevanin

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie