GestoriCarburanti

Sabato, Dec 14th

Last update:08:32:00 AM GMT

Incontro Gestori al Mef, esito positivo del confronto

E-mail Stampa

Bitonci e Villarosa, positivo esito confronto con sindacati e Up. Trovato un accordo per una tempestiva soluzione tecnica

"Scongiurato lo sciopero nazionale dei gestori di carburanti previsto domani".

Nel corso dell'incontro, entrambi i Sottosegretari hanno tenuto a riconoscere la fondatezza delle questioni poste e la necessità di avviare un confronto che porti ad una rapida definizione "tecnica" (ma non é esclusa anche la necessità di ulteriori interventi normativi) per formalizzare le soluzioni più efficaci.

A questo scopo, il Mef si é impegnato a riconvocare il tavole entro due settimane, allo scopo di mettere appunto le prime soluzioni delle questioni temporalmente più urgenti, chiedendo ed ottenendo dalle Organizzazioni di categoria la sospensione delle iniziative sindacali già proclamate, ivi compreso lo sciopero di 24 ore che avrebbe dovuto prendere avvio già nella tarda serata di oggi.

L’accordo prevede una tempestiva soluzione tecnica per le criticità relative ai costi collegati all’utilizzo delle carte di pagamento elettroniche per le transazioni sui carburanti e la prosecuzione del tavolo [che sarà riconvocato già entro la metà del mese di febbraio] per discutere delle altre tematiche relative alla filiera della distribuzione dei carburanti, come ad esempio la trasmissione telematica dei corrispettivi, la tassazione sul credito d’imposta e la detraibilità sulla liquidazione 2018 dell’IVA sulle fatture per acquisti di carburante emesse e trasmesse allo SDI negli ultimi giorni del 2018 e consegnate nel 2019.

Soddisfazione da tutte le parti.

Commenti (20)
  • meglio anonimo

    Un altra presa per il c***o
    mi vien da ridere di come i sindacati raggirano i Gestori con questi finti impegni, vi siete venduti anche l'anima della categoria.
    Il vero problema è il margine non il costo delle transazioni, il Gestore per essere un lavoro rispettoso doveva portare a casa almeno 8/9 cent a litro.
    Non dovete discutere con il governo MA CON LE COMPAGNIE. VERGOGNATEVI MISERABILI VENDUTI!

  • Admin

    L'anonimato è una forma di garanzia che questo sito offre a tutti in modo da scardinare le barriere della paura e poter esprimere liberamente un minimo di pensiero (a volte a dispetto sia della forma che dello stesso "pensiero";). Non deve però essere uno strumento grazie al quale ci si sente forti solo perchè anonimi.
    Tutto ciò per avvertire che il limite in questo post è abbondantemente superato.
    La critica è sempre legittima, meno legittimo è il linguaggio.

    E' un avvertimento non ce ne sarà un altro
    Grazie per l'attenzione

    La redazione

  • Kazunori

    Avanti con i tavoli ... :grin :grin

  • mario da parma

    per meglio anonimo"sei anche str---zo

  • pippo

    Perché è uno stronzo ? Perché' dice la verità ? o perché è stanco di essere preso per il cxxlo ? Erano al MEF ,ci voleva molto a dire :o cosi o sciopero ? Cosa cè ancora da dettagliare ? Questo tipo di trattative andavano bene 20 anni fa ,oggi ci vogliono i fatti Quando Voi sindacalisti lo capirete che i Gestori sono STANCHI e no vi credono più vedete la realtà?

    Ha ragione lo "stronzo " vogliamo i guadagni non ci interessano le elemosine
    Vergognatevi dice lo "stronzo " pensa cosa VI diranno quando si andranno a proporre i contratti di commissione che VOI avete firmato

  • Meglio anonimo

    x mario da parma meglio stronzo che VENDUTO!

  • mario da parma

    già essere un anonimo si è un venduto ,e non responsabile delle proprie idee ,o siamo uniti e saremo forti anche nelle diversità
    o divisi e perdenti

  • meglio anonimo

    Le mie idee le ho esposte in tribunale e prima di andare contro la compagnia ho dovuto sbattere la mia testa contro quelli accordi capestri fatti tra sindacati e compagnia, accordi che io non ho mai condiviso e ad oggi non capisco chi rappresentano questi signori.
    Spero sia uno di loro uno che si è seduto ai tavoli per vendere la figura del Gestore tra margini e una tantum per tenere la bocca chiusa, per non parlare della doppia isola, hanno (avete) fatto il cappio e tolto la sedia, il vero problema è che il Gestore è cosi preso dal vendere la benzina della compagnia che non si rende conto che per lui non c'è scampo, professionalmente E' MORTO!
    Saluti MASSIMO DI BRINDISI

  • Giampiero  - la politica sindacle ha bisogno di un cambio rotta

    non si può continuare a discutere con lessico burocratese mentre i Gestori stanno fallendo. Non vi è niente da nascondere relativamente ai problemi posti, sono un problema che va risolto, ma il "vulnus" è la condizione nella quale il Gestore opera, di fatto un lavoratore parasubordinato. Non viene riconosciuto nessun rischio di carattere economico che possa soddisfare la sua figura e sui bilanci, anzi, sul suo lavoro ruota un contesto economico dove sono altri a far "man bassa". Sugli aspetti legali "puzza" poi quel gioco al ribasso di accordi "di solidarietà" nei quali i Gestori hanno sottoscritto impegni sia ad oggi rispettati da parte loro ma che le aziende petrolifere (vedere Eni) ben se ne guardano a distanza di due anni dalla scadenza di rivedere. Perchè non riflettere su accordi interprofessionali cancellati con un tratto di penna per decisioni unilaterali o, peggio ancora; giustificare nel silenzio l'assenza di una "remunerazione minima" già quantificata, che pure era una tutela economica equilibrata riferita al conto economico della gestione. Di ciò si sono scardinate le basi, preso a schiaffi i Gestori ricattati "altrimenti selfizziamo" da un sistema che espropria di tutele la parte più debole e li rende incapaci di reagire ma anche di essere rappresentati da chi non coglie questo malessere. Ma siamo sicuri che qualsiasi altra categoria non avrebbe reagito o fatto le barricate pur di non sminuire il riconoscimento economico del proprio lavoro passo avanti per la sua scomparsa.

  • Alex

    Condivido a pieno il tuo pensiero,
    sono parole di chi porta nel cuore il proprio lavoro.
    L'unico problema, fra noi non ci sono giubetti gialli,
    fra di noi c'è una forte sindrome di soccolma allo stato avanzato.

  • Alex

    Fra una speranza e una confusione, una mezza verità e una scarsa conoscenza ancora una volta preparano un dovere gratuito per il Gestore.
    In questa falsa legalità tutti hanno trovato i loro guadagni mentre il Gestore ha trovato oneri, lavoro e prossimamente sanzioni oltre ad essere perseguitato dal cliente che lo vedrà ancora una volta la causa dei suoi mali.
    Il governo mi auguro che ci viene incontro in questi giorni,
    e il nostro caporale ?
    Oltre a pagare le utenze, cambiare il denaro x nome e x conto del caporale, offrire i servizi, prestargli il denaro degli sconti che offre hai dobbiamo prodigarci pure per la fattura al iperself ???
    Mi auguro che quando avranno finito di prepararci il pacchetto ad ok perlomeno applicano le stesse regole che ci impongono e stilano un documento dove vengono riportati esattamente i doveri che abbiamo al self ed al servito in modo da avere delle regole uguali per tutti visto che non siamo imprenditori.
    o meglio lo siamo solo quando devono approfittare delle nostre debolezze per ottenere mansioni gratuite.

  • mario da parma

    ciao Massimo se non ritroviamo l'unione pur con la diversità delle idee
    non andiamo da nessuna parte,l'ultima riunione a Parma eravamo una
    ventina circa su 80 qundi puoi giudicare

  • Kazunori per Mario

    Parli di unita'poi dai dello s.....o ad un collega che dice la sacrosanta verita'...ma pulisciti la bocca prima di parlare... :grin

  • mario da parma

    io non critico le idee ma l'anonimato

  • Massimo Brindisi

    Sig. Mario l'unione non la troverà mai in quanto come ho spiegato prima ogni Gestore è impegnato a vendere litri alla compagnia e difficilmente considera il suo lavoro in modo dignitoso, come un vero imprenditore, nonostante i molti capitali e le ore impegnate. Ciò accade perché, si ricordi sig Mario è nell'interesse del tiranno tenere la sua gente in povertà in modo da non potersi permettere le armi per combattere e le compagnie petrolifere hanno fatto questo, indebolire il Gestore in modo da farlo fallire e toglierselo davanti ( si veda il numero di impianti chiusi o selfizzati.)

    Le dirò di più dal 2013 hanno tolto all'intera categoria (che non esiste) anche il DIRITTO ALLO SCIOPERO perché con l'avvento degli impianti selfizzati (te/24, Q8 easy eni selfy ecc.ecc.) non si creerebbe neanche un disservizio alla clientela, nonostante il diritto allo sciopero sia legiferato anche nella costituzione!
    Potrei stare a parlare per giorni e giorni ma mi fermo qui per non stancare nessuno, altrimenti andrei a parlare dei cali di carburante e farle i conti di come una compagnia si ARRICCHISCE comprando a chili e vendendo a volume, RUBANDO il Gestore ogni scarico.

  • Anonimo

    dobbiamo ancora imparare molto dai francesi

  • mario da parma

    per il sig.Massimo tutto vero ma ritengo che arrendersi
    sia peggio ,ognuno è arbitro del proprio destino

  • Massimo Brindisi

    Infatti non mi sono arreso, ho solo corretto il tiro, mi arrendo solo davanti alle persone che non guardano la realtà per quello che realmente è!

  • michele

    Ciao Massimo,
    condivido appieno le tue affermazioni.
    Un caro saluto da Michele di Manduria
    Non ti ho più telefonato perchè ho perso il tuo numero.

  • Massimo

    Ciao Michele come stai?
    Ho provato anch'io a chiamarti, più volte, ma risulta sempre irraggiungibile ti lascio la mia mail bygmax@hotmail.it
    Saluti

Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [s] [url] [quote] [code] [img]   
:):grin;)8):p:roll:eek:upset:zzz:sigh:?:cry
:(:x
SECURITY
Inserisci il codice anti-spam che vedi nell\immagine.
Commentando dichiari di aver preso visione e di accettare i termini e condizioni di utilizzo di questo sito.
Per mantenere un livello civile della conversazione, verranno eliminati tutti i commenti che contengono: turpiloquio, offese, violazioni della privacy, off topic, istigazioni alla violenza o al razzismo, minacce ecc. Gli utenti che violeranno ripetutamente la nostra policy verranno bloccati/bannati. La Redazione.

Articoli correlati:
Articoli più recenti:
Articoli meno recenti:

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Inoltre utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzionalità di social media e analizzare il nostro traffico.Condividiamo informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri social media, i partner di pubblicità e analisi che possono combinare tali informazioni con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal vostro uso dei loro servizi. Proseguendo la navigazione accetti di ricevere i cookie. Per saperne di piu' leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito.

Informativa e acquisizione del consenso per l’uso dei cookie