Sicurezza e legittima difesa, Martino Landi a Radio24

 

  • 73
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sottoscrivi
Notificami
guest
2 Commenti
più vecchi
più nuovi più votati
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
Alex
Alex
1 anno fa

Bisogna essere più decisi il gestore non vuole essere John Wayne, ne tanto meno andare in vacanza con un arma, vuole solo potersi spostare dalla propria abitazione alle poste, alla banca al proprio impianto, per quanto riguarda l’assicurazione, sarebbe corretto se le aziende riconoscessero un minimo di tutela a chi va oltre gli standard di una partita iva. L’azienda dovrebbe assicurare i gestori per ogni eventualità, in tutti i tragitti che il gestore svolge per la gestione del impianto e visto l’orario prolungato oltre le 37,40 ore settimanali bisognerebbe per rispetto della mansione che svolge per conto del azienda offrirgli una pensione integrativa in modo che l’azienda che gli fa fare una vita da miserabile almeno gli garantisce una onorata vecchiaia. Bisogna chiederlo senza peli sulla lingua. Bisogna calcolare che un gestore vale 4 dipendenti pubblici.
Occorrono 2 dipendenti pubblici per coprire le ore settimanali di un gestore e altri 2 per coprire i riposi, le malattie, la 104, le assenze, la paternità, le ferie e i permessi. Morale ? Quando andiamo in pensione occorrono 2 gestori per riscuotere quello che percepisce un dipendente pubblico. Questo dovete dire allo stato.

francesco saverio
francesco saverio
1 anno fa

E DICIAMOLO, i delinquenti vincono ed i lavoratori perdono , ma vincono non perché’ sono bravi, quelle poche volte che vengono arrestati si scopre che sono
stati arrestati, anche più’ volte, e rimessi in libertà’ quindi chiamiamoli DELINQUENTI IMPUNITI. Facile giudicare chi si e’ difeso ad un rapinatore che si presenta armato chiedendo l’incasso del giorno , cosa penserà’ il benzinaio conscio che ogni 1000 euro incassati di sua proprietà sono soltanto 18 euro al lordo di spese ? la rabbia mista allo sconforto che se fosse per le 18 euro se ne fregherebbe , invece deve difendere i soldi dello stato e della società’ petrolifera, che tristezza, difendere con la propria vita il fallimento giudiziario di uno stato tre volte buono ergo ………e di una azienda che pretende e nulla da.
Se invece fosse un vero commerciante potrebbe scaricare sul prezzo al pubblico pro litro una RICCHISSIMA ASSICURAZIONE , sempre che dopo la prima rapina le porte delle agenzie non siano chiuse , e’ solo un problema di quanti soldi si rischiano.